Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

Quando gli occhi di un bambino fermano il terrorista

Recensione del libro

"Gli occhi di un bambino ebreo" di Mario Giro

Quella che Mario Giro narra nel suo Gli occhi di un bambino ebreo. Storia di Merzoug, terrorista pentito Giro Mario ; Guerini e Associati € 10,62   (Prezzo di copertina € 12,50  Sconto 15%)  potrebbe essere definita la storia di uno sguardo, di uno sguardo fatto di occhi "puri e innocenti" capaci di trasmettere una luce in grado di trasfigurare e ravvedere anche l'anima di un uomo caduto nella trappola dell'estremismo e della violenza islamista.
"… davanti a me a dieci metri c'era la gente che dovevo colpire. Ma al momento di fare fuoco, gli occhi di alcuni bambini ebrei si sono voltati verso di me e mi hanno fissato, con uno sguardo di purezza, d'innocenza. Improvvisamente, qualcosa nel più profondo del mio cuore, che non so spiegarmi bene, mi ha fatto cambiare idea…"
Come anche ci insegnano le più laiche tra le scienze umane, è l'altro, è il suo sguardo, che ci definisce e ci forma. Noi (così come non riusciamo a vivere senza mangiare o senza dormire) non riusciamo a capire chi siamo senza lo sguardo e la risposta dell'altro. E' un atteggiamento che è anche alla base del sentimento religioso.
La vicenda di Merzoug Hamel è quella di un ragazzo, algerino di nascita, cresciuto in una banlieue di Parigi, che ha sperimentato sulla propria pelle le difficoltà dello sradicamento, del non essere né arabo né francese, di un'integrazione mancata che si trasforma in piccola delinquenza, bullismo, prigione. Sembra essere la storia di uno dei tanti ragazzi che si sono rivoltati nelle scorse settimane nelle periferie parigine.
E' stato osservato che dietro i roghi parigini non si è vista l'ombra di rivendicazioni d'identità, di ideali di qualche tipo o di ideologie, ma piuttosto il deserto valoriale e spirituale di questi giovani. Quanto accaduto nelle periferie francesi è anche il sintomo di un male che avvolge più largamente le nostre società e che mina il futuro dell'Europa. Merzoug Hamel crede di trovare una risposta alle sue debolezze e alle sue frustrazioni nell'islam radicale: gli fornisce un riferimento, valori cui appoggiarsi, una causa in cui credere e per cui combattere. Merzoug si converte, parte per il Pakistan, si esercita nei campi d'addestramento di quella che, da lì a poco, diverrà al-Qaeda. Nel 1994 gli viene chiesto di compiere un'azione terroristica: il suo obiettivo avrebbe dovuto essere la sinagoga di Casablanca (che sarà poi obiettivo degli attentati del 17 maggio 2003), ma difficoltà logistiche lo portano a preferire un bersaglio più semplice: il cimitero ebraico. Lì si apposta, prepara il fucile, inquadra il bersaglio.
Ma "gli occhi di un bambino ebreo" sono stati - improvvisamente - una sorta di ancora di salvezza: quello sguardo lo ha trattenuto e gli ha impedito di compiere l'irreparabile. La pietà umana riuscì all'ultimo momento a farsi strada nel suo animo, indurito dall'indottrinamento in cui non esistono più uomini, bambini, colpevoli, innocenti: l'umanità non è che "noi" e "loro", amici e nemici. L'odio acceca e uccidere diventa facile perché non si colpisce una persona, ma qualcosa di diverso, considerato non umano. Merzoug sparò in aria e fuggì, ma non riuscì a evitare né l'arresto, né la condanna a morte per la sua partecipazione agli attentati. Ora spera nella grazia, chiuso nel braccio della morte di un carcere di massima sicurezza presso Rabat.
L'autore sottolinea che Merzoug non ha meriti. Tuttavia, il suo ravvedimento è lì a dimostrare che è sempre possibile cambiare: "…Sono giunto alla conclusione che non si può essere un eroe o un buon soldato prendendosela con i civili innocenti e senza difesa. Credente e musulmano come sono, ho anche appreso che tutte le religioni divine spingono alla pace, all'amicizia tra i popoli e al rispetto della vita umana".
Questo bel libro suscita, infine, un'ultima riflessione relativa all'utilizzo della pena capitale. Le lettere di Merzoug evidenziano tanti spezzoni di un mosaico di un'umanità ravveduta, vissuta in quel ridotto e terribile spazio del braccio della morte. Il ravvedimento forse gli ha impedito di perdere lungo la strada il senso della propria dignità. E' una vicenda che ancor di più insegna che cos'è la pena capitale: è qualcosa di profondamente paradossale, inumano, che esprime un potenziale di male, che si giustifica solo con la paura, con l'incultura, con un arretramento dell'umanità, e la consegna di altro odio. Ogni pena capitale distribuisce altro odio in un mondo già tanto violento. L'odio dal quale Merzoug all'ultimo istante ha potuto sottrarsi.

Antonio Salvati

Libri

Libri

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy