Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

Ripassa per la maturità:

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

Paul Gauguin: la forza del colore

di Laura Alberico

Il Cristo giallo

“Il colore partecipa all’unità dinamica del cosmo”- Goethe

Gauguin è considerato assieme a Seurat e Van Gogh un precursore del “fauvismo”. Il termine “fauves”( belve) fu usato per indicare la violenza del colore che sembra aver ripreso, dopo gli impressionisti, la sua forza primordiale. I dipinti di Gauguin mostrano figure con contorni nitidi, prive di prospettiva in cui  la piatta uniformità e i colori marcati riescono ad esprimere una pienezza e vitalità artistica singolari. I paesaggi polinesiani sembrano amalgamarsi al naturale colorito delle donne raffigurate come  i pezzi di un mosaico in cui la natura esprime la sua intima e incontaminata bellezza. L’arte di Gauguin  si ispira all’arte primitiva nella quale , come nei graffiti su roccia, il colore rosso rappresenta il simbolo della forza che genera la vita e in essa si consuma con slancio e determinazione. Un’arte istintiva che tuttavia esalta il gioco di accostamenti e di sinuosità quasi in un processo osmotico che sprigiona luminosità e calore invitando ad una estatica contemplazione. Esotismo e immaginazione rappresentano un binomio artistico indissolubile che accompagnerà sempre l’estro di Gauguin. Nell’opera “Il Cristo giallo” il pittore francese applica la tecnica del “cloinsonnisme” marcando di nero le cose e le persone quasi a voler contenere la forza del colore e a sostituire  tecnicamente l’effetto spaziale del dipinto. Gauguin morirà all’età di 55 anni nelle isole Marchesi L’ultima opera sarà un ricordo della sua terra; in antitesi con la sua produzione solare per eccellenza dipingerà un paesaggio innevato di una città, Parigi, troppo lontana dalla sua intera vita e vicina ormai soltanto nella fantasia. Il ritorno alle origini   rappresenta l’intera esistenza, un cerchio che si chiude e che racconta la sua storia.

Laura Alberico

Top twenty collaboratori attivi

1-Paola Viale (1010 file)

2-Miriam Gaudio (575 file)

3-Vincenzo Andraous (344 file)

4-Gianni Peteani (266 file)

5-Enrico Maranzana  (246 file)

6- Giovanni Ghiselli (222 file)

7-Luca Manzoni (124 file)

7-Sandro  Borzoni (124 file)

9-Maria Concetta Puglisi (117 file)

10-Gennaro Capodanno (86 file)

10-Piero Torelli (86 file)

12-Elio Fragassi (77 file)

13-Alissa Peron (63 file)

14-Francesco Avolio (59 file

15-Laura Alberico (57 file)

16-Rosalia Di Nardo (54 file)

17-Silvia Sorrentino (47 file)

18-Vittorio Tornar (46 file)

19-Samuele Gaudio (44 file)

19-Cristina Rocchetto (44 file)

 

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2014 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

Guarda le videolezioni:

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di