Il natale di Poirot

Condividi questo articolo!


Agatha Christie

Relazione di narrativa di Melissa Galloni

1. Titolo

Il Natale di Poirot

2. Autore

Agatha Christie

3. Riassunto

Questo romanzo narra la storia della famiglia Lee, che come tutte le famiglie si è riunita per festeggiare il Natale. L’atmosfera natalizia viene spezzata dall’improvvisa morte del padrone di casa, il signor Simeon Lee. A questo punto, iniziano gli interrogatori e le indagini per trovare l’assassino e queste ultime sono condotte dall’abilissimo investigatore Hercule Poirot, che risolverà il caso con facilità!

 

4. Personaggi

I personaggi principali sono: Hercule Poirot, l’investigatore; Simeon Lee, il padrone di casa; Alfred Lee, Harry Lee, George Lee e David Lee, tutti figli legittimi di Simeon Lee; Lydia, moglie di Alfred; Magdalene, moglie di George; Hilda, moglie di David; Pilar Estravados, la nipote di Simeon Lee; Stephen Farr, figlio di un vecchio amico di Simeon Lee; Tressilian, il maggiordomo di casa Lee; Horbury, cameriere-medico di Simeon Lee; colonnello Johnson, capo della polizia e Sugden, il sovrintendente della polizia.

Come personaggi secondari abbiamo: Jennifer, un’altra figlia di Simeon Lee ormai morta; Ebenezer Farr, vecchio amico del signor Lee, chiamato più comunemente Eb.

 

5. Spazio

La vicenda si svolge per lo più nei luoghi chiusi della casa: la stanza del padrone Simeon Lee, il salotto, la sala da pranzo, i corridoi, la cucina… anche se sono presenti luoghi aperti, come il grandissimo giardino della casa e la terrazza.

In entrambi i luoghi però, sia chiusi che aperti, il pensiero principale è l’omicidio e si le indagini si svolgono ovunque.

 

6. Tempo

Questo libro è stato pubblicato verso l’inizio del novecento, più precisamente nel 1939. La vicenda si svolge in pochi giorni e nel racconto vi sono alcune analessi, che corrispondono ai ricordi della situazione della famiglia nel passato e si riferiscono soprattutto al periodo in cui c’era ancora la moglie del signor Lee.

 

7. Stile

Nel testo vi sono elementi di lingua straniera, in particolare quella francese, ad esempio: “Mon ami”, “Pour le bon motif, c’est entendu”, “Très bien”, “Tout de même”, “Monsieur, madame, mademoiselle”, “Mon vieux, mon cher”.

Ci sono anche alcune forme in spagnolo, la più usata: “Señorita”, riferita a Pilar, la ragazza spagnola, nipote del signor Lee.

Il registro è abbastanza colloquiale.

 

8. Tecniche narrative

Nel racconto la tecnica narrativa più frequente e direi quasi sempre usata è quella del discorso diretto tra i personaggi: infatti vi sono molti interrogatori che di per sé sono discorsi a botta e risposta ed inoltre c’è un grande scambio di opinioni tra i personaggi, che si parlano direttamente.

 

9. Narratore

Il narratore, anche se compare poco, è un personaggio esterno alla vicenda.

 

10. Tematiche

In questo caso si tratta di un libro giallo e le tematiche di un giallo sono spesso le solite: omicidio o rapina commessi da un colpevole, vi sono sempre le vittime, cioè persone che a causa delle azioni dei colpevoli vengono sottomesse e devono subire quello che viene fatto loro e gli investigatori, che devono risolvere il caso, trovare i colpevoli e aiutare le persone innocenti, che spesso ci vanno di mezzo.

 

11. Commento

A me non sempre piacciono i gialli, però questa vicenda mi ha incuriosita molto e quindi la lettura è stata molto scorrevole e coinvolgente, perché leggevo proprio con il gusto di scoprire la verità dei fatti… Sinceramente non mi aspettavo questa fine, credo che non ci sarei mai arrivata e dunque mi ha colpito l’intelligenza e l’abilità dell’investigatore Hercule Poirot nel risolvere il caso con facilità!

Per finire, mi ha fatto piacere leggere questo romanzo, ma questo è grazie alla bravissima autrice Agatha Christie, che ha descritto e raccontato questa storia in modo eccellente, con una scrittura molto chiara, che forniva al lettore una visuale completa dei personaggi e della vicenda stessa!

Libri

Lascia un commento

shares