Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

           

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

La civiltà dei Fenici

 schema di studio

di Maria Paola Viale

IL TEMPO 1.200 + 2.011 = 3.211 (anni fa). Infatti sono passati dai nostri giorni 3.211 anni. Infatti divenne una vera e propria civiltà nel 1.200 a.C. e fondarono le città-stato: Sindone e poi Tiro
La regina Didone fondò la colonia Cartagine (attuale Tunisia) ma nel 64 a.C. la Fenica e le sue colonie divennero parte dell’Impero romano

IL LUOGO Il Libano è una zona caratterizzata da ristrette vallate, solcata da brevi corsi d’acqua, divise da ripide catene montuose.
Fondarono molte colonie tra le quali Cartagine.

LE ORIGINI I Fenici si stabilirono nel III° millennio a.C. lungo le coste del Libano . Il nome deriva dalla parola greca “phoinix” rosso porpora. Nel 1.400 a.C. furono sottomessi dagli Egizi.

LE ATTIVITÁ

• AGRICOLTURA: coltivavano in campi terrazzati grano, orzo, legumi, viti, olivo, lino, cotone, fichi, sicomori, palme da dattero;
• ALLEVAMENTO: buoi, montoni.
• ARTIGIANATO: creavano oggetti in vetro, in avorio oro e argento, in pietra ed in legno. Erano abili costruttori di navi;
• COMMERCIO: acquistavano materie prime come oro, argento stagno, rame dalle altre civiltà.

I CENTRI ABITATI

Cartagine fu la città che ebbe il maggior afflusso commerciale: da essa infatti ripartiva il naviglio proveniente da Iriheria (Spagna) e dall'Africa carico di oro, argento ed altri metalli ed in essa arrivavano beni alimentari dalle ricche terre di Sicilia e Grecia. Il commercio e gli scambi resero ricche le terre toccate dai Fenici
Sidone
Tiro
Biblos

LA SOCIETÁ

La società fenicia era suddivisa in :
o Re - sacerdote
o Consiglio degli anziani -formati dai nobili
o Nobili
o Commercianti
o Contadini ed artigiani
o Schiavi

RELIGIONE

Politeista- I fenici adoravano tre divinità, indicate di solito come baal (Baal Hammon protettore della città), baalat (Tanit signora della fecondità) e un dio giovane Melqart la cui sorte è, ogni anno, di nascere, morire e rinascere, come la vegetazione durante le stagioni. Il culto veniva praticato in templi, ma più spesso all’aperto su alture e presso alberi.
Notevole importanza avevano i betili (pietra sacra in forma generalmente conica). L’uso del sacrificio umano, soprattutto di bambini, è documentato anche dall’archeologia attraverso la scoperta di “tophet”,il luogo dove venivano sacrificati i primogeniti delle famiglie più importanti della città per ottenere prosperità dagli dei. Successivamente, invece di sacrificare i bambini, venivano sacrificati i primogeniti di animali..

SCOPERTE E INVENZIONI

I Fenici inventarono:
l’ancora;
La scrittura fonetica: ad ogni suono della lingua parlata corrispondeva un segno, vi erano in tutto 22 segni;
nove segni nuovi, le cifre da 1 a 9. Per lo zero bisognerà attendere ancora 1.500 anni, quando verrà introdotto dagli Indù.

ARTE E CULTURA

Ma i Fenici erano soprattutto noti nell’antichità per la maestria nell’arte della tessitura ed in particolare nella colorazione delle stoffe mediante la porpora, i tessuti di lino e cotone, erano enormemente apprezzati, Il nome di questo colorante sembra derivare dal termine greco porphyra, la sostanza è un colorante organico tratta dalla secrezione dei molluschi della famiglia purpuridae, appartenente al genere detto murex( murice) ed è reperibile in tutti i mari caldi. Per ottenerne 1g si dovevano bollire per quindici giorni ben 2000 murici.

LA NAVIGAZIONE

I Fenici chiamati “ I Carrettieri del mare” introdussero importanti innovazioni per la sicurezza della navigazione :
o perfezionarono il remo-timone e inventarono l’ancora.
o Si orientavano scrutando l'Orsa minore (la Stella Polare o «stella fenicia»)
o . Sceglievano itinerari nautici poco utilizzati da altri popoli che collegavano le isole del Mediterraneo: Cipro, Creta, Malta, Pantelleria, la Sicilia, la Sardegna, le Baleari.
o Navigavano costeggiando le coste del bacino del Mediterraneo e sceglievano degli approdi che nel corso del tempo si trasformarono in colonie.
o Costruivano le navi con i maestosi cedri del Libano, i fenici costruivano agili imbarcazioni per navigare nel Mediterraneo,così sulle coste raggiunte nascevano porti fiorenti.

Top twenty collaboratori attivi

1-Paola Viale (1010 file)

2-Miriam Gaudio (575 file)

3-Vincenzo Andraous (344 file)

4-Gianni Peteani (266 file)

5-Enrico Maranzana  (246 file)

6- Giovanni Ghiselli (222 file)

7-Luca Manzoni (124 file)

7-Sandro  Borzoni (124 file)

9-Maria Concetta Puglisi (117 file)

10-Gennaro Capodanno (86 file)

10-Piero Torelli (86 file)

12-Elio Fragassi (77 file)

13-Alissa Peron (63 file)

14-Francesco Avolio (59 file

15-Laura Alberico (57 file)

16-Rosalia Di Nardo (54 file)

17-Silvia Sorrentino (47 file)

18-Vittorio Tornar (46 file)

19-Samuele Gaudio (44 file)

19-Cristina Rocchetto (44 file)

 

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2014 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

 

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di