Digita qui sotto quale materiale gratuito cerchi su atuttascuola, oppure mp3 didattici su www.gaudio.org

 

 

Home

Tesine

Relazioni

Riassunti

Temi

Italiano

Latino

Storia

Matematica

Ecdl

Forum maturità

Scienze

Inglese

Economia

Informatica

Università  

Esami stato

Greco

Geografia

Filosofia

Diritto

Fisica

Arte

Elettronica

Elementari

Medie

Professionali

Alternanza scuolalavoro

AltreMaterie

Dirigenti scolastici

Legislazione scolastica

E-mail

Newsletter

 

La crisi dell'età repubblicana e Giulio Cesare

di Maria Paola Viale

Verso la fine della Repubblica la situazione sociale andava sempre più peggiorando: gli schiavi erano diventati numerosissimi e le loro condizioni erano davvero terribili perché venivano ceduti alle scuole dei gladiatori ( = il nome deriva dal gladio  ed era una particolare arma del lottatore della antica Roma ). La disciplina di combattimento era molto dura e chi vinceva faceva guadagnare molti soldi al suo padrone. Spartaco, nato in Tracia nel 109 a.C. e morto in Lucania ( attuale Basilicata) nel 71 a.C., fu un gladiatore romano che capeggiò una rivolta di schiavi. Per questo motivo fu soprannominato: "Lo schiavo che sfidò l'impero". (fonte : wikipedia)

In questo ultimo periodo, Roma si riempì a dismisura di proletari, povera gente affamata ricca soltanto nel numero di figli). Però, due fratelli, Tiberio Gracco e Caio Gracco, nominati come tribuni della plebe, intervennero per tutelare i diritti dei più poveri. Infatti, Tiberio nel 133 a.C. e dieci anni dopo Caio Gracco riuscirono a far approvare alcune leggi come la Legge Agraria ( = Limitava la quantità di terreno che ognuno poteva possedere in modo che il terreno in più sarebbe stato assegnato ai contadini nullatenenti) Ma a causa di queste riforme questi fratelli vennero uccisi annullando le loro leggi.

Dopo questo amaro episodio, si generò una guerra civile (= guerra che si combatte tra i cittadini di uno stesso Stato) accentuando ancor di più la crisi repubblicana. Accrebbe a dismisura il potere militare tanto che due comandanti: Caio Mario, di origine plebea, e Lucio Silla, di origine patrizia per difendere il loro potere combattevano uno contro l’altro con i loro eserciti. Caio Mario fece un’importante Riforma del dell’esercito ( i soldati avrebbero ricevuto sia le armi che una paga giornaliera e in caso di vittoria un appezzamento di terreno) . Ma nell’88 a.C., Mario e Silla si scontrarono con i loro eserciti e Silla vinse cancellando così tutte le riforme a favore della plebe.

Quando morì Silla, il Senato affidò il governo a Roma a un altro generale Cneo Pompeo. Nel 60 a.C., egli si alleò con due uomini potenti: l’aristocratico Marco Licinio Crasso ed il generale Caio Giulio Cesare. I tre strinsero un patto che fu chiamato triumvirato (= governo di tre uomini, vir significa “uomo” in latino) ) ed aveva lo scopo di sostenersi a vicenda senza essere controllati dal Senato.

Caio Giulio Cesare divenne il più popolare perché godeva del sostegno dei soldati e dei plebei. Cesare era uno scrittore ( scrisse il De Bello Civili, La guerra civile e il “De bello gallico” = un resoconto scritto in terza persona, come se egli fosse un estraneo che descrive imparzialmente le azioni di Cesare), generale e uomo  politico. Nel 59 a.C. fu eletto console a vita ed ebbe il comando delle truppe stanziate nella Gallia romana ( = Pianura Padana e Francia meridionale) . In pochi anni conquistò tutta la Gallia , l’attuale Francia e Germania sino al fiume Reno e penetrò in Britannia, l’attuale Inghilterra). Avviò anche molte riforme a favore dei plebei e modificò il calendario ( il settimo mese prese il suo nome). Fu assassinato con 23 pugnalate nelle Idi di Marzo del 44 a.C. da alcuni nobili capeggiati dal figlio adottivo Marco Giunio Bruto e da Gaio Cassio. Con la sua morte termina la Repubblica. Cesare Ottaviano Augusto diventerà il primo imperatore di Roma.

I Germani

I Germani erano un popolo diverso dai Galli: erano nomadi, provenivano dalle terre del nord e dell’est europeo, parlavano un’altra lingua e rappresentavano un enorme pericolo sia per i Romani sia per i Galli stessi. (fonte: wikipedia)

Libri

 

 

 

 

Top twentytwo collaboratori attivi

1-Paola Viale (1045 file)

2-Miriam Gaudio (676 file)

3-Carlo Zacco (394 file)

4-Vincenzo Andraous (354 file)

5-Gianni Peteani (294 file)

6- Giovanni Ghiselli (288 file)

7-Enrico Maranzana  (266 file)

8-Piero Torelli (153 file)

9-Luca Manzoni (147 file)

10-Sandro  Borzoni (133 file)

11-Maria Concetta Puglisi (117 file)

12-Irma Lanucara (104 file)

13-Gennaro Capodanno (92 file)

14-Elio Fragassi (85 file)

15-Laura Alberico (70 file)

16-Alissa Peron (63 file)

17-Francesco Avolio (59 file

18-Rosalia Di Nardo (54 file)

19-Silvia Sorrentino (47 file)

20-Vittorio Tornar (46 file)

20-Cristina Rocchetto (46 file)

22-Samuele Gaudio (44 file)

 

 

Pagina facebook Atuttascuola

Pagina facebook Cantastoria

iscriviti al gruppo facebook di Atuttascuola se sei un docente o al gruppo facebook di Maturità 2015 se sei uno studente

 

 

Temi svolti

Tesine

Invalsi

Esami di stato

 

 

Atuttascuola network 728x90

Didattica, Pedagogia, Musica, Ed. fisica, Religione, Software, Corsi online, Francese, Tedesco, Spagnolo, AltreMaterie, Atuttascuola 2.0, Docenti, Studenti, Biblioteca di letteratura italiana, Autopresentazione del webmaster, Hanno scritto di noi, Collabora con noi, Segnala un sito, Note legali, E-mail, Newsletter

Compra i libri di

 

 

Privacy Policy