LA DAMA D’AUXERRE – storia dell’arte

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità
DAMA D’AUXERRE

    Realizzata nella prima metà del VII sec a.C.
    È una scultura dedalica
   » realizzata dal mitico scultore Dedalo
   » personifica il predominio cretese nella scultura in calcare
   » storici chiamano “dedalica” la scultura di tutto il periodo
    Dedalo » personaggio mitico
   » compare anche nel 18° libro dell’Iliade da Omero
   » raffigurato come l’architetto, inventore, scultore per
      eccellenza; è l’artista ideale
    È il passaggio tra statuaria e scultura monumentale
   » 76 cm d’altezza » proporzioni simili alla realtà)
   » è il punto di raccordo di due statuarie
    Tentativo di dare dei volumi realistici alla figura
   » braccia e gambe assumono più volume
   » la fronte però è ancora piatta con la piega disegnata
    Raccordo tra le diverse parti del corpo è ancora rigido
   » i capelli aiutano a conferire l’idea di rigidità
   » sono formati, come quelli egizi, a salsicciotti
   » sono rigidamente simmetrici e globulari
    C’è una sproporzione tra testa, braccia e il resto del corpo
   » è la giustapposizione di volumi geometrici differenti
    » non c’è ancora una sintesi unificante nell’insieme del corpo
    Simbologia egizia influenza ancora le opere scultoree
   » capelli raccolti in rigide trecce (ingrandiscono la testa)
   » piedi grossi per indicare la stabilità + posizione stante
   » braccia nella posizione dell’offerente (era un ex voto)
   » il braccio piegato e la mano al petto come segno di offerta
    Punto di partenza per la realizzazione è l’arte vascolare
   » la figura è un insieme di livelli geometrici
   » gonna = cono; busto = cilindro; volto = ovale conico
   » gonna decorata e colorata con motivi geometrici, come vasi
   » veste è stretta in vita dalla cintura, segna le forme del busto
Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: