Le foibe

Le foibe

prof. Luigi Gaudio

Giorno del ricordo perché il 10 febbraio 1947?
Perché il 10 febbraio 1947 è stato il giorno della firma dei trattati di pace di Parigi

Gli iugoslavi non sono stati i primi ad usare le foibe

Discariche naturali, i Tedeschi hanno usato le foibe per nascondere spesso arnesi, come era già  avvenuto ad alcuni eserciti sul fronte della prima guerra mondiale, talvolta cadaveri scomodi, analogamente a quanto accadde alla Fosse Ardeatine, mentre gli slavi per uccidere in un modo disumano, come fecero i fascisti e i nazisti a Budapest mentre stavano arrivando i russi a liberare la città  ungherese, cioè legando insieme dei prigionieri (due sulle sponde del Danubio, qui invece un bel gruppo di persone, poi sparando al primo della fila, che diventando un peso morto, trascina con sé quelli legati, costringendoli a una fine atroce nel fondo attendendo la morte senza nessuna possibilità  di salvarsi in alcun modo.

Questo però non è il solo modo con il quale gli jugoslavi hanno decimato gli oppositori: essi furono “epurati” anche con fucilazioni e deportazioni in campi di prigionia.

Cosa sono le foibe?

Queste cavità  carsiche, dove prima della seconda guerra mondiale erano gettate carcasse di animali, o residuati bellici della prima guerra mondiale, furono poi utilizzate per nascondere alla vista i cadaveri degli italiani giustiziati, dal momento che potevano essere profonde anche centinaia di metri.

Le foibe

La più famosa, quella di Basovizza, era in realtà  una cava, ma fu poi utilizzata come “foiba”, e siccome era molto capiente, accolse nelle sue profondità  uno strato fatto di migliaia di istriani, gente comune che svolgeva il suo compito nella società  di finanziere, insegnante, ecc… e che aveva come unica colpa l’orgoglio di dichiararsi italiana.

Norma Cossetto

Emblematica la storia di norma Cossetto, giovane studentessa universitaria italiana, allieva di Concetto Marchesi a Padova, dichiaratamente comunista, giustiziata dai partigiani jugoslavi solo perché il padre era stato un gerarca fascista. Il cadavere fu poi ritrovato e riconosciuto dai parenti grazie ai vestiti che aveva indosso. Norma Cossetto ha ricevuto una laurea ad honorem dall’Università  che stava frequentando.

Come essere oggettivi?

Il rischio sulle foibe è di giudicare per partito preso. Su questo argomento, pertanto, suggeriamo di seguire la visione imparziale e fondata del prof. Raoul Pupo, docente di Storia contemporanea all’Università  di Trieste.

Audio Lezioni di Storia moderna e contemporanea del prof. Gaudio

Ascolta “Storia moderna e contemporanea” su Spreaker.