L’amore nel matrimonio – di don Savino Gaudio

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità
            … Prometto di esserti fedele sempre nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia …
Questa è la bellissima nuova formula del Matrimonio che si celebra in Chiesa. Non più “ buona o cattiva sorte”ma “ salute e malattia” perché molto realisticamente così è fatta la vita: di gioia e di dolori. Censurare un aspetto della vita è come non fare i conti con la realtà. Forse è proprio questo il rischio del nostro tempo: non si prende sul serio la realtà, così com’è e non come vorrei che fosse. Certo le conseguenze di questo non-realismo sono disastrose perché la realtà è testarda e non la si può evadere più di tanto. Ma come si fa ad abbracciare proprio tutta la realtà? Come si può veramente accettare tutto; non c’è un limite, una misura oltre la quale è giusto dire: adesso basta?! Ho trovato uno dei tanti esempi nascosti di coppie che cercano di vivere ciò che è capitato nel corso della loro vita matrimoniale, non sfuggendo o cancellando, ma semplicemente accettando la loro realtà. Alla fine della lettura credo che il cuore di ogni uomo non possa fare a meno di esclamare con stupore: “ Ma questo è proprio ciò che mi corrisponde di più”.

Don Savino Gaudio

        L’amore vince tutto[1]

… Ma proprio tutto? Anche ciò che sembra invincibile come il male, l’odio, le guerre e poi le malattie, la disperazione, la solitudine?… Certo, parliamo non di “amore” come sentimento e neanche come buona intenzione o peggio, ma l’Amore come una Persona: “Dio è amore” ci ha ricordato il Papa nella sua prima Enciclica: “Dio ama tutto l’uomo, aggiunge – che facendosi uomo egli stesso, lo segue fin nella morte e in questo modo riconcilia giustizia e amore”. Infatti, come possiamo da soli vincere tutto ciò che ostacola la natura del nostro amore che è fatta per il bene? Penso ai papà e alle mamme che guardano con trepidazione crescere i loro figli che, a volte, si allontanano dai loro insegnamenti. “Come mai mio figlio si è allontanato dalla Chiesa? Eppure l’ho sempre educato nell’Amore di Dio”. Queste confidenze che raccolgo, parlando con tanti genitori, non sono purtroppo solo delle eccezioni. Ma in realtà incontrando i giovani e amandoli uno per uno, ci si accorge che la loro lontananza non è da Dio, ma da un formalismo, da un moralismo da cui con decisione e umiltà ci dobbiamo liberare anche noi adulti. Queste semplici considerazioni solo per dire che c’è tra noi Colui che solamente può farci rinascere tutti al gusto della vita. L’amore vince tutto perché l’amore è Uno presente tra noi, è Gesù che ci ha detto: “Non abbiate paura, io sarò con voi tutti i giorni, sino alla fine del mondo”.

Il Parroco don Savino Gaudio



[1]È la traduzione della frase latina “Omnia vincit amor” di Publio Virgilio Marone (Bucoliche X, 69).
articolo pubblicato su “Uno Sguardo in Dergano”
Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: