A Trieste sono stati ricordati in Tribunale gli avvocati epurati dalle leggi antiebraiche del 1939

Ottanta anni fa, nei primi mesi del 1940, si concludeva il processo di esclusione di avvocati e procuratori ebrei dagli Albi professionali ordinari, decretato dal regime fascista con la legge del 29 giugno 1939 n.1054.
L’Ordine degli Avvocati di Trieste ha ritenuto necessario non dimenticare una pagina inaccettabile della nostra storia. In questo Foro 33 furono i professionisti iniquamente colpiti dalle leggi antiebraiche.
Una Targa è stata dedicata alla loro memoria nell’atrio centrale del Palazzo di Giustizia di Trieste ed è sta scoperta al termine della cerimonia alla quale hanno partecipato gli studenti della classe 5 I del Liceo “Francesco Petrarca” di Trieste che hanno svolto la ricerca nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro per individuare i nomi delle persone colpite.  Lo studio si è svolto in collaborazione del Dipartimento di Scienze Giuridiche, del Linguaggio, dell’Interpretazione e della Traduzione dell’Università di Trieste e del Museo della Comunità Ebraica di Trieste “Carlo e  Vera Wagner”.
La Direttrice del Dipartimento IUSLIT, prof.ssa Lorenza Rega è intervenuta alla celebrazione assieme al Magnifico Rettore, prof. Roberto Di Lenarda.