Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

Storia dei media

tema svolto

Traccia:

Delinea la storia dei mezzi di comunicazione di massa nel novecento

Svolgimento:

Nel 1920 in America venne trasmesso via radio il primo programma radio ad ore fisse da una stazione americana, la KDKA. Da allora nacquero i mezzi di comunicazione di massa (mass-media in lingua inglese), che con il tempo presero il sopravvento sulla carta stampata nella diffusione delle notizie. Il cinema svolse un ruolo importantissimo, perché fu il primo mezzo di comunicazione in cui l’immagine diventava predominante, aumentando ancora di più le possibilità di realismo, ma anche di persuasione, nell’informazione. Famosi al proposito furono i notiziari LUCE, attraverso i quali il regime fascista informava, in modo distorto e retorico, la popolazione. Durante il ventennio l’emittente radiofonica italiana EIAR entrò nelle case, ma fu forse la seconda guerra mondiale, con le trasmissioni di Radio Londra, che dimostrò lo straordinario potere dei media. Infatti gli italiani in lotta col regime erano informati da questa emittente sugli sviluppi della guerra di liberazione. Poi nel 1954 in Italia iniziarono le trasmissioni della RAI. È forse superfluo ricordare quanto i programmi televisivi abbiano contribuito alla diffusione di una cultura di massa. Se in Italia la lingua nazionale ha sostituito i dialetti nell'uso quotidiano, lo dobbiamo alla televisione più che alla scuola elementare. Negli anni sessanta uno studioso canadese, Marshall Mc Luhan, ipotizzò che il mondo si stava avviando a diventare come un "villaggio globale". La rivoluzione informatica ha poi realizzato in pieno questa teoria. Infatti il computer è un altro strumento molto importante che ha rivoluzionato il mondo dell'informazione. Attraverso internet, infatti, messaggi e notizie viaggiano da una parte all'altra del globo con estrema rapidità. Le informazioni, memorizzate sotto forma di bit, possono essere archiviate, scambiate, copiate, ecc…. Interessanti anche gli sviluppi della tv satellitare e digitale, che implicano un maggiore coinvolgimento dello spettatore. Occorre, infine, ricordare il giornale che continua ad essere strumento privilegiato per una libera e pluralistica circolazione delle idee, come vuole anche la Costituzione. Questo incredibile progresso nei mezzi di comunicazione di massa non esenta l’uomo dalla capacità di giudizio. Infatti, c'è ancora bisogno di discernere l'informazione vera da quella falsa e fuorviante, cioè dalla disinformazione.

Libri

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy