Le società

della Prof.ssa Irma Lanucara

Una società nasce quando due o più persone, attraverso un contratto, mettono insieme dei beni per formare un’attività economica con lo scopo di dividersi gli utili. Le società hanno un patrimonio autonomo, distinto da quello dei singoli soci. Le società di un tipo possono anche trasformarsi in società di altro tipo oppure si può anche avere una fusione tra più società, che non esclude che una di esse possa poi effettuare una scissione (cioè separarsi dalle altre).

Esistono vari tipi di società, ma prima di tutto bisogna distinguere tra società di persone e società di capitali:

-         Nella società di persone i soci hanno una maggiore responsabilità e sono tutti amministratori e non possono trasferire le loro quote senza il consenso degli altri soci;

-         Nella società di capitali, invece, i singoli soci hanno una minore responsabilità e quindi sono meno esposti ai rischi perché l’amministrazione della società è affidata ad un particolare organo.

Tra le società di persone ricordiamo:

-         La società semplice, come ad esempio una società di attività agricola o di riscossione delle imposte, che non ha comunque un carattere commerciale.

-         La società in nome collettivo,che viene indicata con il nome di uno o più soci. È necessario che l’atto di costituzione della società venga registrato e depositato presso l’ufficio delle imprese, altrimenti la società sarà considerata irregolare.

Tra le società di capitali si evidenziano:

-         La società per azioni è detta così perché le quote dei singoli soci vengono appunto denominate azioni. In questo caso il patrimonio è della società, non dei singoli soci e il capitale sociale non deve essere inferiore a centoventimila euro. Con l’iscrizione nel registro la società diventa un soggetto completamente distinto da quello dei soci. Oltre all’atto costitutivo la società deve anche possedere uno statuto, che contiene le regole sul funzionamento della società.

La società per azioni possiede alcuni organi fondamentali tra i quali:

a.       L’assemblea dei soci: ha la funzione di prendere decisioni importanti (approvare il bilancio, nominare gli amministratori, ecc.);

b.      Gli amministratori, che hanno il potere di gestire la società e mettere in pratica le norme stabilite. Si può avere un solo amministratore o più amministratori delegati;

c.       Il collegio sindacale che è l’organo di controllo della società.

Tra i vari tipi di società è necessario menzionare anche le cosiddette holding, cioè gruppi di società per azioni, autonome e indipendenti, ma controllate da una società madre (es.: catena di supermercati o di negozi).

Infine ricordiamo anche la società europea (SE), una figura utilizzata dall’Unione Europea per rendere più semplice l’integrazione economica.