Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

Petrolio

tema svolto

Traccia:

Parla dei problemi connessi con il mercato del petrolio, in particolare dell’aumento del prezzo del barile sui mercati internazionali

Svolgimento:

Dal 1974 in poi la storia dell’economia è costellata di rialzi del prezzo del petrolio. Forti del loro sostanziale monopolio sul mercato mondiale, i tredici paesi membri dell’ OPEC (organizzazione dei paesi esportatori di petrolio) hanno saputo sfruttare la situazione, alzando il prezzo. Da allora, però, gli stati occidentali sono riusciti ad intervenire, sia diversificando la domanda con la ricerca di energie alternative (dal metano alle centrali idroelettriche) sia, politicamente, costringendo i paesi dell’Opec a calmierare i prezzi. Tuttavia, alcune condizioni economiche particolari possono creare ancora oggi rialzi del prezzo del petrolio. Per esempio, se l’economia americana o europea cresce e si riprende, questa è una cosa positiva, ma ovviamente c’è il rovescio della medaglia di un maggior consumo di energia, e quindi di un aumento della domanda, che fa rincarare i prezzi. Lo stesso si può dire per le economie asiatiche in forte crescita, soprattutto quella cinese, e quindi con un forte aumento della domanda. Nel periodo dal 2001 al 2003 la Cina e i Paesi in via di sviluppo dell’area asiatica sono passati dalla richiesta di 12 milioni di barili di petrolio al giorno a 13,3 milioni di barili, ed anche la domanda in Africa è cresciuta da 2,4 a 2,6 milioni di barili al giorno. La cause quindi dei nuovi rialzi del prezzo del petrolio sono diverse da quelle degli anni settanta. Questa volta i paesi dell’OPEC non c’entrano, ma c’entrano i meccanismi del mercato. Anche i problemi dal lato dell’offerta non vanno sottovalutati. La situazione politica precaria in Iraq, le crisi in Nigeria e Venezuela, tutti paesi esportatori di petrolio, hanno avuto un ruolo fondamentale nella destabilizzazione del mercato petrolifero mondiale e nella crescita dei prezzi del greggio. La gravità del rincaro è stata attenuato in Europa solo dalla persistente svalutazione del dollaro nei paesi a valuta forte. Quindi il prezzo del petrolio è salito, anche se i paesi del cartello petrolifero non hanno diminuito, ma hanno incrementato la produzione di greggio del 10%. Infatti, malgrado ciò, si è verificato un incremento di prezzo pari al +15%.

I prezzi del petrolio quindi sono cresciuti negli ultimi anni nonostante la sovrapproduzione di petrolio rispetto alla domanda mondiale. Il paradossale fenomeno economico è stato provocato da alcune dinamiche nella produzione di greggio. Se da un lato, infatti, la Russia e l'OPEC hanno continuato ad aumentare la produzione di greggio, d'altro lato gli Stati Uniti hanno ridotto la produzione di petrolio aumentando del 12% la loro dipendenza dalle importazioni di petrolio. Queste circostanze dimostrano che le dinamiche di prezzo esulano dal controllo dei paesi OPEC. Le cause determinanti del caro petrolio non sono semplici come quelle degli anni '70 e si presentano come una molteplicità di ragioni, parzialmente indipendenti tra loro. Il problema principale, comunque, non è il prezzo alto o basso, ma la necessità di limitare lo sfruttamento delle risorse a nostra disposizione sulla terra. Bisogna quindi continuare, con più intensità, sulla strada delle energie alternative. Sappiamo infatti che le riserve di combustibili fossili sono limitate, e nel giro di un secolo, con questo ritmo, potrebbero esaurirsi quasi completamente.

Libri

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy