Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

Esercizio n.3

didattica del riassunto

Leggi il testo seguente e poi svolgi l'esercizio in fondo alla pagina

Fratellini abbandonati a scuola I genitori attesi invano fino a tarda sera all'istituto di via Muzio. Aperta un'inchiesta 

I genitori li abbandonano a scuola. Loro trovano rifugio per una notte a casa delle maestre. È una brutta storia quella dei due bimbi "dimenticati" in classe da mamma e papà. Sono i figli di due filippini: un fratellino e una sorellina nati entrambi a Milano. Il maschietto è il più grandicello: ha appena sette anni ed è un bambino gracile e vivace; la sorellina, invece, è  capace di spiaccicare solo qualche parola. Frequentano tutti e due la scuola di via Muzio, dalle parti di Via Melchiorre Gioia, un istituto che accoglie sia i bambini delle elementari sia quelli delle materne. Giovedì, così come ogni giorno, sono entrati in aula, davanti alla propria maestra. La mattinata è passata tranquilla: compitini, giochi di gruppo, prima colazione e, alla fine, tanta voglia di tornare a casa. La scuola chiude alle 16.30. Capita qualche volta che i genitori tardino ad arrivare, ma in genere avvertono. I due filippini, invece, hanno scelto la via del silenzio. Non un avviso al mattino e nemmeno una chiamata nel pomeriggio. Le maestre hanno aspettato un paio d'ore, poi hanno chiamato i vigili urbani della zona Garibaldi. "Che cosa facciamo?". I vigili hanno allora tentato di rintracciare mamma e papà a casa, ma è stato un buco nell'acqua. Nell'appartamento dalle parti di Melchiorre Gioia, non c'era nessuno e nessuno sapeva dove fossero i due genitori. Così si è deciso di chiedere il parere del Tribunale dei minori. Ma prima di interpellare il magistrato sono state le stesse maestre a offrire ospitalità ai due piccoli: ognuna al proprio allievo. Per la dottoressa Del Moro, pm di turno, nulla in contrario. L'autorizzazione all'affido temporaneo è arrivata alle 20 e a quell'ora erano ancora tutti a scuola: maestre, bambini e vigili urbani. In pochi minuti la questione si è risolta. Con una raccomandazione: caso mai mamma e papà fossero arrivati nella notte dai carabinieri o dalla polizia a chiedere dei bimbi, che non si azzardassero a disturbare i piccoli nel sonno Per riportarli a casa. È stata una raccomandazione che però non è servita a nulla, dato che nella notte nessuno si è fatto vivo. I due bimbetti hanno così trascorso ore tranquille,  coccolati dalle "mamme-maestre". Probabilmente, però, anche i genitori hanno passato la notte senza preoccupazioni per la testa. Almeno così si direbbe a giudicare dalla giustificazione che hanno dato per l'abbandono dei figli: hanno raccontato ai vigili che ognuno aveva dato all'altro l'incarico di andare a prendere a scuola i piccoli. Insomma: lei pensava ci andasse lui e viceversa. Così nessuno si è presentato ai cancelli di via Muzio. E, sempre stando al loro racconto, poiché entrambi non sono rientrati a casa per la notte il "disguido" non si è scoperto che ieri mattina all'alba. La versione è sembrata a tutti decisamente poco convincente. Così adesso il magistrato ha aperto un fascicolo sulla vicenda e la squadra di polizia giudiziaria  dei vigili sta raccogliendo informazioni sulla famiglia. Mentre i bambini sono stati riconsegnati ai due filippini, a carico dei quali per il momento non è ipotizzato alcun reato. Sembra che i due bambini abbiano già avuto delle disavventure. Almeno in un'occasione il maschietto sarebbe arrivato a scuola con giornali osé: "Li ho trovati in giro per casa" avrebbe raccontato al direttore.

Giusi Fasano

 («Corriere della Sera», 14 dicembre 1996)

 

Esercizio3a: riassumi il testo, in modo da crearne uno di circa 50 parole, poi salva il lavoro con il nome riassunto3a.doc:

Esempio di svolgimento dell'alunno DOLCI Francesco

libri

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2015 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

Atuttascuola network 728x90

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy