Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

Il diritto amministrativo e la pubblica amministrazione

appunti scolastici di diritto pubblico di Elena

 

Il diritto amministrativo

Il diritto amministrativo è quel ramo del diritto che regola la pubblica amministrazione e i suoi rapporti con i cittadini. È un diritto statale perché la pubblica amministrazioni è legata al governo nazionale e il suo diritto è dettato dal parlamento. È un diritto speciale perché l’amministrazione dispone di poteri che eccedono quelli che risultano dalle normali regole applicate nei rapporti tra privati e perché nel diritto amministrativo sono presenti istituiti rapporti diversi da quelli propri del diritto privato. Tra il diritto amministrativo e la pubblica amministrazione non c’è una corrispondenza biunivoche per la quale il diritto amministrativo dovrebbe applicarsi solo alla pubblica amministrazione e quando vi è una pubblica amministrazione si dovrebbe ricorrere sempre al diritto amministrato.

 

La pubblica amministrazione

La pubblica amministrazione è il complesso di organi e apparati amministrativi e burocratici che dà attuazione all’indirizzo politico fissato dal governo, realizzando i fini pubblici e i bisogni della collettività.

 

La disciplina costituzionale dell’amministrazione pubblica

Anche al vigente costituzione disciplina la pubblica amministrazione: i ministri sono responsabili degli atti dei loro dicasteri, i pubblici uffici sono organizzati in base a disposizioni di legge, le funzioni amministrative sono attribuite ai comuni.

 

I principi del diritto amministrativo

La pubblica amministrazione è sottoposta ad alcuni principi che sono stabiliti dalla legge mentre altri sono il frutto della giurisprudenza dei giudici amministrativi o di quelli europei.

 

Il principio di legalità

Secondo il principio di legalità, l’attività amministrativa deve trovare una base nella legge, nel senso che le pubbliche amministrazioni possono esercitare solo i poteri indicati dalla legge e solo nei modi da questa prescritti. Ha la funzione di assicurare il funzionamento del circuito democratico: elezione popolare del parlamento. Da qui derivano: la tipicità degli atti amministrativi, il divieto di ricorso a poteri impliciti.

 

La tutela giurisdizionale

In base al principio di tutela giurisdizionale, il cittadino ha diritto di ricorrere a un giudice in tutti i casi in cui la pubblica amministrazione abbia leso un suo diritto o interesse legittimo.

 

Il principio di imparzialità e trasparenza

Per il principio di imparzialità la PA non deve, nello svolgimento della sua azione, fare alcun tipo di discriminazioni o di favoritismi. L’imparzialità è inoltre garantita dai principi di pubblicità e trasparenza ai quali deve uniformarsi l’intera azione amministrativa. In questa prospettiva vi è il diritto di accesso che consiste nella possibilità di prendere visione dei documenti amministrativi.

 

Il principio di buon andamento

Per il principio del buon andamento la pubblica amministrazione deve essere efficiente al fine di garantire servizi adeguati per il soddisfacimento dei bisogni dei cittadini evitando sprechi nell’uso delle risorse pubbliche.

 

Il principio di ragionevolezza e di proporzionalità

La ragionevolezza è intera in molto modi: congruità tra le disciplina normativa e decisione amministrativa, coerenza tra valutazione computa e decisione presa, coerenza tra decisioni comparate. Per il principio di proporzionalità gli atti amministrativi non debbono andare oltre quanto è opportuno e necessario per conseguire lo scopo prefissato.

 

Il principio di sussidiarietà e di leale cooperazione

In base al principio di sussidiarietà i compiti di gestione delle amministrazioni sono affidati agli enti più vicini alle comunità interessate. Ogni ente superiore esercita solo quelle funzioni che gli entri a lui sott’ordinati non sono in grado di esercitare in modo efficiente.

Indicazioni bibliografiche

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy