Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

Metodo PERT

appunti scolastici di matematica di Elena

Il metodo PERT è una tecnica basata su rappresentazioni reticolari che permette di analizzare le varie fasi di un progetto scomponendolo in tante operazioni elementari legate fra loro in una sequenza temporale.

Il metodo può essere utilizzato sai a livello dirigenziale, perché offre una visione sintetica del problema e aiuta a prendere le decisioni, sia a livello esecutivo come strumento di lavoro.

Il PERT viene applicato nella progettazione di nuovi impianti, nelle costruzioni edili e navali..

Il metodo non è solo utile nel momento della progettazione, ma permette di seguire l’esecuzione del lavori per poter intervenire in caso di ritardi e di inconvenienti che si possono presentare nel corso del lavori.

Per prima cosa nell’analisi di un progetto si deve operare una scomposizione in attività elementari e individuare i legami fra esse.

Per attività s’intende qualunque fase del progetto che fa passare da uno stato ad un altro successivo ed è caratterizzata da una durata.

Si definisce evento ogni realizzazione specifica definibile e collegabile ad un particolare istante di tempo.

Si passa successivamente alla stesura del reticolo, che è una rappresentazione grafica costituta da segmenti orientati e da nodi, secondo particolari convenzioni. Le frecce, o gli archi orientati, rappresentano le attività, i nodi rappresentano gli eventi, precisamente evento iniziale ed evento finale di ogni attività.

Gli eventi sono contrassegnati  con un codice numerico e servono come punti di controllo del progetto. Se più attività concorrono in uno stesso nodo, si dirà che l’evento si è verificato quando tutte le attività che arrivano al nodo sono completate.

Questo evento deve precedere l’inizio dell’attività che partono dal nodo.

Ad ogni attività è associata una durata, espressa in una certa unità di misura del tempo(ore,giorni,mesi). Un’attività viene indicata con una lettera a due indici Aik (o anche solo una coppia di indici) dove i è l’evento iniziale e k è l’evento finale dell’attività.

Libri

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy