Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

Ripassa per la maturità:

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

Georges Seurat:  la grammatica del colore

di Laura Alberico

Una domenica pomeriggio sull’isola della Grande-Jatte

“ L’arte è armonia. Armonia significa analogia dei contrari, analogia degli elementi similari, di tono, colore, linea, considerati in rapporto alla loro dominante e sotto l’influenza della luce, in combinazioni che esprimono gioia, serenità, dolore”.

A differenza degli impressionisti Seurat diventa uno studioso attento e quasi ostinato della tecnica e del valore estetico della pittura come si può capire dai suoi interessi per l’arte rinascimentale e dai disegni a carboncino o a matita (“ croquetons”) che rappresentano una rielaborazione geometrica dello studio tridimensionale dello spazio. I tocchi di colore diventano, in alcune opere, dei punti accostati in modo magistrale ( “ puntinismo”). Per questo motivo Apollinaire lo definì il “ microbiologo della pittura” per evidenziarne il tecnicismo scientifico e l’approfondita ricerca del particolare che conferisce armonia all’insieme. Il colore quasi disordinato negli impressionisti diventa, in Seurat, attraverso i contrasti e le mescolanze accuratamente scelti, un messaggio di serenità e tristezza racchiuso in volumi geometricamente puri ed essenziali. Da questa semplicità espressiva ne rimase colpito anche Van Gogh che lo definì “ vero pittore d’avanguardia”. Seurat sviluppa il tema della linea espressiva della luce e dei colori attingendo alla natura gli spunti che anche gli impressionisti rielaboravano “ en plein air”. Nell’opera più importante della sua produzione “ Una domenica pomeriggio sull’isola della Grande-Jatte” le luci e le ombre, le linee sinuose ed uniformi, il contrasto dei colori freddi e caldi si amalgamano con tale intensità da far pensare che il tempo si sia fermato e quasi dilatato. La concretezza espressiva dei corpi si manifesta nella immobilità e nell’abbandono dei personaggi rappresentati che sembrano immersi in una liquida e solare atmosfera.

Laura Alberico

Top twenty collaboratori attivi

1-Paola Viale (1010 file)

2-Miriam Gaudio (575 file)

3-Vincenzo Andraous (344 file)

4-Gianni Peteani (266 file)

5-Enrico Maranzana  (246 file)

6- Giovanni Ghiselli (222 file)

7-Luca Manzoni (124 file)

7-Sandro  Borzoni (124 file)

9-Maria Concetta Puglisi (117 file)

10-Gennaro Capodanno (86 file)

10-Piero Torelli (86 file)

12-Elio Fragassi (77 file)

13-Alissa Peron (63 file)

14-Francesco Avolio (59 file

15-Laura Alberico (57 file)

16-Rosalia Di Nardo (54 file)

17-Silvia Sorrentino (47 file)

18-Vittorio Tornar (46 file)

19-Samuele Gaudio (44 file)

19-Cristina Rocchetto (44 file)

 

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2014 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

Guarda le videolezioni:

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di