Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

La leggerezza dell'informatica

tema svolto di Fucci Chiara

classe V CP – Istituto “A. Monti” di Asti - indirizzo psico-pedagogico

anno scolastico 2012 - 2013

pubblicazione a cura della prof.ssa Silvia Sillano

Tipologia D: tema di argomento generale

Traccia

La "leggerezza" dell'informatica. Riflessioni a margine del seguente testo:
"È vero che il software non potrebbe esercitare i poteri della sua leggerezza se non mediante la pesantezza del hardware; ma è il software che comanda, che agisce sul mondo esterno e sulle macchine, le quali esistono solo in funzione del software, si evolvono in modo d'elaborare programmi sempre più complessi. La seconda rivoluzione industriale non si presenta come la prima con immagini schiaccianti quali presse di laminatoi o colate d'acciaio, ma come bits (unità minime) d'un flusso d'informazione che corre sui circuiti sotto forma d'impulsi elettronici. Le macchine di ferro ci sono sempre, ma obbediscono ai bits senza peso" (I.Calvino, Lezioni americane).

Svolgimento

L'informatica e la sua “leggerezza” sono termini indivisibili l'uno dall'altro, perché proprio nella leggerezza, vista sotto diversi aspetti, si trova una delle caratteristiche fondamentali della realtà digitale. Ciò che la caratterizza è in fondo la continua ricerca del piccolo, del leggero, del tascabile. La “leggerezza”, intesa anche in senso letterale, dell'apparecchio, diventa, insieme alle prestazioni, uno degli aspetti più importanti per creare prodotti di qualità. Così, dal computer fisso si passa via via a macchine sempre più piccole, fino ad arrivare agli odierni tablet, che permettono di contenere in una borsa la quantità di informazioni che, fino a pochi anni fa, si poteva avere solo da un supporto più “pesante”. Il software, sempre più ricco e complesso, si contrappone all'hardware, sempre più piccolo.
Ma la “leggerezza” dell'informatica non si limita ad una dimensione meramente materiale. I dati, gli infiniti numeri senza peso che compongono ciò che definiamo software, sono in grado di arriva quasi istantaneamente da una parte all'altra del mondo, portando con sé parole, immagini, numeri, informazioni di ogni tipo. E' forse questo l'aspetto caratterizzante la cultura del mondo nato dalla Seconda Rivoluzione Industriale -quella citata da Calvino- abituata con pochi gesti a far arrivare qualsiasi tipo di informazione in quasi tutti gli angoli del mondo.
L'informatica velocizza, semplifica, aiuta. Gran parte delle famiglie odierne utilizzano la rete di internet per rendere più semplici anche operazioni ordinarie, come leggere un giornale o entrare in contatto con la propria banca. I dati viaggiano in flussi continui, collegando ogni parte del mondo a un serbatoio di informazioni che sembra quasi illimitato, eppure facilmente accessibile attraverso un telefono grande quanto la nostra mano. La “leggerezza” dell'informatica, materiale o “culturale” che sia, ha rivoluzionato totalmente la vita di ogni giorno, mettendo nelle mani delle persone grandi potenzialità.
Questa ha portato, come già accennato, a una rivoluzione quasi totale del sistema di pensiero comune. Essa fonda le sue radici in uno sconvolgimento di quello che è il mondo di vedere il mondo, il rapporto con gli altri, la comunicazione. Tutto è diventato più accessibile, più facile. La conquista del''informatica è soprattutto il cambiamento (che può essere positivo o negativo) del modo di agire e pensare degli uomini in molti campi.
La “leggerezza” dell'informatica, insomma, è la conquista di orizzonti prima irraggiungibili, è il fiume di dati, parole, conoscenze, immagini e cultura che scorre impalpabile nel mondo, è che pure l'ha cambiato. Un risultato che, in fondo, “leggero” non è.

Libri

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2015 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

Atuttascuola network 728x90

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy