Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

Terze prove di DIRITTO

Tipologia B: Quesiti a risposta singola

1. Sulla base delle norme contenute nella legge 5 febbraio 1992 n. 91,  individua quali sono le principali modalità attraverso cui si può acquisire la cittadinanza italiana.

(massimo 4 righe)

 

Esempio di risposta

1) Per nascita (chi è figlio di padre o madre italiani); 2) per territorio (chi nasce sul territorio italiano da genitori ignoti o apolidi); 3) per adozione; 4) per matrimonio (il coniuge di un cittadino italiano); 5) per concessione (decreto presidente della Repubblica in presenza dei requisiti fissati dalla legge).

 

2. Un soggetto ritiene di aver subito un danno a causa di un atto emanato dalla Pubblica Amministrazione. Quali tipi di ricorso può promuovere?

(massimo 4 righe)

 

Esempio di risposta

Può scegliere due strade: o promuove un ricorso di tipo amministrativo (nelle forme del ricorso gerarchico o del ricorso straordinario al presidente della repubblica) oppure un ricorso giurisdizionale (al giudice ordinario per lesione di diritti soggettivi, al giudice amministrativo per lesione di interessi legittimi).

 

3. L’art. 67 della Costituzione enuncia il principio del “divieto del mandato imperativo”. Quali conseguenze comporta l’applicazione di tale principio?

(massimo 4 righe)

 

4. Illustra brevemente le differenze esistenti tra regolamenti e direttive comunitarie.

(massimo 4 righe)

 

5. Il Trattato di Maastricht ha introdotto un nuovo principio, il “principio di sussidiarietà”. Illustrane brevemente il significato.

(massimo 4 righe)

 

6. La nostra Costituzione prevede il ricorso alla “riserva di legge” nell’enunciazione dei diritti di libertà. Che cosa vuol dire?

(massimo 4 righe)

 

7. Nell’ambito del processo penale, che cosa si intende con l’espressione “patteggiamento della  pena”?

(massimo 4 righe)

 

8. La questione di legittimità costituzionale viene solitamente sollevata “in via incidentale”. Che cosa significa?

(massimo 4 righe)

 

9. Illustra brevemente cosa si intende con il principio, presente nel nostro ordinamento, della “presunzione di non colpevolezza”.

(massimo 4 righe)

 

10. Perché la Magistratura può essere definita “potere senza vertice”?

(massimo 4 righe)

STATO SOCIALE

Il brano seguente è tratto da un testo di Gerhard A. Ritter, Storia dello stato sociale.

Il dibattito sui «confini» e la «crisi» dello Stato sociale, iniziato dopo la recessione degli anni settanta, ha assunto nuovi accenti sotto la spinta della congiuntura dei primi anni novanta e della crescente globalizzazione dell’economia, dei mercati finanziari, e - per certi versi - anche del mercato del lavoro.

La parola d’ordine è ora la «trasformazione» dello Stato sociale. Essa, però, viene intesa in modi molto diversi. Mentre alcuni vi vedono solo la revisione di determinate prestazioni sociali, l’impedimento di abusi e di duplicazioni, la migliore armonizzazione tra assicurazione statale, aziendale e privata, e quindi l’adattamento ai nuovi problemi, altri vorrebbero la demolizione totale dello Stato sociale, che innalzerebbe il costo del lavoro impedendo la concorrenzialità dell’economia.

Più in concreto, questi ultimi chiedono di ridurre il sistema pubblico di sicurezza sociale alla garanzia dei minimi vitali e a cure mediche assolutamente fondamentali, lasciando ogni altra prestazione di tipo sociale alla previdenza aziendale o all’assicurazione privata.

Ci si dimentica però che lo Stato sociale non è solo un fattore di costo e di appesantimento, dell’economia e dello Stato, ma anche un contributo fondamentale alla produttività economica e alla stabilità politica, perché esso offre la pace sociale, fonda l’integrazione e la legittimazione di una società, limita i costi sociali per la ristrutturazione dell’economia, migliora la qualificazione professionale della forza lavoro e - se pensiamo, ad esempio, alla cura dei minori, degli invalidi e degli anziani, o all’assistenza sanitaria - costituisce esso stesso un importante settore dell’economia.

11. Quando e in quali paesi si è soprattutto affermato lo stato sociale?

..................................................................................................................................................... 

12. Lo stato sociale attua una redistribuzione del reddito a favore dei ceti meno abbienti. Con quali strumenti ciò avviene?

.....................................................................................................................................................   

13. Che differenza c’è fra “stato di diritto” e “stato sociale”?

..................................................................................................................................................... 

14. In quali articoli o affermazioni della Costituzione italiana emerge con più forza la tematica dello stato sociale?

..................................................................................................................................................... 

15. Quali sono i principali indirizzi di politica economica che caratterizzano lo stato sociale?

..................................................................................................................................................... 

16. Quale è, in sintesi, la posizione sostenuta dall’autore del testo circa la riforma dello stato sociale?

..................................................................................................................................................... 

Libri

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy