Classe Prima D: un’esperienza fantastica

Sharing is caring!

 

tema svolto

Durante queste vacanze estive, in alcuni istanti, riaffiorano in me i ricordi del mio primo anno alle superiori.

Quante ne abbiamo passate io e la mia classe, la migliore, la 1^D.

Dal primo giorno fino all’ultimo è stata veramente un ‘esperienza fantastica.

Io ero arrivata un po più tardi in quella classe, prima ero alle Scienze Sociali, ma sono fiera di aver cambiato classe.

Le prime avventure sono iniziate con la gita di accoglienza a Genova.

Qui abbiamo iniziato a conoscerci meglio e secondo me è servita molto; molto significativo è stato anche il pranzo insegnanti-genitori.

Ma i veri protagonisti di questa avventura eravamo noi, pronti per un anno nuovo.

I primi giorni sono dedicati all’accoglienza, ma dopo il primo mese si inizia a lavorare seriamente: Le prime verifiche, le prime spiegazioni  e le prime interrogazioni.

Nel frattempo la classe stava diventando sempre più unita.

Il primo quadrimestre per quanto mi riguarda è stato abbastanza facile da superare, mentre il secondo era pieno di cose nuove anche un po più difficili.

Verso gennaio, al rientro della scuola il nostro prof. Gaudio ci ha resi partecipi di una lezione-spettacolo, in cui ha cantato e suonato alcune canzoni di Giorgio Gaber.

Un altro importante incontro che mi è servito molto è stato quello sul tabagismo dove ho appreso molte cose.

Il tempo volava e arrivati quasi alla fine dell’anno abbiamo fatto altre due gite.

Una in una comunità di ex tossicodipendenti molto utile, dove Vincenzo Andraous ci ha raccontato dal vivo la sua esperienza.

L’altra, a Brescia, dove abbiamo visitato tutta la città. Questa gita era collegata ad un lavoro che avevamo fatto durante l’anno su alcune città con la partecipazione del prof Gaudio e del prof Licata.

Purtroppo il tempo passa in fretta e in pochi giorni ci siamo ritrovati all’ultimo giorno di scuola.

Spero di riuscire a superare gli esami a settembre per rivivere anche l’anno prossimo un esperienza così fantastica, grazie a tutti.

shares