Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

UGO FOSCOLO

Schema concettuale di Elisabetta

Nacque nel 1778 a Zante, da padre veneziano, Andrea e da madre greca, Diamantina Spathis. Studiò in Dalmazia e si trasferì successivamente a Venezia, città viva, caratteristica per il carnevale, per il teatro, in cui potevano recitare le donne e per i libri senza cnsura.

Foscolo a Venezia si rivelò come personaggio di rilievo, colto, affascinante e irrequieto.

Fu affascinato dagli ideali di Napoleone e per lui scrisse A Bonaparte liberatore, ma dopo il trattato di Campoformio si ricredette.

Ottenne la cattedra a Pavia, ma si esiliò a Londra, dove fece costruire il Degammo Cottage, che lo ridusse sul lastrico. Morì nel 1827.

 

-          opere:

il romanzo autobiografico, Le ultime lettere di Iacopo Ortis[1], I sonetti, I sepolcri[2], Le Grazie

 

Famoso è il sonetto Un dì, s’io non andrò sempre fuggendo, dedicato alla morte del fratello Giovanni, suicida per i debiti di gioco. Foscolo esprime il suo dolore per questa morte prematura, per l’esilio e per non poter consolare la madre.

 

Altrettanto A Zacinto, in cui l’autore celebra la sua isola natale. Il poeta è lontano dalla patria e teme di non poterla più rivedere. Il paesaggio marino rievoca il mondo classico e mitologico, ma a differenza di Ulisse, Foscolo esprime il suo dolore di esule senza ritorno. Il sonetto diventa una sintetica biografia dell’autore: la materna terra ne indica la nascita, l’esilio richiama la dolorosa esistenza, la sepoltura il momento della fine.


 

[1] Delusioni politiche e amorose

[2] I legami tra i vivi e i morti nato dall’editto di Sanclu, in cui c’erano fossi comuni e lapidi generiche.

libri

Top twenty collaboratori attivi

1-Paola Viale (956 file)

2-Miriam Gaudio (529 file)

3-Vincenzo Andraous (333 file)

4-Gianni Peteani (256 file)

5-Enrico Maranzana  (228 file)

6- Giovanni Ghiselli (181 file)

7-Luca Manzoni (124 file)

8-Sandro  Borzoni (121 file)

9-Maria Concetta Puglisi (99 file)

10-Gennaro Capodanno (83 file)

11-Piero Torelli (75 file)

12-Elio Fragassi (74 file)

13-Francesco Avolio (59 file

14-Rosalia Di Nardo (54 file)

15-Alissa Peron (49 file)

16-Silvia Sorrentino (47 file)

17-Vittorio Tornar (46 file)

17-Laura Alberico (46 file)

19-Samuele Gaudio (44 file)

19-Cristina Rocchetto (44 file)

 

 

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2014 se sei uno studente

Guarda le videolezioni:

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di