Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturitÓ

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

UniversitÓ  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

Quand'io son tutto v˛lto in quella parte

sonetto, n. 18 del canzoniere di Petrarca

analisi del testo di Alissa Peron

testo

Quand'io son tutto v˛lto in quella parte
ove 'l bel viso di madonna luce,
et m'Ŕ rimasa nel pensier la luce
che m'arde et strugge dentro a parte a parte,

i' che temo del cor che mi si parte,
et veggio presso il fin de la mia luce,
vommene in guisa d'orbo, senza luce,
che non sa ove si vada et pur si parte.

CosÝ davanti ai colpi de la morte
fuggo: ma non sÝ ratto che 'l desio
meco non venga come venir s˛le.

Tacito vo, chÚ le parole morte
farian pianger la gente; et i' desio
che le lagrime mie si spargan sole.

analisi

Il sonetto 18 Ŕ fatto tutto di rime equivoche ed ha una trama indecifrabile in prima battuta, Petrarca si sforza di superare i canoni della poesia stilnovistica. Questo sistema di parole rima rimanda alla struttura della sestina, e infatti al 22 abbiamo una sestina; il sonetto Ŕ come l'anticipazione della sestina che arriverÓ poco dopo. La sestina rimanda a Dante e Arnaut, l'eco di questo componimento 18 rimbalza fino al 22 e da lý si arriva a Dante e Arnaut, Ŕ esempio di arte allusiva. Il 22 Ŕ uno dei pi¨ carichi di erotismo, e lo stesso richiamo all'eros c'era in Dante nelle petrose e soprattutto in Arnaut. Il legame Ŕ anche di contenuto, il sonetto fa esplicito riferimento al desio, il desiderio di colei che Ŕ lontana che giunge ratto come Ŕ solito fare; questa esplicitazione del desiderio trova conferma nella sestina 22. Arnaut esprime nei suoi componimenti quella sensualitÓ accennata nel sonetto ed esplicitata nella sestina. Le sestine del Canzoniere sono otto, una figura come sestina doppia o raddoppiata, anche Dante nelle Petrose adotta una volta una sestina doppia; in Petrarca la sestina doppia Ŕ il componimento 323 ed egli afferma che doppiando il suo dolore doppia lo stile, la struttura si piega ad una forma adeguata ad esprimere una tale sofferenza.

Libri

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di MaturitÓ 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy