Alcol: non farlo diventare un problema

Il regime fascista promosse numerose campagne contro l’alcoolismo e inaspr’ le pene; la fabbricazione, la somministrazione, la vendita e il consumo di sostanze alcoliche erano sottoposte ad una disciplina, sia di carattere amministrativo, sia di carattere penale piuttosto rigida e severa (disposizioni fiscali, controlli delle autorità sanitarie, divieto di vendita in alcuni giorni, divieto di somministrazione degli alcolici ai minori e agli infermi di  mente). Nella Costituzione è raro trovare una normativa che riguardi specificamente la materia dell’alcoolismo anche se ci sono vari articoli                        che si riallacciano a doveri e a diritti dei cittadini, al volontariato, alle competenze sanitarie e sociali delle Regioni e degli enti locali. (Art.2, 3,13, 27, 32,38, 117 della Costituzione) Excursus storico (2)

Pagina realizzata dalle  al’unne BARBAGLIA Veronica, CUCCO Paola e PASTORI Paola