Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

Ripassa per la maturità:

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

GUIDA ALL'ESAME ECDL

per la patente europea del computer

EXCEL

 Formule

Le formule utilizzano operatori aritmetici per lavorare con valori, testo, funzioni del foglio di lavoro e altre formule per calcolare un valore nella cella. Excel calcola di nuovo le formule se il valore in una cella utilizzato da una formula viene modificato. In sostanza, si possono osservare rapidamente scenari multipli cambiando i dati in un foglio di lavoro e lasciando che le formule calcolino il risultato. Una formula immessa in una cella può essere costituita da uno dei seguenti elementi:

 

·          Operatori.

 

·          Riferimenti di cella (comprese le celle e gli intervalli denominati).

 

·          Valori.

 

·          Funzioni del foglio di lavoro.

 

Una formula può essere costituita al massimo da 1024 caratteri. Dopo avere immesso una formula all'interno di una cella, questa visualizza il risultato della formula. La formula stessa compare nella barra della formula quando la cella viene attivata.

 

 

Excel consente di utilizzare nelle formule una varietà di operatori:

 

+             Addizione

-              Sottrazione

*             Moltiplicazione

/              Divisione

^              Elevamento a potenza

&            Concatenamento

=             Confronto logico (uguale a)

>             Confronto logico (maggiore di)

<             Confronto logico (minore di)

>=           Confronto logico (maggiore o uguale a)

<=           Confronto logico (minore o uguale a)

<>           Confronto logico (diverso da).

 

All'interno di ciascuna formula, Excel esegue le operazioni da sinistra verso destra seguendo uno specifico ordine di priorità noto come precedenza degli operatori, che stabilisce la precedenza di alcune operazioni rispetto ad altre:

 

1.        Tutte le operazioni in parentesi.

2.        Equazioni e operazioni esponenziali.

3.        Moltiplicazioni e divisioni.

4.        Addizioni e sottrazioni.

Si possono utilizzare le parentesi per modificare l'ordine di precedenza di Excel. È molto importante attenersi a questa regola, perché da essa dipende la correttezza del risultato.

 

 

Excel fornisce un incredibile numero di funzioni incorporate che possono essere utilizzate nelle formule. Le funzioni possono migliorare notevolmente la potenza delle formule, semplificare le formule e renderle più facili da leggere; in molti casi le funzioni consentono di eseguire calcoli che sarebbero diversamente impossibili. Inoltre, qualora le funzioni disponibili non siano sufficienti a soddisfare le proprie esigenze, Excel consente di creare funzioni personalizzate.

 

 

Una formula deve iniziare con un segno di uguale (=) per indicare ad Excel che la cella contiene una formula anziché un testo. Esistono due metodi per immettere una formula in una cella: manualmente oppure puntando con il mouse a riferimenti di cella.

 

L'immissione manuale di una formula implica l'immissione diretta della formula alla tastiera; si deve digitare un segno uguale (=) seguito dalla formula. Durante la digitazione, i caratteri compaiono nella cella e nella barra della formula. Si possono utilizzare tutti i normali tasti di editing durante l'immissione di una formula.

 

L'altro metodo di immissione di una formula comporta una parziale digitazione manuale, ma consente di puntare ai riferimenti di cella anziché immetterli manualmente. Ad esempio, per immettere la formula =Al +A2 nella cella A3, si deve operare come segue:

 

1.        Spostare il puntatore nella cella A3.

 

2.        Digitare un segno di uguale (=) per iniziare la formula. Si noti che Excel visualizza Invio nella barra di stato.

 

3.        Premere due volte la freccia verso l'alto. Quando si preme questo tasto, Excel visualizza un bordo attorno alla cella e il riferimento di cella compare nella cella A3 e nella barra della formula. Si noti inoltre che Excel visualizza Puntamento nella barra di stato.

 

4.        Digitare un segno più (+). Il bordo scompare e nella barra della formula compare di nuovo Invio.

 

5.        Premere la freccia verso l'alto. La cella A2 viene aggiunta alla formula.

 

6.        Premere Invio per concludere la formula.

 

Puntare agli indirizzi di cella anziché immetterli manualmente è un metodo più preciso e meno noioso.

 

Excel 97 include la cosiddetta Finestra della formula che può essere utilizzata per l'immissione o la modifica delle formule. Per accedere alla finestra della formula, fare clic sul pulsante Modifica formula nella riga di edit (il pulsante è contrassegnato dal segno di uguale). La Finestra della formula consente di immettere formule manualmente o utilizzare le tecniche di puntamento precedentemente descritte. Il vantaggio è costituito dal fatto che la finestra della formula visualizza il risultato della formula durante la sua immissione.

 

 

Se la formula utilizza celle o intervalli denominati è possibile digitare il nome in sostituzione dell'indirizzo o scegliere il nome da una lista e fare in modo che Excel lo inserisca automaticamente. Esistono due metodi per inserire un nome in una formula:

 

·          Selezionare il comando Inserisci */* Nome */* Incolla. Excel visualizza la finestra di dialogo Incolla nomi con un elenco di tutti nomi. Selezionare il nome e fare clic su OK. Oppure, fare doppio clic sul nome per inserire il nome e chiudere la finestra di dialogo contemporaneamente.

 

·          Premere F3. Anche questo tasto visualizza la finestra di dialogo Incolla nomi.

 

 

Le formule possono fare riferimento a celle contenute in altri fogli di lavoro (e in altre cartelle di lavoro). Excel utilizza uno speciale tipo di notazione per gestire questi tipi di riferimento:

 

NorneFoglio!IndirizzoCella.

 

In altre parole, l'indirizzo della cella deve essere preceduto dal nome del foglio di lavoro, seguito da un punto esclamativo. Per fare riferimento a una cella contenuta in una cartella di lavoro differente, si utilizza questo formato:

 

=[NomeCartella]NomeFoglio!IndirizzoCella

 

In questo caso, l'indirizzo della cella è preceduto dal nome della cartella di lavoro (tra parentesi quadre), dal nome del foglio di lavoro e da un punto esclamativo Quando una formula fa riferimento a celle contenute in un'altra cartella di lavoro, quest'ultima non deve necessariamente essere aperta.

 

 

A volte, quando si immette una formula, Excel visualizza un valore che inizia con un simbolo di cancelletto (#). Questo sta a indicare che la formula restituisce un valore errato. Si deve quindi correggere la formula (o correggere una cella alla quale la formula fa riferimento) per eliminare la visualizzazione dell'errore.

 

Le formule possono restituire un valore di errore se una cella alla quale fanno riferimento contiene un errore. Un singolo valore di errore può propagarsi in numerose altre celle che contengono formule che dipendono dalla cella.

 

I valori di errore di Excel sono i seguenti:

 

#DIV/0!           La formula sta cercando di eseguire una divisione per zero o per una cella vuota.

 

#NOME?         La formula utilizza un nome che Excel non riconosce.

 

#N/D                La formula fa riferimento (direttamente o indirettamente) a una cella che utilizza la funzione ND per segnalare che non sono disponibili dati.

 

#NULL!           La formula utilizza un'intersezione di due intervalli che non sono intersecanti.

 

#NUM!            Esiste un problema con un valore; ad esempio, si è spe­cificato un numero negativo dove avrebbe dovuto tro­varsi un numero positivo.

 

#RIF!               La formula fa riferimento a una cella non valida.

 

#VALORE!     La formula include un argomento od operando di tipo sbagliato. Un operando è un valore o riferimento di cel­la utilizzato da una formula per calcolare un risultato.

 

 

Si possono modificare le formule contenute nel foglio di lavoro nello stesso modo in cui si modifica qualsiasi altra cella. Per modificare una formula attivare la modalità Modifica o fare clic sul pulsante Modifica Formula nella riga di edit per accedere alla finestra della formula.

 

 

Se si cambia una cella utilizzata da una formula, la formula visualizza immediatamente un nuovo risultato. Questo è quanto accade quando la modalità di calcolo è impostata in Automatico.

A volte può essere preferibile controllare il momento nel quale le formule devono essere calcolate.

 

Ad esempio, se si crea un foglio di lavoro con migliaia di formule complesse, le operazioni possono rallentare notevolmente a ogni piccolo passo perché Excel deve eseguire i calcoli. In questo caso, è preferibile impostare la modalità di calcolo manuale di Excel. Questa variazione può essere eseguita nel pannello Calcolo della finestra di dialogo Opzioni.

 

Per selezionare la modalità di calcolo, fare clic sul pulsante di opzione Manuale. Quando si lavora in modalità di calcolo Manuale, Excel visualizza Calcola nella barra di stato quando si ha una formula non calcolata.

Per ricalcolare le formule si può utilizzare il tasto F9, che calcola le formule in tutte le cartelle di lavoro aperte, o la combinazione di tasti rapidi Maiusc+F9, che calcola solo le formule nel foglio di lavoro attivo.

 

Quando si immettono le formule può accadere che venga visualizzato un messaggio che segnala il fatto che la formula appena immessa definisce un riferimento circolare. Questo si verifica quando una formula fa riferimento al proprio valore, direttamente o indirettamente. In questo caso, quando la formula viene ricalcolata deve essere calcolata di nuovo perché è stata modificata. Il calcolo viene ripetuto indefinitamente.

 

Quando si ottiene il messaggio di riferimento circolare dopo aver immesso una formula, Excel fornisce due possibilità:

 

·          Fare clic su OK per tentare di individuare il riferimento circolare

 

·          Fare clic su Annulla per immettere la formula così com'è.

 

Normalmente, è preferibile correggere i riferimenti circolari; quindi si deve scegliere OK.

 

Facendo ciò Excel visualizza la propria barra degli strumenti Riferimento circolare, nella quale è possibile fare clic sulle celle all'interno della casella combinata Esplora riferimento circolare per cercare di individuare l'origine del riferimento circolare.

 

Se si ignora il messaggio di riferimento circolare (facendo clic su Annulla), Excel consente di immettere la formula e visualizza un messaggio nella barra di stato per ricordare che esiste un riferimento circolare.

 

ESERCIZIO

Questo esercizio serve per imparare ad effettuare semplici operazioni matematiche con excel.

  1. Apri il file “formule

  2. Ridimensiona le colonne e correggi gli errori di ortografia

  3. Effettua la addizione fra i dati presenti nelle caselle A5 e A6

  4. Effettua la sottrazione fra i dati presenti nelle caselle B5 e B6

  5. Effettua la moltiplicazione fra i dati presenti nelle caselle C5 e C6

  6. Effettua la divisione fra i dati presenti nelle caselle D5 e D6, facendo in modo di conservare solo due decimali

  7. Inserisci una riga all’inizio della tabella

  8. Scrivi nella casella A1 “Semplici formule” con il carattere LUCIDA SANS, dimensione 16 in grassetto

  9. Seleziona le celle A1, B1, C1 e D1

  10. Usa il bottone apposito per unire e centrare queste celle

  11. Apri il foglio due

  12. Calcola nella cella A4 la somma di A2 + A3 con il riferimento relativo

  13. Copia la formula nelle celle della stessa riga

  14. Calcola nella cella A9 la somma di A7 + A8 con il riferimento assoluto

  15. Copia la formula nelle celle della stessa riga

  16. Calcola nella cella A15 la somma di A13 + A14 con il riferimento misto, conservando la posizione fisica della colonna

  17. Copia la formula nelle celle della stessa riga

  18. Calcola nella cella A21 la somma di A19 + A20 con il riferimento misto, conservando la posizione fisica della riga

  19. Copia la formula nelle celle della stessa riga

  20. Spiega oralmente perché le somme della riga 15 sono uguali, e non corrispondono alla somma delle due celle soprastanti

  21. Spiega oralmente perché le somme della riga 15 sono diverse, e corrispondono effettivamente alla somma delle due celle soprastanti

  22. Rinomina la cella con il nome “sbagliato”, la cella  C15 con il nome “errato”, e D15 con il nome “toppato”.

  23. Inserisci due righe all’inizio della tabella

  24. Scrivi nella casella A1 “Riferimenti alle celle” con il carattere LUCIDA SANS, dimensione 16 in grassetto

  25. Seleziona le celle A1, B1, C1 e D1

  26. Usa il bottone apposito per unire e centrare queste celle

  27. Salva il lavoro senza chiudere excel

  28. Apri il file soluzioni e confrontalo con il tuo lavoro

  29. Chiudi Excel

continua

Libri solo su excel

Libri su tutta la ECDL

Top twenty collaboratori attivi

1-Paola Viale (1010 file)

2-Miriam Gaudio (575 file)

3-Vincenzo Andraous (344 file)

4-Gianni Peteani (266 file)

5-Enrico Maranzana  (246 file)

6- Giovanni Ghiselli (222 file)

7-Luca Manzoni (124 file)

7-Sandro  Borzoni (124 file)

9-Maria Concetta Puglisi (117 file)

10-Gennaro Capodanno (86 file)

10-Piero Torelli (86 file)

12-Elio Fragassi (77 file)

13-Alissa Peron (63 file)

14-Francesco Avolio (59 file

15-Laura Alberico (57 file)

16-Rosalia Di Nardo (54 file)

17-Silvia Sorrentino (47 file)

18-Vittorio Tornar (46 file)

19-Samuele Gaudio (44 file)

19-Cristina Rocchetto (44 file)

 

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2014 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

Guarda le videolezioni:

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di