La terapia adottata dalla teoria dell’attaccamento

La terapia adottata dalla teoria dell’attaccamento si può riassumere nella capacità di narrare”.
Non c’è alcuna scuola bowlbiana di psicoterapia perché la sua enfasi si basava sul linguaggio non verbale delle cure del bambino.
Labilità di narrare storie è un segno di salute psicologica.
Essere capace di parlare del dolore per la perdita di un caro è il modo migliore per superarlo. John Bowlby sarebbe rimasto affascinato dalle prove che i bambini con un attaccamento sicuro diventano bravi narratori di storie nella loro adolescenza e che a loro volta avranno bambini con attaccamento sicuro; esse derivano soprattutto dal suo lavoro.
Un buon terapeuta deve coltivare uno stato di non attaccamento” nel quale le persone, le idee e le cose non vengano né evitate né ci si incolli ad esse, ma vengano viste chiaramente per quelle che sono.

Nicola Schiavone