Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

Il bene e il male nella Divina Commedia

di Marta Armelloni

Nella Divina Commedia di Dante è evidente la contrapposizione tra bene e male, il primo rappresentato ideologicamente dal Paradiso, il secondo dall'Inferno. Tra questi Dante interpone un luogo di passaggio, il Purgatorio, dove ci sono peccatori non peggiori di quelli dell’inferno, ma qui c'è spazio solo per la riflessione e il pentimento, perché attraverso il cammino, il pellegrinaggio verso Dio, l’anima aspira alla redenzione.
Il male nella sua concretezza visibile è il buio, quello dell’oscurità della selva infernale, dal quale sono bandite le stelle.
Essendo il male un concetto relativo, è naturale chiedersi come abbia fatto Dante a distinguere le varie specie di peccati, a determinare la gravità delle colpe e delle pene dell'Inferno. Dante seguì Aristotele, che distinse i peccati in ordine crescente di gravità: incontinenza, violenza e malizia; Infatti nei primi 5 cerchi dell’Inferno sono puniti i peccati di incontinenza, poi nel basso Inferno ci sono i peccati di violenza e infine quelli di malizia o frode.
Il male per Dante è l'eccesso, la smoderatezza, la mancanza di senso della misura; infatti in questo senso il male può assumere aspetti differenti, ad esempio è amore quando diventa sessualità sfrenata, non sorretta da alcuna moralità, come la lussuria di Paolo e Francesca del canto 5; è l'ingordigia di chi sfoga le sue brame endonistiche sul cibo, come i golosi del terzo cerchio dell'Inferno o della sesta cornice del Purgatorio; è lasciarsi danneggiare dai fumi dell’ira del quinto cerchio infernale. Inoltre si snoda in tantissime altre forme, in quanto tutto può essere male se viene eseguito o pensato come tale.
Nel nono canto dell'Inferno Dante e Virgilio entrano nelle mura della città del male, Dite, dove sono puniti gli eretici, chiusi in tombe infuocate. In questa città sono puniti anche i violenti del settimo cerchio, di questi i più emblematici sono gli omicidi che sono immersi nel fiume di sangue, Flegetonte, che rappresenta il sangue che essi sparsero in vita e che nell'Inferno è l'elemento della loro sofferenza.
L’inferno si conclude (cap 34 v 139) con la frase “E quindi uscimmo a riveder le stelle” , quindi dopo aver considerato tutto il male che si nasconde nel nostro cuore si rischia di sprofondare nella disperazione, ma allo stesso tempo ci si apre al “desiderio” di vedere quel male sparire e trasformarsi in bene.

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1075 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Piero Torelli (429 file)

4-Carlo Zacco (394 file)

5-Vincenzo Andraous (382 file)

6-Gianni Peteani (322 file)

7-Enrico Maranzana  (296 file)

8- Giovanni Ghiselli (291 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (142 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (110 file)

13-Gennaro Capodanno (95 file)

14-Elio Fragassi (92 file)

15-Laura Alberico (81 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

Aggiorna le mie impostazioni privacy

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy