Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

IL PAPA E' MORTO,

IL DOLORE DEL MONDO

 

Lacrime e preghiere senza confini per il Papa

 

IL SUO ULTIMO MESSAGGIO “ALL’UMANITA’ SMARRITA”

«All’umanità, che talora sembrava smarrita e dominata dal potere del male, dell’egoismo e della paura, il Signore risorto offre in dono il suo amore che perdona, riconcilia e riapre l’animo alla speranza»

 

 

 “Lolek0000000” (“Carletto”): così veniva chiamato da bambino Karol Wojtyla nella città in cui era nato, Wadowice (Polonia), il 18 maggio 1921.

*    La preghiera dei fedeli viaggia anche via sms. A poche ore dalla morte del Papa è partita una catena di messaggi che invitano ad accendere una candela alla finestra in segno di lutto, preghiera ma anche amore. Sms semplici in tutta Italia e scritti in stile sintetico «Tu ci hai cercato e noi siamo venuti da te».

 

ALLA MESSA 150.000 IN LACRIME: UNDICI GLI APPLAUSI.

«E’ l’amore che converte i cuori e dona la pace». L’ultima preghiera di Giovanni Paolo II è un messaggio universale all’umanità che «talora sembrava smarrita e dominata dal potere del male, dell’egoismo e della paura». Si chiude così il com’era cominciato il pontificato del Papa polacco che, appena salito al soglio di S. Pietro, aveva gridato agli uomini «non abbiate paura». Il suo “testamento spirituale”, preparato per il Regina Coeli, la preghiera mariana che dopo Pasqua sostituisce l’Angelus, è stato letto da monsignor Sandri al termine della messa solenne celebrata ieri in S. Pietro dal cardinale Angelo Sodano. E’ stato il momento più commovente della cerimonia con cui 150.000 fedeli, alla presenza delle massime autorità, hanno reso omaggio a Giovanni Paolo II. «Affidiamo a Dio il nostro Papa Giovanni Paolo II, che per 27 anni ci ha guidato», ha esordito il cardinale Segretario di Stato, descrivendo Karol Wojtyla come il «il cantore della civiltà dell’amore» contro le «ideologie dell’odio» e testimoniando la «serenità» con cui si è avvicinato alla morte.

 

PERCHE’ SONO 9 LE GIORNATE DI LUTTO

Con la morte del Pontefice iniziano le Novendiali, cioè le esequie in suffragio dell’anima del Papa defunto che si proteggono per nove giorni. E’ il camerlengo ad accertare ufficialmente il decesso ed a far sigillare le porte dello studio e dell’alloggio del Santo Padre. Per tre giorni la salma viene esposta all’interno della Basilica. La Missa poenitentialis, cioè il funerale, viene celebrata fra il quarto e il sesto giorno dopo la morte.

 

GROTTE VATICANE

Saranno le Grotte vaticane sotto la Basilica di S. Pietro l’ultima dimora di Karol Wojtyla, il papa venuto da lontano. Il pontefice dovrebbe essere sepolto nella tomba che per  37 anni è stata di Papa Giovanni XXIII. Le Grotte vaticane raccolgono 2000 anni di memorie storiche, civili e cristiane. Vi sono custoditi sarcofagi paleocristiani, resti dell’antica chiesa del IV secolo e le tombe di vari papi. Sotto le Grotte c’è un altro strato: una “città dei morti” di epoca romana, testimonianza della fede dei primi cristiani che si fecero seppellire vicino al primo Papa della chiesa.

 

IN POLONIA IL GIORNO PIU’ AMARO

A Cracovia c’è chi vorrebbe il suo cuore.

Decine di migliaia di persone, si sono fermate a Cracovia per la scomparsa del “loro” Papa. Famiglie con bambini, giovani, anziani si sono radunati ieri al santuario della Divina Misericordia, nella periferia industriale di Cracovia, per ricordare con una messa il Santo Padre. «E’ stato il San Pietro dei nostri tempi – ha detto cardinal Marcharski, arcivescovo di Cracovia – Giovanni Paolo II ci ha mostrato la salvezza nella misericordia».

A Cracovia c’è chi propone di portare il cuore di Karol Wojtyla nel castello dove riposano i re polacchi e custodirlo nella cripta come una reliquia. «Il Papa non appartiene alla Polonia – dice padre Jakub Jil, parroco del paese dove è nato il Pontefice – ma al mondo ed è giusto che venga seppellito sotto la Basilica vaticana».

di Elena

Indicazioni bibliografiche

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy