Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

Ripassa per la maturità:

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

Alla sera

di Ugo Foscolo

Analisi del testo di Massacci

ALLA SERA

 

1   Forse perché dalla fatal quiete         

2  Tu sei l’imago a me si cara viene,            

3  o Sera. E quando ti corteggiano liete

4  le nubi estive e i zeffiri sereni

 

5  e quando dal nevoso aere inquÏete

6  tenebre e lunghe all’universo meni,

7  sempre scendi invocata e le secrete

8  vie del mio cor soavemente tieni.

 

9  Vagar mi fai coi miei pensieri su l’orme

10  Che vanno al nulla eterno, e intanto fugge,

11  questo reo tempo, e van con lui le torme

 

12  delle cure onde meco egli si strugge;

13  e mentre io guardo la  tua pace, dorme

14  quello spirto guerrier ch’entro mi rugge.

 

 

                                                                          Ugo Foscolo

 

 

ALLA SERA = parola chiave

 

 

1   Forse perché dalla fatal quiete   =  quÏes- quÏetis = sonno eterno                    

2  Tu sei l’imago a me si cara viene,                                                                                                                  

o Sera. E quando ti corteggian liete

4  le nubi estive e i zeffiri sereni

 

5  e quando dal nevoso aere inquÏete

6  tenebre e lunghe all’*universo meni,

7  sempre scendi invocata e le secrete

8  vie del mio cor soavemente tieni.

 

9  Vagar mi fai coi miei pensieri su l’orme

10  Che vanno al *nulla eterno, e intanto fugge,

11  questo reo tempo, e van con lui le torme

 

12  delle cure onde meco egli si strugge;

13  e mentre io guardo la  tua pace, dorme

14  quello spirto guerrier ch’entro mi rugge.

 

                                                                             Ugo Foscolo

 

 

Analisi della metrica

Alla sera è un sonetto  composto da  due quartine e due terzine, le rime sono strutturate in questo modo. AB AB - CD C .

E’ presente un enjembement nei versi 4 e 5;  il tono della poesia è basato principalmente  sulle figure retoriche, come, negli ultimi due versi, in cui è presente l’allitterazione, che rafforza di gran lunga il senso passionale della poesia, con la forte e notata presenza della lettera R .

 

Biografia

Ugo Foscolo nacque il 6 febbraio 1778 a Zante, una delle isole ioniche, da padre veneziano e madre greca. Dopo la morte del padre si trasferì a Venezia, dove partecipò ai rivolgimenti politici del tempo manifestando simpatie verso Napoleone, salvo pentirsene amaramente dopo il trattato di Campoformio.

Istituito nel 1797 a Venezia un governo democratico in cui assunse cariche pubbliche, pochi mesi dopo, in seguito al trattato di Campoformio con cui Napoleone cedeva Venezia all'Austria, dovette fuggire, riparando a Milano (sottratta da Napoleone

all'Austria), ove strinse rapporti di affettuosa amicizia col Monti ed ebbe modo di avvicinare il Parini.

A fianco dei Francesi, combatté contro gli Austro-russi (rimanendo anche ferito durante una battaglia). Al comando del generale francese Massena partecipò alla difesa di Genova e quando la città fu costretta alla resa, seguì il Massena nella fuga.

Nel 1804 si recò in Francia, per motivi militari, e qui ebbe l'opportunità di trascorrere due anni di relativa calma, che impiegò in gran parte in amori appassionati, fra cui quello con l'inglese Fanny Emerytt da cui nacque la figlia Floriana.

Fuggì da Milano, dove si era stabilito poco prima, nel maggio del 1815 per non dover giurare fedeltà agli Austriaci. Dopo una breve permanenza a Lugano ed a Zurigo, l'anno dopo si stabilì a Londra, accolto dall'alta società. Qui guadagnò abbastanza con la pubblicazione delle sue opere, ma sperperò tutto con le sue dissolutezze: iniziò pure la costruzione di una lussuosissima villa, che non riuscì a pagare totalmente nonostante il soccorso della figlia Floriana (che, ritrovata a Londra, gli offrì tremila sterline). Inse­guito dai creditori, subì anche il carcere, e fu poi costretto a ritirarsi nel villaggio di Turnham Green, ove visse gli ultimi suoi anni in compagnia della figlia.

Morì il 10 settembre 1827. Le sue ossa furono trasferite a Firen­ze solo nel 1871 e vennero tumulate nel tempio di S. Croce, che egli aveva così tanto esaltato nel carme "Dei Sepolcri".

 

Parafrasi interpretativa

Alla sera è ovviamente la parola ed il concetto fondamentale di tutta la poesia, il Foscolo infatti  si rivolge alla sera come se fosse un essere umano,  una persona, con cui parla in modo molto confidenziale. E’ nobilitata dal pronome tu, la sera  rappresenta metaforicamente la morte, come approdo  ad un porto, che simboleggia la fine di tutte le sofferenze e le oppressioni della vita, la quale  si conclude serenamente.

Inizialmente il poeta  espone un dubbio, proponendo a se stesso il fatto che la sera potrebbe essere il simbolo della pace e della quiete interiore; egli parla liberamente ed in modo confidenziale e personale con la sera. Il ritmo, prosegue i modo molto fluente,

inizia a descrivere  brevemente ma intensamente le stagioni della vita parlando dell’estate ,  con  aggettivi musicali e frizzanti , che descrivono la giovinezza dell’estate e poi il cielo invernale, che appare  pieno di ombre inquietanti e minacciose, che disturbano la serenità del poeta. La sera, intesa  come persona, legge in profondità i sentimenti e  gli impulsi del poeta.

Quando  lui pensa alla sera, collega questo concetto a molti altri, e pensa al nulla eterno, all’immensità dell’universo(infinito*), ma intanto il tempo scorre veloce, ed il presente, è ritenuto colpevole

Di tante preoccupazioni e incomprensioni con se stessi, e con il tempo  la nostra coscienza ci rende consapevoli della tragicità della vita, che piano piano si consuma.

Infine, si presenta il concetto caldo di tutta la poesia, si manifesta il vero sentimento e la suggestione del poeta, che  una volta placato, una volta che ha ritrovato la pace interiore trattiene ancora nella sua anima  un animo ribelle e passionale; che espone il tumulto di passioni che agitano in modo tormentato l’anima del poeta.

 

Parafrasi letterale

Forse sei il simbolo della quiete(interiore), giungi a me sempre gradita, o sera. Sia d’estate, quando ti accompagnano liete le nubi estive  e i venti leggerei e frizzanti.

Sia quando dal cielo, che promette neve, porti ombre inquietanti  e minacciose(in estate la notte cala molto dopo  che in inverno); sempre gradita giungi a me, e sai raggiungere dolcemente le più intime vie(pensieri) del mio cuore(pace interiore).

Tu mi fai andare incessantemente col pensiero sulle tracce che portavo al nulla eterno(*senso di infinito) e intanto scorre veloce(nostalgia) il presente, colpevole di arrecare preoccupazioni ed angosce  che hanno reso la vita tragica. E con lui (il tempo), passano dalla coscienza la folla degli affanni nei quali con me il tempo della vita si consuma.

E mentre raggiungo una tranquillità interiore

Sento un  animo ribelle che mi brucia dentro  e si agita dentro di me.       Pesantezza dell’essere

*GIACOMO LEOPARDI = non ci attende nulla dopo la morte, vi è il dissolvimento del flusso incessante della materia. MATERIALISMO ATEO = nasciamo dalla  materia         viviamo        moriamo e torniamo alla materia.

 By Massacci

 e-mail: rivistaera@virgilio.it

libri

Top twenty collaboratori attivi

1-Paola Viale (1010 file)

2-Miriam Gaudio (575 file)

3-Vincenzo Andraous (344 file)

4-Gianni Peteani (266 file)

5-Enrico Maranzana  (246 file)

6- Giovanni Ghiselli (222 file)

7-Luca Manzoni (124 file)

7-Sandro  Borzoni (124 file)

9-Maria Concetta Puglisi (117 file)

10-Gennaro Capodanno (86 file)

10-Piero Torelli (86 file)

12-Elio Fragassi (77 file)

13-Alissa Peron (63 file)

14-Francesco Avolio (59 file

15-Laura Alberico (57 file)

16-Rosalia Di Nardo (54 file)

17-Silvia Sorrentino (47 file)

18-Vittorio Tornar (46 file)

19-Samuele Gaudio (44 file)

19-Cristina Rocchetto (44 file)

 

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2014 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

Guarda le videolezioni:

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di