I modi finiti dei verbi

Indicativo

di Maria Paola Viale

I TEMPI DELL’INDICATIVO

L’INDICATIVO è formato da 4 tempi semplici e 4 tempi composti.

Ognuno di essi indica il tempo di un’azione.

1) PRESENTE = indica un’azione che avviene mentre si parla o si scrive.

Es: osservo – passeggio

2) PASSATO PROSSIMO = indica un’azione accaduta pochissimo tempo fa i cui effetti ancora durano.

Es: ho letto – ho pianto

3) IMPERFETTO = indica:

a) o un’azione CONTINUA nel passato

b) o che accadeva CONTEMPORANEAMENTE ad un’altra.

L’imperfetto è il tempo che si usa nei racconti.

Es: Leggeva un fumetto con passione

Mi raccontava ed io ascoltavo con gioia

4) PASSATO REMOTO = indica un’azione che si svolge in un passato lontano che non dura più.

Es: La fretta rovinò il compito

5) TRAPASSATO PROSSIMO = indica un’azione compiuta rispetto ad un’altra passata che può anche essere sottintesa

Es: Avevo pensato di avvertirti (quando avvenne la disgrazia)

6) TRAPASSATO REMOTO = indica un’azione che precede un’altra già passata. È poco usato come tempo, in genere si preferisce usare il passato remoto.

Es: Quando ebbi detto ciò, si dispiacque

7) FUTURO SEMPLICE = indica un’azione che deve ancora accadere rispetto ad un’azione presente.

Es: Tu leggi ed io cosa farò?

8) FUTURO ANTERIORE = indica un’azione che dovrà accadere rispetto ad un’azione futura

Es: Quando avrò finito di leggere il libro te lo racconterò

libri