Sezione 4 – Web Marketing Watch

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

> Google punta sui video

Sembra che Google dopo tanti servizi in Beta si sia deciso a puntare su uno in particolare: i video.
Nelle ultime settimane ci sono stati alcuni movimenti importanti:

  • Google ha rifatto la grafica del servizio Video, copiando da YouTube
  • Google ha strettp un accordo con MTV per riprodurre alcune parti in Google Video
  • Google, nella home page in inglese, ha sostituito la voce Gruppi con Video

Hey Google, non ti manca che inserire i Tag in Google Video.

> Il Time Magazine ed i 50 siti migliori

Da Motoricerca.net apprendo che tra i 50 siti da non perdere del Time Magazine (classifica annuale), ci sono 4 motori di ricerca: Snap, Accoona, Picsy e Kosmix. Ecco i top 50.

> La struttura del sito

Nei commenti del post “Ma i mini-siti sono sempre validi“, Sole, dice che gli piacerebbe molto andare oltre le domande sull’ottimizzazione della paginetta e che vorrebbe leggere come scegliere le sottocartelle, domini di terzo livello, suddivisione del sito in sezioni, struttura link. Sono molto felice di questo per ovvi motivi, quindi, andiamo oltre quella paginetta per quanto riguarda il SEO:

  • Sottodominio o cartella?
    Dipende. Linkare entrambi dalla home page gli offre la stessa forza, quindi per quanto riguarda il posizionamento è indifferente l’uso che si vuole fare.
  • Quando è meglio usare un sottodominio e quando una cartella?
    Quando il contenuto che stai per creare non è proprio a tema con il tuo sito allora è meglio fare un sottodominio. La vera forza del sottodominio è che si può trattare come un sito diverso e quindi si ha più facilità ad iscriverlo nelle directory, più facilità di promozione anche a livello di branding, possibilità di fare molti più scambi link etc etc.
  • Suggerimenti per una cartella/sottodominio:
    Suggerisco sempre di non linkare mai la index, ma di dare un link diretto al sottodominio e/o cartella, così se la vostra pagina si chiamasse http://www.atuttascuola.it/web-marketing-watch-settembre-2006/ e voi vorreste cambiare linguaggio usando il php, non si presenterebbe nessun problema nel farlo.
  • Come posso suddividere il sito in sezioni?
    Diciamo che consiglio sempre di fare delle macro-sezioni principali con dentro almeno 20-30 pagine di contenuto. Questo ovviamente in generale e dipende dai siti, però, è sempre bene avere un sito informativo con tanti approfondimenti. Pensiamo un attimo ad un sito con informazioni sugli animali, come suddividerlo? Io per esempio farei Animali > Animali Domestici > Pesci > e poi qui tutte le informazioni con altre sottocategorie dedicate ai vari diversi tipi di pesci, agli acquari, al mangiare…etc etc

> Ma i mini-siti sono sempre validi?

Questa è una delle domande che ho letto nel mio forum e che mi ha fatto riflettere. Un pochino come quelle: ma lo scambio link serve ancora?
La mia risposta, a me stesso, non è una risposta secca, che in fin dei conti si dovrebbe ridurre ad un classico ma sempre amato “dipende“, ma è un’altra domanda: e a questi, chi gli ha detto che ora non valgono più?

Ma vuoi vedere che c’è qualcuno nel mondo Seo che cerca di confondere gli utenti che voglio solo imparare?
E’ un mestiere duro. Ogni tanto invece leggo: un professionista non ti dirà mai i suoi trucchi!
Ma dai ragazzi, ancora con i trucchetti, con i Div, con i segreti. Ma quale professionista e professionista, un vero professionista fa marketing, altro che trucchi per il SEO. Oggi, nel 2006, dove ottimizzare la paginetta è solo un’azione che con 30 secondi si risolve con un ottimo risultato, quello che fa da padrone è il web marketing. Come ricevere link.

Prima di creare delle Faq per gente nuova di questo mestiere, metto qui un’anteprima di domande e risposte, per Smacumbizzare questi “Maghi del SEO”:

  1. Ma i mini-siti sono sempre validi?
    Dipende. Che obiettivo ha questo minisito? Devi presentare un piccolo prodotto? devi spingere un altro sito? Devi piazzarti per una chiave particolare? Bene, basta non copiare i contenuti dai tuoi siti e presentare un Mini-Sito originale per poi fare una promozione dove punti a prendere link da siti che non ti hanno mai linkato. Si che valgono!
  2. Ma gli scambi link servono?
    Dipende. Che scambio link? in una pagina linkata al terzo livello partendo dalla Home con 250 link o in una pagina linkata dalla home dove ci sono tre link in uscita? Certo che valgono gli scambi link, inizia a selezionare i siti di qualità del tuo stesso settore con pochi link in uscita e vedi come valgono.
  3. Meglio scambi link o recensioni?
    Dipende. Come è fatta questa recensione? Ha link con URL strani tipo ? e &? E’ linkata da almeno una pagina che a sua volta è linkata dalla home page? Bè, se la recensione è linkata direttamente da una pagina di secondo livello (pagina linkata dalla home page) e presenta URL statiche, allora meglio una recensione dove tu puoi tematizzare la pagina che ti linka e puoi inserire più link (utili per inserirli nelle pagine interne).
  4. E’ più importante un h1 o un b?
    Dipende. Un h1 è più importante di un tag b, per il semplice fatto che l’h1 rappresenta il titolo. Allora perchè dipende? Perchè ci possono essere dei motori che ignorano i tag nel body per valutare il sito; in un futuro i motori aumenteranno l’importanza dei fattori Off Page. Quindi, la differenza di importanza tra un h1 ed un tag b può essere colmata con un semplice link.
  5. Ma i veri professionisti diffondono la propria conoscenza?
    Dipende. C’è chi lo può fare, chi non lo può fare, chi lo vuole fare e chi non lo vuole fare. Hai sbagliato a fare la domanda: Ci sono professionisti che diffondono la propria conoscenza? Ecco, già questa è una domanda migliore.
    Dipende. Si che ci sono, ma dipende, perchè altri “professionisti” (Autoproclamatosi) diranno sempre che non è vero e che chi lo fa non è mica un professionista.

Il SEO non è fatto di trucchi e offrire il proprio sapere non può che migliorare tutti quanti. L’arma vincente non è un h1, non è un b, ma è l’innovazione e l’anticipare i tempi, presentando un prodotto valido.

Bando alle ciance e mi raccomando, una volta che avrete trovato una struttura ottimale per voi, non state lì a pensare ai Tag, ma sforzatevi a produrre contenuti originali ed a promuovere il vostro sito (concorsi, regali, riconoscimenti, segnalazioni e tanto altro).

Giorgio

P.S. ti stai chiedendo cosa è una struttura ottimale? Esempio vendita computer


Ecco, avete già raggiunto una buona ottimizzazione, preoccupatevi dei link ora 

UPDATE 23:24: ho proposto al forum di commentare il mio “articolo”, è venuta fuori una bella discussione, da leggere.

> Adwords immette la feature per la stima dei click non validi

Con una news sul blog ufficiale di Google Adwords si annuncia una features che stima i click non validi…quindi siamo già a buon punto? Si potrà mai bloccare questo fenomeno. Personalmente penso che si può ridurre….ma bloccarlo è quasi impossibile. Ecco il post nel blog ufficiale di Google Adwords.

> Parli Adsense?

Così nel blog ufficiale di Google Adsense si annuncia l’uscita di un glossario molto utile per fare dimestichezza con il programma.
Ecco qui il glossario mentre questo è il post ufficiale: do you speak AdSense?

 

Indice | Sezione 1 | Sezione 2 | Sezione 3 | Sezione 4 | Copiami | Guide Utili

Credits: questa guida è stata realizzata da Web Marketing Tools
e promossa da 3 Web Marketing & Madri Web Marketing

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: