L’insensatezza della proposta di valutazione della Fondazione Agnelli – di Enrico Maranzana