Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

Ripassa per la maturità:

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

ENTRATE PUBBLICHE

Scienza delle finanze

  1. PREZZI: sono i proventi di beni, titoli o aziende appartenenti allo stato o altri enti pubblici. Queste entrate traggono origine dall’attività economica dell’ente o dal suo patrimonio (entrate originarie). I prezzi si formano in base ai criteri economici.
  2. TRIBUTI: sono prelievi coattivi a carco del cittadino. Lo stato attinge alla ricchezza prodotta dai privati. I tributi hanno la natura di prestazione obbligatorie imposte dallo stato. Sono entrate coattive che hanno come presupposto la podestà di impero dello stato, sono regolate dal diritto pubblico.
  3. PRESTITI: sono mezzi finanziari raccolti sul mercato finanziario del risparmio, sono entrate derivate dalla ricchezza dei privati.

CLASSIFICAZIONI DELLE ENTATE

-secondo le fonti: entrate originarie (prezzi) ed entrate derivate (prezzi, prestiti) a seconda che provengono da risorse proprie del settore pubblico o quello privato.

-secondo la natura: entrate coattive (tributi) ed entrate non coattive (prezzi e prestiti) e secondo che proseguono o meno l’esercizio di un potere autoritario.

-secondo la ripetibilità e la dipendenza: entrate ordinarie e entrate straordinarie,a seconda del criterio a cui si fa riferimento.

PREZZI

I prezzi costituiscono la controprestazione di un bene o di un servizio offerto dallo stato o da altri enti. Si suddividono:

Ø      Prezzo privato: sono quelli che si formano sul mercato per libera contrattazione.

1.      prezzo quasi privato: tende a produrre o vendere ciò che è meglio corrisponde a tali obbiettivi.

2.      prezzo pubblico: si forma quando un bene o un servizio è prodotto in esclusiva da un impresa pubblica che agisce in regime da monopolio.

Ø   Prezzi multipli: si usa per agevolare alcune categorie di utenti, applica un prezzo inferiore al costo.

Ø   Prezzo politico: quando si vuole che il bene o il servizio sia accessibile a la maggior parte degli utenti.

I TRIBUTI

È una prestazione obbligatoria. Si suddividono in:

Ø      Tassa : è applicato nei confronti di colui che richiede un servizio speciale, la funzione della tassa è far partecipare gli utenti al servizio pubblico.

Ø      Contributi: è un prelievo di ricchezza imposto a coloro che traggono individualmente un vantaggio specifico da operare ai servizi pubblici di utilità generale.

Ø      L’imposta: è un prelievo di ricchezza da parte della pubblica amministrazione  a carico del cittadino per far fronte a funzioni di interesse generale.

L’IMPOSTA

Costituisce una tipica manifestazione della podestà dello stato. Il contribuente è obbligato a una prestazione senza alcuna controproprietà. L’imposta a una funzione fiscale che permette di capire il costo dei servizi generali e quella parte di costo dei servizi speciali .

Struttura dell’imposta:

Ø      Presupposto: è il fatto, l’atto o la situazione cui la legge ricollega il sorgere dell’obbligazione tributaria.

Ø      Soggetto attivo: è lo stato o altro ente pubblico a cui spetta il diritto di accettare, riscuotere o incassare l’imposta.

Ø      Soggetto passivo: è colui che grava l’obbligo di pagare il tributo.

Ø      Oggetto: rappresenta l’elemento a cui l’imposta si applica e si commisura.

Ø      Base imponibile: l’oggetto dell’imposta, espresso in termini quantitativi costituisce la b.imponibile.

Ø      Aliquota: è il rapporto, espresso in percentuale , fra b.imponibile e l’importo dell’imposta (somma che il contribuente deve pagare).

IMPOSTE DIRETTE

Ø      Imposte sul reddito: l’oggetto dell’imposta è il flusso corrente di ricchezza che viene acquistato dal contribuente in un determinato periodo.

Ø      Reddito-prodotto: si identifica con i proventi e i flussi derivati da attività o beni prodotti.

Ø      Reddito-entrate : tutti gli incrementi di ricchezza che a qualunque titolo, affluiscono al contribuente in un periodo di tempo.

Ø      Reddito-consumo: flusso di ricchezza che si distacca dal capitale per essere destinato ai consumi.

Ø      Reddito effettivo: reddito percepito dal contribuente, al netto dei costi sostenuto per produrlo.

Ø      Reddito normale: redito medio ordinario che in circostanze normali, si può attenere da un bene o da una attività.

Ø      Imposte sul patrimonio: hanno per oggetto il valore dei beni posseduti dal contribuente in un determinato momento.

IMPOSTE INDIRETTE

Ø      Imposte sui consumi: colpiscono il reddito in quanto viene utilizzato per l’acquisto di beni o servizi destinati al consumo.

Ø      Imposte plurifase e monofase: il plurifase in ogni fase del processo di produzione e di distribuzione della merce, monofase ad ogni scambio che essa subisce.

Ø      Monopoli fiscali: cede ai consumatori conglobando nel prezzo l’imposta.

Ø      Imposta sui trasferimenti e negli affari: colpiscono il patrimonio quando viene trasferito o comunque utilizzato per realizzare degli affari.

IMPOSTE

Ø      GENERALE: imposta sul reddito ha carattere generale quando si applica a tutti i redditi, anche l’imposta diretta sul patrimonio si considera generale quando colpisce uniformemente un certo tipo di operazioni in qualunque settore economico siano state effettuate.

Ø      SPECIALI: le imposte che si riferiscono a un solo tipo di reddito o di bene, oppure a un solo settore dell’economia.

Ø      PERSONALI: l’imposta diretta personale prende in considerazione il reddito in quanto appartiene a una determinata persona e non in quanto proviene da una data fonte.

Ø      REALI: l’imposta diretta reale colpisce il reddito in relazione al capitale da cui proviene.

Ø      PROPORZIONALI: quando la sua aliquota è costante qualunque sia la sua entità della base imponibile.

Ø      PROGRESSIVA: se l’aliquota aumenta con l’aumentare della base imponibile.

Ø      REGRESSIVA: se l’aliquota diminuisce con l’aumentare della base imponibile.

di Francesco Avolio

Libri

Top twenty collaboratori attivi

1-Paola Viale (1010 file)

2-Miriam Gaudio (575 file)

3-Vincenzo Andraous (344 file)

4-Gianni Peteani (266 file)

5-Enrico Maranzana  (246 file)

6- Giovanni Ghiselli (222 file)

7-Luca Manzoni (124 file)

7-Sandro  Borzoni (124 file)

9-Maria Concetta Puglisi (117 file)

10-Gennaro Capodanno (86 file)

10-Piero Torelli (86 file)

12-Elio Fragassi (77 file)

13-Alissa Peron (63 file)

14-Francesco Avolio (59 file

15-Laura Alberico (57 file)

16-Rosalia Di Nardo (54 file)

17-Silvia Sorrentino (47 file)

18-Vittorio Tornar (46 file)

19-Samuele Gaudio (44 file)

19-Cristina Rocchetto (44 file)

 

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2014 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

Guarda le videolezioni:

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di