CROLLO DELL’IMPERO ROMANO – unni: Attila ed Ezio

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

          Unni» 374 d.C. sconfiggono in Asia gli ostrogoti e gli alani » migrazione verso occidente
               » effetto domino » i popoli minacciati da questi si dovevano spostare a loro volta verso
                  occidente riversandosi sull’impero romano
               » nomadi, rozzi, bevitori di kamon (birra) e di  medos(vino cotto), favolosi guerrieri
               » 374-422 d.C. impongono supremazia sui popoli germanici
               » 422 d.C. l’impero orientale è costretto alla richiesta di una pace in cambio di oro
               » elezione di un capo (Attila) e cambiamento dello stile di vita a seminomadi
          Attila» 434 d.C. » gli unni si uniscono sotto la guida dei due fratelli Attila e Bleda
                » 445 d.C. » Attila fa uccidere il fratello e rimane unico gestore del potere
                » nasce il desiderio di dominare il mondo e lo crede condiviso dagli dei
                » aspira a invadere l’impero romano occidentale
          Ezio» ultimo generale della storia romana occidentale
              » 390 d.C. » nasce in Illiria (è stato prigioniero degli unni)
              » conosce lingua, costumi, tecniche militari degli avversari Unni
              » raduna un esercito caratterizzato dalla mescolanza di romani, alani, visigoti, franchi
          451 d.C. » battaglia di Metz ( città presso il Reno )
                     » Attila distrugge la città e poi assedia Cenabum (attuale Orléans)
                     » Ezio riesce a difendere la città e respinge Attila
                     » battaglia dei Campi Catalaunici ( Campus Mauriacus, Troyes)
                     » Ezio prevale ma non ha abbastanza forze per sconfiggerlo
                     » Attila torna nei suoi domini
                     » dal punto di vista militare Roma regge ancora
          Attila tenta una via diversa per contrastare l’impero
          450 d.C. » Galla Placidia mentre muore promette in sposa ad Attila la figlia Onoria
                     » Onoria » sorella di Valentiniano III, figlio precedente del matrimonio con
                                       Ataulfo e imperatore di quel momento
          452 d.C. » Attilareclama il suo diritto e attacca l’Italia
                     » conquista Aquileia, Pavia e Milano » le saccheggia e distrugge in parte
                     » riceve a Mincio(Mantova) un’ambasceria di due politici e un ecclesiastico
                        (vescovo di Roma Leone I) che provano la via della diplomazia
                     » Attila si ritira
          Cause del ritiro » carestia nell’esercito unno causato da una malattia (mal’aria)
                               » tentazione del tributo in oro
                               » minaccia di un esercito forse troppo potente
          453 d.C. » morte di Attila e fine degli unni
                     » non esisteva un altro personaggio che sapeva tenerli uniti come lui
                     » tregua per i romani (relativa)
          454 d.C. » uccisione di Ezio da parte di Valentiniano III e scoppio di guerre interne
                     » Valentiniano III era geloso del prestigio che aveva conquistato con le vittorie
                     » Ezio non aspirava al potere » “ultimo romano” » raffigurava l’ideale romano di
                        servire lo stato per quello che sapeva fare (guidare l’esercito)
          455 d.C. » due ufficiali di Ezio uccidono l’imperatore Valentiniano III
                           » Roma torna ad essere senza una guida
                           » II sacco di Roma » Genserico (re dei vandali) sbarca dall’Africa ad Ostia (15 gg)
                           » Leone I riduce i massacri e riesce ad ottenere una moderazione dai vandali
                           » quando le impalcature del potere si dissolvono c’è il tentativo dei fedeli (abili
                              diplomatici) di sopperire a quello che manca = istituzioni romane
          La funzione pubblica del potere viene raccolta dalle strutture ecclesiastiche (sanno i bisogni)
          L’impero d’ora in poi è retto da imperatori deboli nominati da Costantinopoli
          Sparisce l’esercito occidentale» truppe di mercenari (eruli, scriri » origini germaniche)
          476 d.C. » Romolo(ragazzo di 13 anni, chiamato augustolo) diventa imperatore
                     » il padre Orestelo nomina imperatore perché non vuole l’incarico per sé
                     » Odoacre (guardia imperiale) uccide Oreste e depose il ragazzo imperatore
                     » rinvia a Costantinopoli le insegne imperiali » pone fine all’impero occidentale
                     » Odoacre prende il titolo di patrizio = luogotenente (non imperatore)
                     » le due sorti dell’impero hanno direzioni diverse da ora
Pubblicità
shares