L’evasione di Kamo

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

ALBERTO GERANELLI , RICCARDO VARLIERO, CERIANI SIMONE – 2°F

Levasione di Kamo

Di Daniel Pennac

 

Daniel Pennac

Nato a Casablanca nel 1944, scrittore francese che, dai libri per l’infanzia in cui protagonista è Kamo, passò a subitanea fama con Il paradiso degli orchi (1985), primo dei romanzi che hanno come protagonista Benjamin Malaussène, di professione capro espiatorio. Surreali, imprevedibili, affidate a un’ironica “illogica scombinatoria”, le avventure di Malaussène, da La fata carabina (1989) a La prosivendola (1990) a Monsieur Malaussène (1995), hanno fedeli lettori in tutto il mondo. Più recente è il romanzo Signori bambini (1997), storia di tre ragazzini dodicenni che si risvegliano adulti e scoprono che i genitori sono tornati bambini. Pennac è anche l’autore del saggio Come un romanzo (1992), nel quale si è interrogato, in una prosa vivace, sulle ragioni che allontanano i giovani dalla lettura. Trovò i maggiori successi nel genere poliziesco, creando Benjamin Malaussène, un personaggio che si muove con la sua famiglia nel quartiere parigino di Belleville. Nel 2000 passò al fumetto, pubblicando con il disegnatore Jacques Tardi, La débauche, opera che racconta le vicende di un disoccupato chiuso in una gabbia dello zoo e angariato da manager disumani.

Riassunto Del Libro:

Ogni anno la madre di Kamo fa un viaggio per tutta la Russia e dintorni per scoprire le sue origini, e ogni anno Kamo va dal suo migliore amico, Daniel. Così tutti insieme (la famiglia di Daniel e kamo vanno in montagna). Ma ecco che un giorno il padre di Daniel, Pope ripara la vecchia bici cecoslovacca di suo nonno e la regala a Kamo. Egli però non ci vuole salire dato che ha la fobia delle bici, così ogni volta che Daniel e la sua famiglia andavano in bici Kamo rimaneva a casa a cucinare e rimettere a posto. Un giorno però kamo ricevette la prima telefonata di sua madre e per raggiungere Daniel al pic-nic prese la bici e vinse la sua fobia. Così tornati dalla montagna Daniel e Kamo andavano sempre a scuola in bici. Un giorno davano al cinema a mezzanotte “Cime Tempestose il film preferito da kamo, e, con molto suppliche, lui e Daniel riuscirono ad avere il permesso di andarci in bici. Durante il viaggio, però, Kamo era distratto e una macchina che veniva in senso opposto, a zig-zag, gli andò addosso; il suo orologio segnava le 11. Dopo pochi minuti kamo era allospedale, e i genitori di Daniel decisero di non dire niente a nessuno, tranne a sua madre, che purtroppo non si trovava. Allora Daniel chiama Lanthier il grosso e gli spiega laccaduto e Lanthier gli suggerisce di pensare solo a Kamo dicendogli che gli darà una mano. Così fecero per una settimana e ogni giorno andavano a trovare Kamo, il quale parlava una lingua strana, che Daniel identificò con Russo. Ogni tanto Kamo diceva anche vari nomi, sempre russi, e faceva delle strane richieste, come ad esempio 2 lime, delle cipolle e dello zucchero. Poi un giorno dopo molti giorni di silenzio kamo riparlò, ma era affaticato, stava passando per la Siberia e con lui cera un vecchio lupo affamato che aspettava loccasione per mangiarlo, e kamo diventava sempre più bianco e debole. Poi però il giorno dopo Daniel e Lanthier non videro più kamo nel suo letto e decisero di andarsene. Ma mentre stavano uscendo ecco Kamo in un letto e dice che è tutto a posto. Così i 3 si raccontano molte cose e kamo dice che ciò che diceva in convalescenza glielaveva raccontato sua nonna Melissi, moglie di Kamo. Ma ecco entrare nella stanza la madre di Kamo tutta preoccupata. Lei racconta di come è morto il nonno di Kamo: Stava andando alla stazione per rivedere Melissi ed era in bici non proprio sulla destra; una macchina nera a fari spenti non teneva proprio la sinistra, ed ecco. La madre di Kamo gli consegno anche un regalo che Melissi aveva lasciato allambasciata prima di morire. Era un orologio di quelli vecchi, il vetro era rotto e le lancette segnavano le 11:00

Personaggi:

Ho deciso di elencare le caratteristiche dei personaggi in una tabella molto semplice che si trova in fondo a tutto lo schema di analisi del testo.

Spazio:

     La vicenda si svolge a Parigi

Tempo:

     Il tempo non viene espresso nella storia

Stile:

Il linguaggio dellautore è litaliano e non sono presenti forme di dialetto. Fa eccezione quando kamo ammalato parla in Russo ma solo una parola.

Tecniche Di Presentazione:

Sono presenti principalmente discorsi diretti con qualche pensiero o descrizione da parte dellautore o di altri personaggi.

Narratore:

Il narratore è lamico di Kamo e conosce solo i fatti che gli accadono o quelli che gli vengono raccontati

Commento:

Il libro mi è piaciuto molto e ho letto anche gli altri due racconti. Tra tutti e tre il peggiore e “LAgenzia Babele. Invece se dovessi scegliere tra gli altri 2 libri sarei davvero indeciso, visto che:

*      “Levasione di Kamo è molto sentimentale e forse è anche il più realistico dei 3 libri che ho letto

*      “Io e Kamo invece è molto più fantasioso, ma fa capire quanto può essere importante una famiglia

Levasione di kamo è un libro molto pieno di significato dato che definisce la vita come unopportunità da non perdere e ci invita a non sprecarla, e probabilmente è proprio questo che mi ha fatto scegliere di relazionare questo libro.

 

NOME

CARATTERISTICHE

PSICOLOGICHE

Mamma

È molto sicura di sé e riesce a dare una mano a tutti

Narratore

Ha una personalità che lo porta cercare una soluzione a tutto

Kamo

È molto simpatico, ma forse è in po troppo spensierato

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: