Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

La conquista della Libia

Le conseguenze dell’impresa libica. Il nazionalismo. Come cambia il concetto di nazione.

di Nicola Diomaiuto

Sul finire dell’Ottocento l’idea di nazione ( tanto esaltato in età romantica ), che tra il 1815 e il 1870 aveva ispirato le lotte per la conquista dell’indipendenza dei popoli, cambiò significato e venne associata non più al concetto di libertà e democrazia, ma a quello di potenza. Il nazionalismo , cioè la convinzione che la propria nazione è superiore alle altre, si mescolò con le nuove teorie razziste che andavano allora diffondendosi. Queste erano state involontariamente favorite dagli studi sulla specie del naturalista inglese Charles Darwin, il quale sosteneva che le specie naturali capaci di adattarsi all’ambiente hanno maggiori possibilità di sopravvivere. Da questa teoria derivò l’idea che anche tra gli esseri umani ci sono “razze superiori” destinate a dominare le “razze inferiori”. Origine, questa, di frenetiche imprese coloniali proprio in questo periodo. Nel settembre 1911, subito dopo che la Francia dette inizio alla conquista del Marocco, l’Italia, prendendo a pretesto alcuni incidenti verificatisi a Tripoli ai danni di cittadini italiani, dichiarò guerra alla Turchia( il territorio libico apparteneva infatti all’impero ottomano). Mentre la conquista della fascia costiera fu rapida, l’occupazione dell’interno del paese si rivelò molto più difficile sia per la difficoltà del terreno sia per le azioni di guerriglia organizzate dalla popolazione asserragliata nelle oasi. Il governo italiano decise di spostare il conflitto nel mare Egeo: occupò Rodi ed altre undici isole (il Dodecaneso) e tentò di penetrare nello stretto dei Dardanelli per minacciare Istanbul. La Turchia firmò così nel 1912 la pace di Losanna: in base a essa la Turchia riconosceva all’Italia il possesso della Tripolitania e della Cirenaica e si impegnava a far cessare la guerriglia. A garanzia di tale impegno l’Italia conserva il Dodecaneso. La conquista della Libia non portò gli attesi vantaggi economici, ma ebbe decisive conseguenze sul piano politico. I nazionalisti furono incoraggiati nelle loro aspirazioni espansionistiche e militariste e vennero presto affiancati dagli industriali che vedevano nella politica coloniale un’opportunità per incrementare la produzione con le commesse militari, destinate a rifornire le truppe delle armi e dell’equipaggiamento necessario. I socialisti accusarono un contraccolpo ben più grave giungendo alla rottura del partito: da un lato i riformisti che costituirono una minoranza legata alla borghesia e al governo, dall’altro la sinistra rivoluzionaria, fedele al pacifismo socialista, al cui interno si diffusero le posizione estreme dei massimalisti. Questi ultimi affidarono a Benito Mussolini la direzione del quotidiano del partito L’Avanti! che ebbe un indirizzo antigovernativo. La guerra libica, consolidando gli schieramenti più estremi dell’opinione pubblica, i nazionalisti e i massimalisti, a danno dei moderati, provocò la crisi della politica di equilibrio che fini ad allora aveva ispirato il governo Giolitti.

  • torna all'indice di Ars amatoria tesina per liceo linguistico di Nicola Diomaiuto, disponibile anche in formato doc per word

Libri

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy