Site icon Portale Scolastico | Atuttascuola

La classe prima D

Libri-di-testo

un’esperienza indimenticabile

Tema svolto

Ero a letto e pensavo che il giorno seguente sarebbe stato il giorno che avrebbe determinato il mio futuro in quella scuola. Ero agitata e in quel momento mi venivano in mente tutte le domande possibili immaginabili. Il mattino mi sarò svegliata due ore prima! Tutta la preparazione per uscire è stata lenta ed accurata in ogni minimo particolare; me la ricordo ancora! Lapparenza al primo incontro è molto importante”, pensavo. Una volta pronta, ho preso lo zaino, che avrò controllato circa sei volte, e sono andata!! Era il momento dello smistamento nelle varie classi, la paura di ritrovarmi con compagni antipatici, brutti e cattivi” invece, per fortuna, questa è stata la classe più bella che mi sia capitata! I compagni tutti simpatici e socievoli fin dall’inizio. Ero davvero contenta e lo sono tuttora dopo un anno passato assieme. La prima gita, in montagna, è stata divertente, è servita per unirci e conoscerci ancora di più. Mi ricordo che da quella gita ho legato molto con una mia compagna, la stessa con cui questestate sono andata in vacanza!
A metà anno mi sono accorta del carattere stupendo e della semplicità di un’altra mia compagna e durante le vacanze lho sentita tutti i giorni! Ci sono state anche delle piccole liti, ma quelle ci vogliono, perché quando chiarisci sei più legato di prima. Quando ci conoscevamo tutti abbastanza bene, è iniziata quella cosa che si chiama collaborazione tra compagni. Io speravo che prima o poi ci fosse nella nostra classe, perché nelle classi che avevo avuto, sia alle elementari, sia alle medie, mancava. Mi ricordo quanto ci siamo divertiti quando siamo andati al Museo della Scienza e della Tecnica, che finita la visita siamo andati insieme a Milano. Oppure quando siamo andati alla Casa del Giovane: oltre all’uscita didattica, che è stata davvero interessante, quando abbiamo portato le panche è stato fantastico. Ci siamo divertiti troppo e abbiamo riso parecchio!
A dir la verità anche in classe stavo bene, perché in mezzo a loro ci stavo volentieri, cera una bella atmosfera. In più quando ero giù per qualcosa andato storto oppure in una giornata noiosa bastava la presenza dei miei amici per farmi sembrare tutto meno monotono.
Da questa descrizione può sembrare tutto molto superficiale, perché tutto quanto è bello, però è la verità! Dopo tre mesi di vacanza, nei quali ci siamo visti poco, perché giustamente in estate ognuno fa la propria vita, mi mancano le giornate in classe con loro, salutarli tutte le mattine quando sono mezza addormentata, allintervallo tutti al bar a prendere i panini; sembrano cose da niente ma è proprio quando non le fai più che ti mancano! È per questo che ricomincerò volentieri la scuola! Adesso staremo a vedere per i rimandati. Spero con tutto il mio cuore che ce la facciano, ce la devono fare! In ogni caso li sentirò comunque. Per il resto vorrei trascorrere un altro anno scolastico come questo, se non migliore, perché è stata un’esperienza indimenticabile!

Exit mobile version