Le città marinare

 Clicca e scarica la presentazione usata per il video ad un prezzo etico qui sotto:

Città marinare power point

STORIA MEDIOEVALE

Le città marinare

prof. Luigi Gaudio

Le città marinare

Quattro città italiane tra guerra e commercio

Le repubbliche marinare:

Amalfi

Pisa

Genova

Venezia

 

Le repubbliche marinare

Cosa sono le repubbliche marinare?

Si tratta di città indipendenti dotate di:

una propria moneta accettata in tutto il Mediterraneo;

una propria flotta, commerciale e da guerra;

uno o più fondachi, magazzini e alloggi per i mercanti stranieri;

un corpo di consoli, rappresentanti della città nei vari porti del Mediterraneo.

 

Le repubbliche marinare nascono per:

• difendersi dagli attacchi dei pirati saraceni;

• contrastare il dominio degli arabi sul Mediterraneo.

Nel tempo, esse:

• stabiliscono stazioni commerciali in tutto il Mediterraneo;

• entrano in rapporto con il mondo arabo e l’impero bizantino;

• diventano il tramite degli scambi commerciali tra Europa occidentale e Mediterraneo arabo-bizantino;

 

Amalfi

La prima città italiana ad affermarsi

sui mari fu Amalfi, in Campania; essa

  • importava tessuti dall’Oriente;
  • vi esportava olio d’oliva.

Amalfi ebbe relazioni soprattutto con Costantinopoli e l’Egitto.

Emanò le Tavole Amalfitane, un codice di diritto nautico usato nel Mediterraneo fino al XVI secolo.

• Centro attivissimo dei commerci col Levante (colonie commerciali)

• Uso della bussola

• Primo  tentativo di codificazione mercantile: Tavole Amalfitane

• 1131: sotto il dominio dei Normanni

• 1135: distruzione quasi completa da parte di Pisa

 

Pisa e Genova

Dopo Amalfi, acquisirono importanza le città

di Pisa, in Toscana, e Genova, in Liguria; esse

  • sottrassero ai Saraceni le isole del Tirreno e le Baleari;
  • successivamente si scontrarono nella Battaglia della Meloria (1284), vinta dai genovesi.

 

Pisa

• Seconda metà del X secolo: autonomia

• Pisa e Genova contro i Musulmani

• Sforzo militare e mercantile → conquista della Sardegna (Pisa) e della Corsica (Genova)

• Crociate → potenza economica più grande: colonie nel Levante

• Pisa « Genova: battaglia della Meloria (1284) → grave tracollo di Pisa

1405: conquista fiorentina

 

Genova

• Metà del X secolo: autonomia

• Intenso traffico con i porti del Mediterraneo

• Crociate: trasporto degli uomini e dei rifornimenti → concessione di eccezionali privilegi negli Stati cristiani di Oriente, numerose colonie

• Rivalità con Venezia → Genova verso il declino

• 1381: sconfitta di Genova

 

Venezia

La più importante repubblica

marinara fu Venezia, in Veneto; essa

  • ebbe stretti legami con l’Impero bizantino;
  • dominò fino al XVI secolo il mare Adriatico e i commerci nel Mediterraneo orientale;
  • si espanse anche sulla terraferma (Veneto, Friuli e Venezia Giulia, Lombardia orientale, Istria e Dalmazia).

 

Sviluppo del potere veneziano

DA

Invasione longobarda (568) flusso di rifugiati per la laguna veneta (118 isole)

Dominio bizantino secolo X: autonomia

 

A

Potenza economica dei ceti mercantili → potenza politica

• Costituzione complessa

• Doge (etimologia: dux → duca → doge)

• Consiglio Minore (del popolo)

• Consiglio dei Pregadi (“pregati” dal doge di partecipare alla seduta): le decisioni più importanti

• Consiglio Maggiore (tutti i nobili maggiorenni): elezione dei dirigenti della Repubblica, approvazione delle leggi

• Consiglio dei Dieci: funzioni inquisitorie

• Regime aristocratico (patriziato di origine mercantile)

Audio Lezioni di Storia medievale del prof. Gaudio

Ascolta “Storia medievale” su Spreaker.