Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

Disoccupazione

tema svolto

Traccia:

I dati dei disoccupati nel nostro paese sono preoccupanti, soprattutto al sud. Quali possono essere secondo, le strategie da adottare per arrivare ad una reale soluzione del problema disoccupazione?

Svolgimento:

Certamente la disoccupazione è un problema dei nostri giorni, anche se forse ci siamo dimenticati che negli anni fra le due guerre lo era ancor di più. Allora la gente davvero versava in uno stato di miseria, e non avere un lavoro poteva significare la fame, una condizione che si cercava di combattere rovistando tra i rifiuti. Oggi, più che altro, la disoccupazione è un problema che tocca i giovani alla ricerca della prima occupazione, oppure persone già avanti nell’età, scartati dal mercato per fallimento della ditta o per licenziamento. La condizione di queste persone non è sempre di povertà assoluta, grazie anche, in alcuni casi, ai cosiddetti “ammortizzatori sociali”, come l’indennità di disoccupazione o la “cassa integrazione”. Il loro disagio è più profondo, dovuto al fatto di non essere valorizzati per quello che si è fatto o si è studiato fino ad allora. C’è un problema, quindi, di mancato raccordo tra scuola e società, tra mondo dell’istruzione e mondo del lavoro. Ci sono, però, purtroppo, anche dei problemi ambientali; ad esempio in alcune zone l’industria non è mai decollata o il terziario fatica ad affermarsi, a parte la pubblica amministrazione. Da una parte, quindi, i disoccupati potrebbero aiutare a risolvere i loro problemi, cercando di riqualificarsi in settori più produttivi, o trasferendosi in zone più favorevoli alla ricerca di lavoro. Colpisce, per esempio, il fatto che in certi settori, come quello degli infermieri, la richiesta di personale sia superiore alla domanda di impiego.

D’altra parte, però, occorre fare qualcosa a livello politico-generale per favorire la ripresa economica. Per questo obiettivo tutti i governi, di destra o di sinistra, hanno fatto grandi proclami di voler risolvere il problema, ma non sempre le frasi propagandistiche si sono trasformate in realtà. Davvero singolare, poi, il caso di nazioni, come la Germania, la Francia o l’Inghilterra, che erano viste come modelli di sviluppo industriale, ed oggi lamentano impressionanti aumenti del tasso di disoccupazione. La soluzione, quindi, non è facile, e non è neanche del tutto risolvibile con le decisioni governative. Certo, magari detassando le aziende, si possono creare i presupposti affinché chi ha i soldi li investa in attività produttive che generano occupazione e lavoro, piuttosto che accumularli senza investire. Però mi sembra che il problema più grave sia quello della mancanza di adattabilità, per cui credo che con un po’ di buona volontà tutti potrebbero trovare una collocazione utile alla società e gratificante per se stessi. Occorre quindi che le leggi incentivino questa flessibilità e si adattino ai cambiamenti del mondo del lavoro. Un certo Marco Biagi è morto, ammazzato dai brigatisti rossi, per questo!

Notabene: l'ispirazione per l'elaborazione di questo tema è venuta leggendo il seguente tema La disoccupazione. Si rimanda al sito www.skuola.net, sul quale è pubblicato quel tema, per altro materiale didattico gratuito e utilissimo per studenti e docenti.

Libri

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy