Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

La riforma di Clistene

sintesi per programmazione semplificata di storia

di Irma Lanucara

Dopo la fine della tirannide (=dove uno solo ha il potere), gli aristocratici (cioè la classe sociale più potente) cominciarono a combattersi tra loro e in questa lotta si distinse in particolare una famiglia, quella degli Alcmeonidi, tra cui vi era Clistene. Clistene capì che era importante soddisfare i bisogni del popolo e perciò tentò di rinnovare la situazione in modo che anche il popolo potesse partecipare alla vita politica.

La riforma di Clistene si basava sul concetto di isonomia (isos in greco significa stesso; nomos significa legge): tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge. Per dare a tutti la possibilità di partecipare alla vita politica, Clistene doveva anzitutto togliere il potere alle famiglie aristocratiche. Per fare in modo che tutti potessero arrivare alle magistrature (cioè ai vari ruoli politici) non usò il criterio della nobiltà di nascita o della ricchezza, ma divise il territorio dell’Attica in tre zone: la città, la costa e l’interno; ognuna di queste zone era divisa in dieci parti, le cosiddette trittie; furono poi formate dieci tribù, ognuna delle quali conteneva persone che facevano parte della città, della costa e dell’interno. Mescolando in questo modo la popolazione, non c’era più il rischio che i nobili potessero prevalere sugli altri.

Clistene creò anche il Consiglio dei Cinquecento, al quale potevano partecipare tutti i cittadini, attraverso un sorteggio fatto per ciascuna tribù (per ogni tribù se ne sorteggiavano 50). Questo Consiglio prendeva delle decisioni assai importanti, che riguardavano la difesa militare, l’amministrazione, organizzavano il lavoro legislativo (stabilivano le regole che si dovevano rispettare). In realtà non tutti avevano le stesse possibilità economiche necessarie per partecipare al Consiglio, perché per un intero anno bisognava abbandonare le proprie attività.

Inoltre ogni tribù doveva provvedere in modo autonomo alla difesa militare e doveva annualmente eleggere un generale, detto stratega. Il capo degli strateghi era l’arconte polemarco. Clistene introdusse anche la pritania, formata da 50 membri del Consiglio dei Cinquecento, che facevano parte della stessa tribù e che avevano il compito di governare per un mese circa la città. In questo modo ogni tribù, a turno, governava la città.

Nel periodo in cui Clistene governava venne introdotto il cosiddetto ostracismo: se qualcuno veniva sospettato di mettere in pericolo la democrazia, avrebbe dovuto essere mandato in esilio (viene mandato via dal suo paese) per dieci anni. Questo poteva accadere nel momento in cui almeno 6000 cittadini avessero votato contro quella determinata persona, scrivendo il suo nome su un coccio (che in greco si dice òstrakon).

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy