Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

Ripassa per la maturità:

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

La seconda declinazione

di Luca Manzoni

 

La seconda declinazione della lingua latina comprende sostantivi caratterizzati dalla desinenza –I del GENITIVO singolare, mentre la desinenza del caso nominativo può essere:

 

-               US          ( per i nomi di genere maschile e femminile 3 nomi di genere neutro );

-               ER          ( per i nomi maschili + 1 nome solo in -IR )

-               UM         ( per i nomi di genere neutro )

 

La seconda declinazione comprende  in maggioranza di genere maschile e neutro, mentre i nomi di genere femminile sono meno numerosi.

 

I nomi di genere neutro si distinguono per il fatto di avere le desinenze dei casi NAV ( Nominativo / Accusativo / Vocativo ) omografe ( = identiche ), rispettivamente al singolare – UM, mentre al plurale –A.

Non esiste una regola fissa per stabilire il genere grammaticale di un nome della seconda, anche se vi sono delle tendenze, quali:

-               I nomi di pianta  ( pirus = il pero, malus = il melo, caerasus = il ciliegio, fagus = il faggio, pinus = il pino, populus = il pioppo, … ) e di patria ( Aegyptus, Delus, Persae … ) sono di genere femminile ( poiché, come gli esseri umani di sesso femminile, anche le piante e, in modo figurato, le terre patrie, possono “generare” qualcosa, il che è appunto una prerogativa del genere femminile ).

-               I nomi di frutto ( pirum, malum, caerasum … ) sono di genere neutro

( memorizza: altae mali  bona mala ferunt = gli alti meli producono buone mele ).

-               I sostantivi vulgus, -i = popolo / virus, vir.i = malattia / pelagus, -pelagi = mare, sono gli unici con nominativo in –US, di genere neutro.

 

 

La seconda declinazione può essere riassunta in tre gruppi fondamentali, a seconda della terminazione del nominativo singolare: sostantivi maschili e femminili in –US, sostantivi maschili in –ER o -IR e sostantivi neutri in –UM

 

Il caso LOCATIVO è proprio solo dei nomi maschili e femminili, singolari, di CITTA’ / PICCOLA ISOLA ( Mediolanum, -i = Roma / Delus,-i = Delo > “mi trovo a Milano” = Mediolani sum), non per i nomi di isole grandi ( Cyprus, -i = Cipro > “mi trovo a Cipro ” = IN Cypro sum ! ), sempre retti da un verbo di stato ( sum, habito, vivo … ).

I NOMI DI CITTÀ / PICCOLA ISOLA, maschili o femminili, ma pluralia tantum, formano lo stato in luogo con l’ablativo semplice, cioè senza la preposizone “segna-caso” IN ( Pompei, -ōrum = Pompei > “mi trovo a Pompei” = Pompeis sum ).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sostantivi  maschili  e  femminili  in –us

 

Comprende sostantivi di genere maschile o femminile caratterizzati dall'uscita in –US del nominativo singolare.

Tali sostantivi si caratterizzano per l'uscita in –e  del vocativo singolare, unici sostantivi ad avere il vocativo differente dal nominativo ( se non per alcuni nomi particolari con il vocativo in –i > per esempio i nomi terminanti in –ĭ = fili.us = vocativo fil.i = o figlio );

Qui è mostrata la flessione dei modelli:

 

                     amicus, –i  = amico ( m )                                                   malus, -a = melo ( f ).

 

Caso

Singolare

Plurale

N

amīc.ŭs = l’amico

amīc.ī = gli amici

G

amīc.ī  = dell’amico

amīc.ōrum = degli amici

D

amīc.ō

amīc.īs

ACC

amīc.ŭm

amīc.ōs

V

amīc

amīc.ī

ABL

amīc.ō

amīc.īs

LOC

Del.i = a Delo

-

Caso

Singolare

Plurale

N

mal.ŭs = il melo

mal.ī = i meli

G

mal.ī = del melo

mal.ōrum = dei meli

D

mal.ō

mal.īs

ACC

mal.ŭm

mal.ōs

V

mal.ĕ

mal.ī

ABL

mal.ō

mal.īs

LOC

Mediolan.i = a Milano

 

 

 

Sostantivi NEUTRI in –um

 

Comprende nomi di genere neutro caratterizzati dalla terminazione in UM del nominativo singolare, analoga ali altri casi retti del singolare, e dalla terminazione in A dei casi retti del plurale, caratteristica comune a tutti i nomi e aggettivi neutri, indipendentemente dalla declinazione di appartenenza. Di seguito è mostrata la flessione del sostantivo malum, –i = la mela ( n ).

 

Caso

Singolare

Plurale

N

mal.um

mal.ă

G

mal.i

mal.ōrum

D

mal.ō

mal.īs

ACC

mal.um

mal.ă

V

mal.um

mal.ă

ABL

mal.īs

mal.īs

 

NOTA BENE:

Confronto tra  MAL.US, -I = il melo  vs    MAL.UM, -I = la mela:   FORME OMOGRAFE !

 

-          MAL.I = ( < malus, -i ) = i meli ( NOM / PL ) // del melo ( GEN / SING ) // o meli ( VOC PL)

                                   = (<  mal.um, -i ) = della mela ( GEN SING).

 

-          MAL.O = ( < malus, -i ) = al melo ( DAT / SING ) // col melo ( ABL / SING )

                                    =  (<  mal.um, -i ) = alla mela ( DAT / SING) // con la mela ( ABLO SING ).

 

-          MAL.UM = ( < malus, -i ) = il melo ( ACC / SING ) // col melo ( ABL / SING )

                        =  (<  mal.um, -i ) = la  mela ( NAV / SING ).

 

-          MAL.ŌRUM = ( < malus, -i ) = dei melo ( GEN / PL )

                               =  (<  mal.um, -i ) = la  melle mele ( GEN / PL ).

 

-          MAL.IS  = ( < malus, -i ) = ai meli ( DAT / PL ) // coi meli ( DAT / PL )

                      =  (<  mal.um, -i ) = alle mele ( DAT / PL ) // con le mele ( DAT / PL )

NOTA BENE:

In latino esiste anche l’aggettivo sostantivato MAL.UM, MAL.I = il male / la malvagità:

NON CONFONDERE dunque mai   MALUM ( la mela ) con il MALUM ( il male )! Il contesto ti aiuterà a capire.

 

 

►  Sostantivi in –ER   e in   –IR

 

Comprende sostantivi maschili terminanti in –er, forma derivata dall'evoluzione della terminazione –erus in –ers  ed infine nell'attuale –er.

In questo gruppo rientrano anche i sostantivi in –ir, ovvero vir, viri, e derivati.

 

Il vocativo dei sostantivi del gruppo è sempre uguale al nominativo.

 

I sostantivi di questo gruppo possono perdere la e della terminazione in –er, avendo così il genitivo singolare in –ri (ad esempio magister, magistri ) oppure possono conservare la -e- (come in puer, pueri ).

I sostantivi in –ir conservano sempre la i.

 

È qui riportata la flessione del sostantivo magister, –tri ("il maestro"), tema che perde la e al genitivo e negli altri casi singolari e plurali, vocativo escluso.

 

Invece il sostantivo puer, –eri, di cui qui è riportata la flessione, conserva la e, analogamente a buona parte dei sostantivi del gruppo

 

Caso

Singolare

Plurale

N

magistĕr = il maestro

magistr.ī = i maestri

G

magistr.ī

magistr.ōrum

D

magistr.ō

magistr.īs

ACC

magistr.um

magistr.ōs

V

magistĕr

magistr.ī

ABL

magistr.ō

magistr.īs

Caso

Singolare

Plurale

N

puĕr = il fanciullo

puĕri = i fanciulli

G

puĕr.ī

puĕr.ōrum

D

puĕr.ō

puĕr.īs

ACC

puĕr.um

puĕr.ōs

V

pu.ĕr

puĕr.ī

ABL

puĕr.ō

puĕr.īs

 

Il sostantivo vir, vir.i = l’uomo ( il marito / l’eroe ) è l’unico che presenta la terminazione in –ir.

 

Caso

Singolare

Plurale

N

vir = l’uomo 

vir.ī = gli uomini

G

vir.ī

vir.ōrum

D

vir.ō

vir.īs

ACC

vir.um

vir.ōs

V

vir

vir.ī

ABL

vir.ō

vir.īs

ATTENZIONE  : Non confondere la declinazione di VIR, VIRI = l’uomo ( II decl ) con quella   

                                            di  VIS, (ROBORIS ) = la forza ( III decl ) !!!

                                            Infatti  VIS, nella flessione plurale, presenta anch’esso la radice √VIR- , ma           

                                            ad essa si aggiungono le desinenze proprie della III declinazione ( invece VIR

                                            segue le desinenzae della II declinazione ! )

    

 [   SING   = vir, viri, viro, virum, vir, viro                   ≠    vis, roboris, robori, vim, vis, vi                    ]

     PLUR  = viri, virorum, viris, viros, viri, viris         ≠     vires, virium, viribus, vires, vires, viribus

 

 

 

DISAMBIGUARE: IL GIOCO DELLE FRECCE ( o del “SE  FOSSE…” )

  


 

      DESINENZE  UNIVOCHE

 

-         ŌRUM > lup.ōrum/ mal.ōrum = dei lupi / delle mele     GEN / PL / M,N     ( valenza specific )

-         OS > lup.os = i lupi                                                            ACC/ PL / M,N      ( valenza oggetto ).

