Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

 

IL ROMANZO ITALIANO

TRA ’800 E '900

 

 

Dopo la fortuna di epica e tragedia, generi illustri per eccellenza, il romanzo diventa il genere più fortunato dell’800 ► fenomeno emergente che acquista legittimità, dignità a livello letterario [cfr. Lettera semiseria di Berchet ] si abbozza una prima sociologia del pubblico letterario: privilegiare il popolo, “coloro che ritengono attitudine alle emozioni”, contro i parigini, di “fantasia stracca e cuore allentato per troppo esercizio”, e gli ottentotti, caratterizzati da “inerzia della fantasia e del cuore”].  Il popolo non ha una cultura elevatissima, non va alla ricerca delle fonti, rispettando i canoni tradizionali: preferisce un genere meno impegnativo per la decifrazione e interpretazione richieste, più avvincente nella trama e più profondo nel confrontarsi con i temi della realtà.

 

a)      Dalla scienza alla coscienza

 

800 ► impegno a rappresentare il mondo così come appare agli scrittori

positivismo: inquadrare l’universo sotto rigorose leggi scientifiche, oggettive, universali [fiducia in parametri universali, nel fornire spiegazioni universali al mondo, nell’interpretare i fatti umani].

 

900 ► continua l’impegno, la problematizzazione del mondo, ma con occhi diversi.

La coscienza restringe il campo al soggetto che guarda e interpreta il mondo. L’interpretazione del mondo è legata alla coscienza dello scrittore.

Individualismo – relativismo.

 

b)    Dalla sociologia alla psicologia

 

Da un’attenzione sociologica al mondo (cfr. poetica naturalistica), al gruppo, alla classe

 

 

1.       a un’attenzione concentrata sull’individuo, il singolo (vedi romanzo decadente)

► romanzi incentrati su una singola figura o che prevedono una forte diminuzione del n° dei     personaggi, che sembrano servire alla ‘diagnosi’ dell’unico protagonista su cui è incentrata l’attenzione.

[cfr. Svevo, Una vita, Senilità, La Coscienza di Zeno, Wilde, Il ritratto dI Dorian Gray -romanzo estetico- in opposizione ai Promessi Sposi…]

2.       alle inquietudini interiori, dello spirito, a una problematica esistenziale che coinvolge cuore e cervello. Vengono lasciati in secondo piano i bisogni elementari come il legittimo desiderio di coronare nel matrimonio l’amore (Promessi Sposi) o il sostentamento, il lavoro di ‘Ntoni (Malavoglia)

 

c) Dalla salute alla malattia

 

800 ► personaggi nel vigore degli anni, giovani

900 ► malconci, malaticci. Malattia intellettuale e spesso oltre la normale patologia medica: nevrosi e psicosi [psichiatria-psicanalisi]

cfr. la peste nei Promessi Sposi, il colera che uccide la Longa nei Malavoglia o l’estenuazione fisica di Padron ‘Ntoni

cfr. invece Svevo, Pirandello (Enrico IV, Uno, nessuno, centomila), D’Annunzio, De Roberto

 

d)      Dalla res extensa alla res cogitans

 

800 ► romanzo giocato sui fatti, incontri, sviluppo esteriore, la vita in movimento, azione; usando un termine aristotelico, sul mythos= intreccio, trama, vicenda, fabula. In secondo piano si collocano le riflessioni, i pensieri che accompagnano i fatti. Estensione materiale degli eventi.

 

900 ► si sviluppa la vita del personaggio dentro il personaggio stesso, nel mondo del suo pensiero, dei suoi ragionamenti, meditazioni. Si ha l’interiorizzazione della vita e prevale l’ethos = considerazioni che accompagnano la vicenda.

Il racconto si riduce all’osso ® questo è un elemento strutturale di crisi, che riguarda:

 

  1. la FORMA

Presenza di funzioni che ‘prevaricano’ lo spazio dedicato alla trama, e che non appartengono al registro narrativo:

- introspezione penetrazione dello scrittore nell’animo del personaggio. Ne rovista i pensieri, i sentimenti…

monologo interiore: epifania, da parte del personaggio, del suo mondo interiore. Manca uno sbocco in parola, esposizione verbale (e pertanto soggiacente alle strutture logico-discorsive del linguaggio).

riflessione filosofica: tentativo di illustrare una verità, come in Pirandello (cfr. forme della saggistica filosofica /dialettica, logica).

- proclama / manifesto, programma presentato al pubblico perché venga accolto da esso. Cfr. D’Annunzio,  Le vergini delle rocce (superomismo, visione oligarchica della società), Fogazzaro, Il Santo. La fabula risulta interrotta, si ‘perde il filo’. Il dialogo diventa un pretesto per un dibattito delle opinioni e delle idee.

 

Ne derivano due tipi di romanzo: ¨ ANALITICO

                                                                             I tre romanzi di Svevo ► introspezione dell’analisi che ‘denuda’ i sistemi psicologici messi in atto per nascondere a sé la verità, per controllare situazioni angoscianti.

                                                      ¨ A TESI

                                                          saggio, manifesto o anche ‘antiromanzo’. Vedi D’Annunzio, Fogazzaro,      

                                                          Pirandello.

    

  1. il PERSONAGGIO

800 ► portatore di valori positivi. Personaggio / eroe.

Vedi anche l’eroe verghiano, figura a tutto tondo su cui si abbatte un destino tragico che nulla toglie alla statura del personaggio [eroe tragico] ® di lui resta, infatti, dopo la sconfitta, l’etica del lavoro, imprenditoriale, capitalistica…

 

900 ► Nel decadentismo questa figura resta solo negli autori cattolici (De Marchi, Demetrio Pianelli 1888, Fogazzaro, Il santo 1905, Tozzi, Il podere, 1921) come eroe perseguitato, oppure, in D’Annunzio, Le vergini delle rocce, eroe velleitario, incapace di realizzare il suo programma in fatti tangibili: in questo romanzo ha rilievo centrale la figura del superuomo che rimane poi senza sbocchi: resta presagita, sognata. L’eroe non riesce più a trovare un primato, una realizzazione dei suoi sogni, dei suoi valori nella società.

Inetto: capovolgimento ancora più radicale dell’eroe. Colui che non è adatto alla vita, incapace di entrare nella lotta quotidiana (struggle for life) non solo per l’esistenza (tema già verghiano), ma per il predominio, il successo, la scalata. Svevo mostra lottatori e contemplativi, la cui vita è troppo nobile, non si integrano nel mondo del disvalore, ne sono travolti.

Il vinto verghiano qui assume la forma del disintegrato, inadatto, come ce lo mostra –in tale accezione- Pirandello ► perdita di identità: tante quante gli altri ci attribuiscono (“Ma allora tu chi sei?”- “Io sono il fu Mattia Pascal”).

per approfondire:

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2017 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

 

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy