Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

GUIDA ALL'ESAME ECDL

per la patente europea del computer

COS'È L'ECDL?

È un documento ufficiale, frutto di un protocollo comune nelle nazioni europee, che decreta la capacità del suo possessore di saper usare in modo corretto il computer, senza indagare sul livello di competenza di un singolo applicativo. In altri termini, chi possiede questo documento non è uno specialista di questo o quel programma, ma è una persona che sa usare, in senso generico il computer. ECDL è acronimo di Europea Computer Driving License, un'espressione che in italiano vale più o meno "patente (licenza di guidare) europea del computer". Come nel caso della patente della macchina, esso non stabilisce una competenza specifica e professionale sulla macchina (del tipo meccanico, carrozziere, progettista), ma accerta che una persona possa utilizzare la macchina, magari supportata da un tecnico nel momento in cui la macchina si guasta o evidenzia particolari anomalie.

PERCHÉ FARE L'ESAME ECDL?

Ci possono essere molti motivi. Provo ad elencarne alcuni, distinguendo le seguenti categorie: TUTTI, STUDENTI, DISOCCUPATI, LAVORATORI:

1.     TUTTI. Anzitutto mi piace pensare che qualcuno faccia questo esame semplicemente perché vuole imparare ad usare meglio il computer. Magari c'è qualcuno che usa già il computer per lavoro, per divertimento, ecc... ma si rende conto che gli manca una preparazione di base: Studiando per questo esame ha l'opportunità di conoscere molti aspetti che non conosceva affatto, o che non aveva considerato in tutte le sue implicazioni. Non è detto quindi che anche una casalinga, un pensionato o un dirigente siano mossi semplicemente dal desiderio di imparare qualcosa in più.

2.     STUDENTI. Poi c'è sicuramente qualcuno che lo deve fare, o lo può fare, perché è parte integrante dei suoi studi. Recenti accordi dell'AICA (Associazione Italiana per il Calcolo Automatico) con i Ministeri della Pubblica Istruzione e dell' Università e Ricerca Scientifico-Tecnologica hanno stabilito una valenza di questo documento per il credito scolastico degli alunni delle scuole superiori e delle università. C'è anche qualcuno, come il sottoscritto, che a 40 anni sente la nostalgia dell'esame (come diceva Edoardo De Filippo: "Gli esami non finiscono mai"), e quindi può prendere la palla al balzo e rimettersi in gioco. Inoltre l'ECDL è un titolo di merito in alcuni concorsi (e lo sarà sempre di più, credo).

3.     DISOCCUPATI. L'ECDL è un elemento di indubbio valore da inserire nel proprio curriculum, specialmente per ottenere posti di lavoro come segretaria, ragioniere o impiegato, ma non solo, dal momento che oggi l'informatica è presente a vari livelli in quasi ogni ambito di lavoro. Ovviamente se una persona ambisce ad occupare altre posizioni (es. progettista, sviluppatore siti, tecnico informatico) le competenze certificate dall'ECDL non sono assolutamente sufficienti, perché troppo generiche. In alcuni ambiti citati sopra inoltre (es. segretaria, impiegato, ragioniere) potrebbe essere più qualificante una certificazione specifica e approfondita delle competenze nell'ambito di un prodotto informatico, come la certificazione Microsoft.    

4.     LAVORATORI. Poi c'è chi lo fa perché è incentivato nella sua posizione professionale a farlo. Per esempio alcune categorie sono premiate nelle graduatorie di assunzione, o interne ad un posto di lavoro, se sono in possesso dell'ECDL. I presidi devono mostrare la conoscenza del computer e dell'inglese "tecnico" (da computer, appunto) se vogliono superare il concorso per la dirigenza scolastica, tutti i dipendenti della Pubblica Amministrazione devono seguire corsi di base e avanzati che seguono lo standard ECDL. Ovviamente anche nell'ambito delle aziende private, l'acquisizione di questa certificazione può dare adito ad un maggiore riconoscimento. Le aziende infatti spendono miliardi per il tempo sprecato a causa dell'incompetenza in campo informatico (es: consulenze esterne, assistenza, riparazione, ecc...). Una maggiore competenza significa, per le aziende, un risparmio immediato, che potrebbe immediatamente confluire in una maggiore incentivazione dell'impiegato (es. aumenti, progressione di carriera, ecc...).   

IL SYLLABUS

L'ECDL è uno standard, e pertanto ci deve essere uno strumento che codifica quali devono essere le conoscenze dimostrate dal candidato in sede di esame. Questo strumento è il Syllabus, ed è in continua evoluzione, poiché ciò che poteva essere ritenuto sufficiente una decina di anni fa oggi non lo sarebbe più. Al marzoi 2003 risale l'ultima versione (la quarta) del Syllabus, che costituirà la falsariga del nostro lavoro, pertanto lo troverete all'inizio della trattazione di ogni capitolo.

L'ESAME

Esso consiste nell'affronto di sette moduli, di cui uno (il primo) di carattere teorico, gli altri sei di carattere pratico. Fino ad un po' di tempo fa la correzione dell'esame era affidata ai docenti esaminatori. Adesso invece tutto avviene in modo perfettamente automatico, e lo studente ha l'opportunità di sapere quali moduli ha superato alla fine della sua sessione di lavoro, osservando anche quali risposte sono errate e perché. Questo sistema automatico si chiama ALICE. Al candidato viene consegnato un foglio che contiene LOGIN e PASSWORD che gli consentono di entrare nel programma Alice, di attivare un tutorial, cioè una guida che illustra la modalità con cui dovrà sostenere l'esame, e di scegliere il modulo che vuole affrontare per primo.

MODALITÀ

Per evitare che siate colti dal panico nel momento in cui affrontate l'esame vi spiego come funziona il programma ALICE e quali sono le caratteristiche della sua interfaccia grafica. Anzitutto c'è una password di sistema, conosciuta dai docenti esaminatori, che serve per entrare nel programma. È probabile che voi vi troviate già aperta la seconda pagina, cioè quella che contiene appunto i due form (caselle) in cui inserire la vostra LOGIN e PASSWORD. Dopo di che il programma vi chiede se volete attivare il tutorial. Vi consiglio di farlo, perché vi permette di prendere un po' di confidenza con l'interfaccia, che adesso, comunque, vado ad illustrarvi.

·        Nella parte superiore dello schermo vedrete una linea che mostra graficamente a che punto dello svolgimento del modulo siete. Se state facendo il modulo 1 troverete anche dei numeri in alto a sinistra, che indicano quante domande avete già affrontato, rispetto al totale (es.: 3/60 vuol dire che siete ancora all'inizio; 30/60 vuol dire che siete a metà dell'opera; 58/60 vuol dire che ve ne mancano solo due

·        Nella parte inferiore dello schermo, invece, la linea che avanza mostra graficamente quando tempo avete utilizzato. Ricordatevi che voi avete a disposizione 45 minuti per terminare la prova (cioè ciascuno dei sette moduli). Vedrete anche l'indicazione in cifra di quanti minuti vi restano a disposizione (es.: 44,59; 44,58; ecc...)

·        In basso a sinistra potrete cliccare sull'icone del tutorial per avere chiarimenti sulla modalità di svolgimento dell'esame anche durante lo svolgimento dello stesso.

·        In basso a destra ci saranno delle icone da cliccare per navigare nel programma d'esame ( tipo frecce avanti e indietro)

·        In mezzo ci sarà… il cuore del vostro lavoro, cioè le finestre del sistema operativo e dei vari programmi.

·        All’inizio avrete la possibilità di scegliere il programma a voi più familiare. A tutt’oggi i programmi a disposizione dei candidati sono:

·        Windows 98 o windows 2000 o XP (per la gestione file)

·        Word 97 o Word 2000 o XP (per l’elaborazione di testi)

·        Excel 97 o Excel 2000 o XP (per il foglio elettronico)

·        Access 97 o Access 2000 o XP (per la base di dati)

·        Power Point 97 o Power Point 2000 o XP (per la presentazione multimediale)

·        Internet Explorer 5.0 o Netscape navigator (per internet)

·        Outlook o Eudora per la posta elettronica

·       ll sistema operativo Linux e gli applicativi di Star Office rientrano nella categoria di prodotti standard, con il riconoscimento degli organismi competenti, quindi possono essere utilizzatoi per lo svolgimento dell’esame ECDL.

SUSSIDI (LIBRI)

Consiglio di utilizzare i seguenti testi, fatti dagli insegnanti della Bocconi che hanno progettato il software di Alice (e che mi hanno preparato all'esame ECDL):

SUSSIDI (SUL WEB)

Questa presentazione corrisponde alla prima lezione tenuta dal prof. Gaudio agli alunni del corso di informatica per studenti del Liceo Bramante il giorno 15 novembre 2003. Si può anche visionare la versione in Power Point della stessa (occupa 166 Kbyte) cliccando qui

Se vuoi è possibile anche scaricare un programma di presentazione dell'ecdl, che occupa 389 Kbyte. È un file eseguibile, pertanto parte da solo, una volta installato sul proprio computer: Patente_Computer.exe

Se vuoi tornare alla schermata iniziale dei corsi ECDL clicca qui

Libri

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy