Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

Tutti a tavola

La mensa come laboratorio

di Maria Paola Viale

CLASSI COINVOLTE:        MODULO 1 A/B ( 34 ALUNNI) del plesso di Ospedaletti 

PERCORSO DA REALIZZARE:

*   Che cosa mangiare ? (Descrizione dell’attività)

*   Quando mangiare ?   (fase dell’attività)

*   Come mangiare ?       (fase dell’attività

*   Perché mangiare ?  (procedimento)

*   Cosa ho imparato sugli alimenti ?  (Verifica del laboratorio “Alimenti e sapori a mensa”)

Progetto:       “ALIMENTI  E SAPORI A MENSA

*         DESCRIZIONE

Nel momento in cui si pensa di realizzare un percorso formativo-didattico dell’educazione alimentare bisogna tener conto l’importanza di realizzare iniziative determinanti per aiutare i bambini a “crescere insieme”, adottando metodi alimentari che aiutano a prevenire disturbi legati ad una alimentazione sbagliata. Gli alimenti , il modo di cucinarli , le regole della convivenza sono un aspetto importante di tutte le culture occidentali ed orientali tanto che è importante affrontare questo argomento con particolare cura e sensibilità. In quest’ottica  il servizio Mensa rappresenta una grande opportunità di conoscenza e di scambio tra le vari culture. E’ in queste situazioni che spesso i bambini si scambiano opinioni esprimendo i loro gusti “alimentari”; è in queste occasioni che sbocciano amicizie e complicità. Trattare questo argomento con i bambini può consentire la conoscenza delle diverse e svariate abitudini alimentari , insegnare il piacere della condivisione , ma soprattutto consente agli alunni stranieri un lessico di base sia dei cibi che delle stoviglie.

 Fasi di lavoro

Il lavoro dovrebbe essere strutturato in più Fasi da realizzarsi nell’arco di un quadrimestre, sia con i due gruppi delle classi 1 A e 1 B  che con gli altri alunni . Le attività proposte nelle varie fasi sono valide per tutte due le classi parallele, pertanto verranno svolte nell’ambito di un percorso che coinvolge la programmazione di  prima sull’ Educazione Alimentare.

Didatticamente possiamo disporre dei seguenti obiettivi da raggiungere:

 

 

Obiettivo Formativo Generale

*      Imparare ad utilizzare il momento mensa come luogo gioioso , gustando insieme i vari cibi nel reciproco rispetto dell’altro;

1)      Stimolare la consapevolezza e la maturazione di comportamenti responsabili;;

2)      Sviluppare il senso di appartenenza sociale nella condivisione del pasto;

3)       Sviluppare la consapevolezza  di interiorizzare i valori come: il rispetto di sé e dell’altro;

4)      Favorire l’autonomia del bambino attraverso un uso adeguato del tempo mensa;

5)      Abituare i bambini a conoscere e assaggiare tutti i cibi presenti nel menù della mensa scolastica;

6)      “Incrementare” il consumo di frutta e verdura;

7)       Sviluppare la conoscenza di  un lessico di base sia dei cibi che delle stoviglie;

Nel contesto della riforma scolastica furono anche introdotte:


 

Conoscenze

A.     Conoscere le diverse abitudini alimentari delle popolazioni occidentali e orientali;

B.     Conoscere il  nome dei cibi e delle stoviglie;

C.     Esprimere  gusti e preferenze;

D.    Conoscere i sapori della tradizione culinaria ligure ( torta verde, farinata, sardenaira);

E.     Conoscere e individuare la distribuzione dei pasti della giornata.

Abilità

                                                        I.            Saper mettere in pratica le regole dello  star bene a tavola;

                                                     II.           Utilizzare in maniera adeguata le posate;

                                                   III.            Diventare consapevoli che nutrirsi è un bisogno fondamentale;

                                                   IV.           Giocare con le parole degli alimenti “amici della salute”.

 

Metodologia

v     Degustazioni alimentari

v   Ricerche di intelligenti ricette per stare bene con il cibo;

v   Cartelloni di gruppo

v   Discussione

v   Produzione di materiale fotografico

*      PROCEDIMENTO

Fasi operative da svolgersi durante il momento della Mensa

       Perché mangiamo ?

Obiettivo : Comprensione della necessità di nutrirci in modo sano .

Possiamo iniziare il nostro progetto proponendo una discussione sul fatto  che il corpo umano è una macchina “perfetta” e che per  lavorare continuamente necessita di introdurre “carburante”, ossia l’energia necessaria per muoversi e per compiere tutte le attività mentali. Affrontiamo, allora, il discorso delle calorie e il discorso sulla varietà degli alimenti: proteine, zuccheri e grassi. Dopo aver diviso le due classi in tanti gruppi,  effettuiamo una classificazione degli alimenti attraverso i sette gruppi alimentari:


 

*           Carne,uova , pesce;

*           Latte e derivati;

*           Cereali ( pane , pasta , riso , patate …)

*           Legumi secchi;

*           Oli e grassi;

*           Frutta e verdura .


 

Informiamo i bambini l’importanza dei gruppi 1-2-4 che hanno una funzione costruttrice-riparatrice in quanto aiutano l’organismo a crescere e a riparare le parti che si consumano; i gruppi 3 e 5 hanno una funzione energetica; i gruppi 6 e7 hanno una funzione regolatrice e protettiva. A questo punto i bambini prenderanno coscienza del fatto che ha un’importanza prioritaria assumere cibi sani e semplici.

Attività formative:     Gioco n.1                      “Pesca – Assaggia – Indovina”

Obiettivo: Aumentare il consumo di frutta e verdura

Mettiamo in  un sacco di iuta della frutta e della verdura di varie stagioni. Cerchiamo do dividere gli alunni in due squadre “equivalenti” da 17, e sorteggiamo quale inizia per prima. Il rappresentante della squadra sorteggiata, bendato, pesca nel sacco un solo alimento. A questo punto l’insegnante, prima fa assaggiare l’alimento pescato, poi propone alle due squadre una serie di domande:


 

*      Di quale alimento si tratta ?

*       Che gusto ha? Dolce, salato o acido?

*      E’ meglio mangiarlo crudo o cotto ?

*      In quanti e quali modi lo avete già mangiato ?

*      Conoscete qualche ricetta per cucinarlo ?


 

Ad ogni risposta esatta si segnerà un punto al contrario, per ogni risposta errata si cancella un punto .

     Gioco n. 2    “Sotto a chi tocca”

Obiettivo : Promuovere l’educazione al gusto attraverso l’attività sensoriale e l’attività pratica.

Questa  attività valorizza il gusto attraverso assaggi di prodotti tipici della Liguria. Lo scopo è quello di invitare i bambini alla degustazione e all’analisi particolareggiata degli alimenti e delle bevande. Per questo motivo si preparerà una tavola con: pane, polenta, olio, miele, latte fresco, canestrelli salati, torta “verde”, sardenaira; panissa, farinata, olive in salamoia, pane con il pomodoro. Al termine dell’assaggio i piatti vengono ritirati e ogni squadra deve riempire una scheda “alimentare” fatta di immagini, parole, nomi dei cibi assaggiati . L’attività, in un secondo momento, prevede la possibilità di preparare insieme ai bambini alcuni prodotti da forno come biscotti e ciambelle …pane e pizza . La cottura può essere effettuata con l’aiuto del personale di cucina.

*      VERIFICA

Nel verificare gli obiettivi raggiunti dobbiamo fare attenzione al rispetto  delle regole, all’ utilizzo  delle stoviglie e nel nominarle correttamente. Si dovrà, inoltre, dare  una maggiore chiarezza su come deve essere una corretta alimentazione nell’arco della giornata , su ciò che è meglio nutrirsi . Per ultimo si verificheranno anche le capacità di socializzare dei bambini.

libri

 

 

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy