Site icon Portale Scolastico | Atuttascuola

EPICURO – Epistola ad Erodoto: riassunto e commento

Libri-di-testo

L’origine del linguaggio → epistola di Epicuro ad Erodoto (75-76 nel thesaurus)

Epicuro ci dice dell’importanza della φύσις nell’insegnamento, e identifica i tre passi dell’origine del linguaggio:

  1. Φύσις: porta gli uomini a emettere suoni con un significato

→ originariamente i nomi delle cose non vengono composti per convenzione: gli uomini provando alcune

     emozioni e percezioni a partire da stimoli concreti della realtà emettono dei suoni propri in relazione alla

     particolarità di ogni stimolo

→ la risposta agli stimoli varia a seconda della diversità del popolo, determinato dal luogo in cui è nato e vive,

     proprio perché questo stimolo proviene dalla natura (sempre diversa) e non dall’uomo (uguale)

  1. Λογισμός: gli uomini danno di comune accordo dei significati convenzionali alle parole, organizzano questi suoni che ha prodotto la natura → si sviluppano lingue diversi in luoghi diversi

→ aggiunge invenzioni a ciò che è dato dalla natura in alcuni campi più velocemente di altri, e in alcuni periodi

     compie progressi maggiori che in altri

→ lentamente gli uomini catalogano convenzionalmente i suoni emessi dagli stimoli

→ conseguenza → minore ambiguità dell’espressione e dell’intesa (conseguenza qualitativa)

                             → minor tempo per la comunicazione (conseguenza quantitativa)

  1. Gli uomini più intelligenti, più capaci dal punto di vista intellettivo e filosofico introducono concetti astratti e complessi e danno loro un nome → fase totalmente taciuta da Lucrezio

→ ci sono quindi due momenti della φησις la prima e di tutti gli uomini la seconda è di alcuni uomini intelligenti

Exit mobile version