Protocollo d’intesa tra M.P.I. e Unioncamere


 Iniziative dirette a favorire il raccordo tra formazione e mondo del lavoro. Interventi nelle aree depresse finanziati dal CIPE – Bando 2001.

                La collaborazione tra M.P.I. ed Unioncamere muove dalla convinzione che sia necessario stimolare la nascita sul territorio di idonei collegamenti tra scuole ed imprese attraverso un ruolo attivo delle Camere di Commercio provinciali..

                Queste ultime, per la loro riconosciuta dimensione istituzionale, per la  loro  missione diretta a sostenere lo sviluppo nell’interesse generale del sistema delle imprese e dell’economia locale nonché per l’ampia rappresentanza degli attori sociali presenti nei propri organismi,  assumono un ruolo centrale nel raggiungimento dell’obiettivo nazionale ed europeo diretto a favorire il raccordo tra scuola e mondo del lavoro.

                In attuazione del protocollo d’intesa sottoscritto il 27.9.1999  unapposita commissione di studio ha individuato una serie di iniziative dirette a realizzare esperienze diffuse sul territorio, tra scuole ed imprese,  inserite nel nuovo bando indicato in oggetto e reperibile sul sito istruzione.it .

Il Bando prevede azioni a carattere diffuso, come i tirocini aziendali e le imprese formative simulate, ed altre a carattere sperimentale. Tra queste assumono particolare valenza le azioni integrate per lo sviluppo locale” che hanno lo scopo, tra l’altro di avviare interventi di sistema con il ruolo determinante degli Organismi Camerali (AsseforCamere a livello nazionale, Camere di Commercio e/o loro Aziende Speciali a livello locale).

                Queste azioni verranno seguite dagli scriventi in modo particolare, sia attraverso un monitoraggio nazionale sia attraverso un sistema di portali via internet, anche al fine di  promuoverne la diffusione.

                Si confida nella disponibilità degli organismi in indirizzo per l’attivazione di sinergie territoriali che favoriscano la realizzazione di progetti ed iniziative diretti a connettere questi due sistemi. Tale auspicio, indirizzato a tutto il territorio nazionale, assume una particolare connotazione la dove sono presenti aree depresse” verso le quali il MPI, grazie ai fondi del CIPE ed anche del Fondo Sociale Europeo, sta concentrando prioritariamente il proprio intervento.

                Nella speranza che alla collaborazione degli organismi nazionali facciano seguito fattive intese a carattere locale tra Istituzioni scolastiche, Camere di Commercio ed imprese, si coglie l’occasione per ringraziare quelle Camere di Commercio e quegli Enti Locali, che già da tempo stanno svolgendo un ruolo attivo in questa direzione.

 

 

MINISTERO PUBBLICA ISTRUZIONE                                       ASSEFORCAMERE  – UNIONCAMERE

 IL CAPO DIPARTIMENTO                                                   IL PRESIDENTE                               

     Giovanni Trainito                                                                                Pierfrancesco Pacini