Non perdiamo l’occasione di cambiare la scuola

 

Non perdiamo l’occasione di cambiare la scuola

Comitato per una riforma dell’istruzione che promuova la qualità e la libertà

2001

Dopo decenni di crisi sempre più grave del sistema scolastico è possibile che, in Italia, si apra finalmente un processo di riforma che rilanci la scuola all’insegna della qualità e della libertà. Fare della scuola il luogo del rapporto educativo, formativo e di istruzione, non una macchina burocratica. Fondarla su di una autonomia che esalti la professionalità, la responsabilità e la libertà dei docenti e tuteli il diritto degli studenti ad una preparazione seria ed adeguata ai tempi. Creare le condizioni perché studenti e genitori possano davvero far valere le proprie esigenze. Garantire una scuola attenta ai bisogni delle diverse età. Dar vita anche in Italia ad un robusto sistema di formazione professionale, accanto a quello scolastico. Assicurare un controllo trasparente ed effettivo sulla qualità dell’insegnamento. Consentire davvero a ciascuno di scegliere tra diverse offerte formative, tra le scuole statali e le scuole paritarie accreditate nel sistema pubblico. Per la prima volta una riforma di questo segno sembra a portata di mano. Al di là del consenso o del dissenso su alcune particolari proposte, ci ritroviamo – donne ed uomini di diversa impostazione politica e culturale quali siamo – nell’impegno comune di incalzare governo e parlamento, istituzioni regionali e forze politiche perché, ciascuno nella propria responsabilità proceda con coerenza e con rigore su questa strada, investendo nell’istruzione le risorse necessarie, come già annunciato dal Governo. A questo scopo vogliamo promuovere un comitato per una scuola di qualità e di libertà, aperto alla firma di quanti condividono le nostre idee. Il Comitato si propone di dar vita nei prossimi giorni e nei prossimi mesi ad iniziative pubbliche per fare in modo che questi obiettivi non restino sulla carta. La prima di queste iniziative è quella di dedicare il 15 dicembre ad una mobilitazione nazionale: Una firma per la Riforma”. I cittadini, le associazioni, i partiti, i rappresentanti del mondo della scuola e dell’università, sono invitati a promuovere la raccolta delle firme in tutte le scuole e le città d’Italia. Non devono prevalere quanti, ancora una volta utilizzando le ricorrenti e programmate occupazioni stagionali del primo trimestre, vogliono in realtà conservare i meccanismi tradizionali che degradano sempre di più la scuola, facendone pagare le conseguenze più gravi in primo luogo ai figli delle classi più deboli della nostra società. Il Paese non può più permettersi di perdere questa occasione: è in gioco il futuro della nostra società ed il nostro ruolo nell’Europa di domani.

Primi Firmatari del manifesto:

Ferdinando Adornato Presidente Commissione Cultura Camera

Francesco Alberoni Sociologo

Pupi Avati Regista

Antonio Baldassarre Presidente Emerito Corte Costituzionale

Giancarlo Cesana Docente Universitario

Michele Coccia Docente Universitario

Adriano De Maio Rettore Politecnico di Milano

Vittorio Mathieu Accademico dei Lincei

Angelo Maria Petroni Direttore Scuola Superiore Pubblica Amministrazione

Luisa Ribolzi Sociologa dell’educazione

Fabio Roversi Monaco Presidente A.I.C.C.O.N.

Carlo Secchi Rettore Università Bocconi

Etheldedra Serravalle Esperta di Politiche Formative

Antonio Socci Editorialista

Lorenzo Strik Lievers Esperto di Politiche Formative

Stefano Versari Comitato Società Civile

Riccardo Viale Direttore Fondazione Rosselli

Giorgio Vittadini Docente Universitario

Hanno già aderito

Sandro Aldisio Direttivo D.i.r. Presidi di Milano

Luigi Binanti Docente Universitario

Don Bruno Bordignon

Gabriele Cané Giornalista

Alberto Carpinteri Docente Universitario

Enrico di Robilant Opinionista

Stefania Fuscagni Docente Universitario

Onorato Grassi Docente Universitario

Lelio Lantella Docente Universitario

Savino Melillo ex Sottosegretario allIstruzione

Clementina Melotti Boltri Insegnante elementare

Antonio Palma Docente Universitario

Roberto Pellegatta Dirigente Scolastico

Silvio Scanagatta Docente Universitario

Claudio Tanzi Dirigente scolastico

Pierluigi Zannini Docente Universitario

Luigi Gaudio Webmaster Atuttascuola 

Associazioni

Fondazione Nova Spes

Agesc

Aninsei

Comitato politico scolastico non statale

Alternativa Studentesca

Azione Studentesca

Liste della Libertà nella Scuola

Movimento Scuola Libera

Associazione culturale il Cortile” – Milano

AESPI

Comitati per le Libertà

FAES

CNOS Scuola

CIOFS Scuola

FMA

Compagnia delle Opere

Rainbow- ITALIA

Fondaziona Nova Res Publica

Le adesioni possono essere inviate alla sede del Comitato :

per posta : Via del Pozzetto,122 -Roma

per fax : 06/69200650

e-mail : una_firma_per_la_riforma@yahoo.it