Particolarità della SECONDA DECLINAZIONE

 

- Particolarità del caso ( morfologia )

 

·       pelagus, -i, ("mare"), virus, -i ("veleno") e vulgus, -i ("popolo") sono tre sostantivi neutri che terminano in -us nei tre casi diretti ( NAV ); sono inoltre singularia tantum ("soltanto singolari").

 

·       virus si declina nei casi obliqui (genitivo, dativo e ablativo) con il sinonimo venēnum.

             Quindi il nome (al singolare) si declinerà così: virus, venēni, venēno, virus, virus, venēno.

             Ciò avviene per evitare ambiguità con la flessione di vir, vir.i = l’uomo ( = PRINCIPIO DEL “MINIMO

             SFORZO” ).

 

·       I sostantivi terminanti in -ĭus e in -ĭum possono terminare in al genitivo singolare :

      fil.ius, fil.ii (oppure fil.i = del figlio);             consil.ium, consil.ii (oppure consil.i = della decisione).

 

·        filius, -ii, m. ha il vocativo singolare FIL.I = O FIGLIO !   .

 

·       il sostantivo deus, –i = il dio, presenta una flessione particolare, nella quale convivono più forme di diversa epoca, sintesi di tre radici :    √DE.-   √DI.-   √D.-

Caso

Singolare

Plurale

N

de.us

de.i (raro), di.i, d.i

G

de.i

de.ōrum, de.um

D

de.o

dei.s (raro), di.is, d.is

ACC

de.um

de.os

V

de.us, dive

dei (raro), di.i, d.i

ABL

de.o

deis (raro), diis, dis

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

-Particolarità DEL NUMERO

 

·       Alla seconda declinazione appartengono tre nomi neutri  SINGULARIA TANTUM  ( = hanno solo la flessione singolare : non esiste il plurale ! ) e che, pur avendo terminazione –us, sono di genere NEUTRO:

pelagus, -i mare, virus,-i morbo, malattia e vulgus, .i popolo.

NOTA BENE: essendo neutri hanno i NAV sing. in –us !!!;

 

·      A questa declinazione appartengono anche dei PLURALIA TANTUM  ( = -I, -ORUM ):

 

-         Infĕri, -ōrum,( m) =  gli dei infernali

-         Supĕri, -ōrum, ( m )= dei sùperi = dell’Olimpo

-         Liberi, -ōrum, ( m ) = figli nati liberi

-         Delphi, -ōrum,( m ) = Delfi

-         Pompeii, -ōrum, ( m ) = Pompei

 

 

- Particolarità DEL SIGNIFICATO

 

1.    NOMI “CAMALEONTICI”

 

-                   auxilium, -ii ( -i), n. = aiuto                       auxilia, -orum = "truppe ausiliarie

-                   bonum, -i , n. = il bene                              bona, -orum =i beni, le sostanze

-                   castrum, -i, n. = fortezza                           castra, -orum = accampamentO

-                   impedimentum, -i, n. = ostacolo                 impedimenta, -orum = bagagli dell'esercito

-                   locus, -i, m. = luogo                                                loci, -orum = passi di un'opera letteraria

                                                                             ma   loca, -orum  = luoghi

 

Top twenty collaboratori attivi

1-Paola Viale (1010 file)

2-Miriam Gaudio (575 file)

3-Vincenzo Andraous (344 file)

4-Gianni Peteani (266 file)

5-Enrico Maranzana  (246 file)

6- Giovanni Ghiselli (222 file)

7-Luca Manzoni (124 file)

7-Sandro  Borzoni (124 file)

9-Maria Concetta Puglisi (117 file)

10-Gennaro Capodanno (86 file)

10-Piero Torelli (86 file)

12-Elio Fragassi (77 file)

13-Alissa Peron (63 file)

14-Francesco Avolio (59 file

15-Laura Alberico (57 file)

16-Rosalia Di Nardo (54 file)

17-Silvia Sorrentino (47 file)

18-Vittorio Tornar (46 file)

19-Samuele Gaudio (44 file)

19-Cristina Rocchetto (44 file)

 

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2014 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

Guarda le videolezioni:

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di