Da Tiberio a Claudio l’impero dei Giulio Claudii

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Da Tiberio a Claudio l’impero dei Giulio Claudii

Da Tiberio a Nerone

Il successore di Augusto, Tiberio, intende continuarne la politica. Egli infatti, insieme con Claudio, rappresenta un modello occidentale di imperatore: l’imperatore che non si proclama e non si fa adorare come un dio. Egli fu molto criticato ai suoi tempi, e il ritratto che ne fecero Svetonio e Tacito fu di un uomo incapace, che tendeva a scaricare le responsabilità e temeva il confronto. Egli, secondo gli storici moderni, era sicuramente meno affabile di Augusto, ma altrettanto efficace nella gestione del potere, non gettò Roma in inutili e sanguinose guerre di conquista, risanò le casse dello stato, e consolidò l’impero ai danni delle oligarchie senatorie. Forse proprio per questo fu odiato dagli storici e dai biografi, che appartenevano a quella classe. Egli inoltre era ragionevolmente preoccupato del peso del potere, di cui sentiva effettivamente la responsabilità e i rischi.

Incominciano sotto il suo impero infatti le rivalità e le macchinazioni politiche. Di una di queste trame fu protagonista Agrippina Maggiore, nipote di Tiberio e moglie di Germanico, un ambizioso generale morto in circostanze misteriose il 19 d.C. Lei fu accusata di tradimento, esiliata, si uccise in esilio.

Seiano era il potente prefetto del pretorio, che trasferì direttamente a Roma le truppe dei pretoriani, aumentando così il suo potere. Quando Tiberio si ritirò per alcuni anni a Capri, egli divenne il padrone incontrastato di Roma, e ideò una congiura per destabilizzare Tiberio, ma la congiura fu sventata e lui fu condannato a morte.

Il successore di Tiberio, Caligola, figlio di Germanico, fu acclamato imperatore dalle truppe e benvisto inizialmente dal Senato. Egli, come Nerone, incarna il modello orientale di sovrano, che si autoproclama Dio, e che si sente particolarmente lontano dal senato e vicino al popolo e all’esercito. Alla plebe e ai soldati infatti fece molte donazioni, che misero però in seria difficoltà le casse dello stato, risanate da Tiberio. Egli fece nominare un cavallo senatore non perché pazzo, come voleva la storiografia senatoria, ma perché voleva così dimostrare la perfetta inutilità delle magistrature repubblicane. Con i suoi eccessi e il suo dispotismo riuscì solo a coalizzare tutti, a Roma e nelle province, contro di lui, e fu ucciso con una congiura.

I senatori intravidero per un attimo, con la morte di Caligola, la possibilità di un ripristino della repubblica, ma i pretoriani, consapevoli che il loro potere sarebbe scomparso se non ci fosse stato un imperatore, scovarono, quasi intimorito e nascosto, l’unico della dinastia giulio-claudia disponibile al momento, Claudio, e lo nominarono imperatore con il favore del popolo. A questo punto il Senato non poté far altro che ratificare la sua nomina.

Egli in realtà si mostrò un ottimo sovrano: era infatti colto e moderato, attivo e operoso.

Sotto Claudio su completata la conquista della Britannia, fu concessa la cittadinanza romana ai Galli, e alcuni liberti diventarono funzionari imperiali. Egli infatti adottò il criterio che il potere non doveva andare ad una persona per l’appartenenza ad una certa famiglia, ma per i suoi meriti.

Claudio fu un po’ troppo debole nei confronti delle donne.

Le sue due mogli furono infatti protagoniste sotto il suo regno. La prima, Messalina, per gli scandali e i rapporti molteplici e non nascosti con più uomini, tanto che Claudio fu costretto a farla uccidere quando si sposò pubblicamente con un altro uomo che voleva far diventare imperatore al posto di Claudio.

La seconda moglie, Agrippina, ebbe suo zio Claudio come terzo marito. In realtà il suo scopo era quello di ottenere sempre più potere per sé e per il figlio nato dal primo matrimonio, Nerone. Per far questo convinse il marito ad adottare Nerone, che divenne suo successore al posto di Britannico, il figlio di Claudio. Poi probabilmente avvelenò Claudio, e pose sul trono Nerone, che influenzò e guidò fino a quando lo stesso Nerone, esasperato, la fece uccidere.

Nerone comunque nei primi quattro anni dell’impero, si fece consigliare dal prefetto del pretorio Burro e soprattutto dal suo precettore il filosofo Seneca, in perfetto accordo e sintonia con il senato.

Proprio l’assassinio della madre, nel 59 d.C:, determinò una svolta improvvisa. Con il tempo Burro fu ucciso e sostituito da Tigellino, sua moglie fu da lui uccisa e sostituita con Poppea, e Seneca fu progressivamente allontanato dalla corte.

Nel 64 si sprigionò un incendio che devastò un intero quartiere di Roma, sul quale poi Nerone farà costruire la sua Domus aurea, ma in realtà non fu lui ad appiccare l’incendio. Per distogliere le accuse, Nerone incolpò i cristiani, avviando così la prima persecuzione il larga scala di essi.

Poi svalutò le monete d’argento, possedute soprattutto da senatori, rivalutando quelle di bronzo, in possesso soprattutto del popolo. Così si scatenò nel 65 la congiura dei Pisoni, cioè delle famiglie aristocratiche, cui aderì anche Seneca, pur non essendo in prima fila. La congiura però fu scoperta, e i congiurati, che spesso seguivano le dottrine stoiche, si suicidarono, compreso lo stesso Seneca. Nel 66 Nerone compì un viaggio in Grecia, fece poi grandi festeggiamenti e giochi a Roma, in cui lui stesso si esibì, come era solito, in qualità di musicista,  poeta e ballerino.

Il malcontento però per i modi sempre più filoellenici e orientaleggianti dell’imperatore, che pretendeva di essere adorato come un dio, gli alienarono il consenso e fecero sì che i soldati delle legioni poste in Spagna proclamassero imperatore l’austero e anziano senatore Galba, che marciò verso Roma.

Nel 68 d.C. Nerone, trovatosi ormai solo, ordinò ad uno schiavo di ucciderlo, e Galba divenne il nuovo imperatore al suo posto, ma non per molto.

IN ENGLISH

From Tiberius to Nero

The successor of Augustus, Tiberius, intends to continue his policy . In fact, he , along with Claudio , is a model of western emperor : the emperor who proclaimed himself not and does not make worship as a god. He was much criticized in his day, and the portrait that did Suetonius and Tacitus was a man incapable , which tended to shift the blame and feared confrontation. He , according to modern historians , it was definitely less affable of Augustus, but just as effective in the management of power, not in Rome threw unnecessary and bloody wars of conquest, healed the state coffers , and consolidated the empire at the expense of the senatorial oligarchy . Perhaps that is why he was hated by historians and biographers , who belonged to that class . He also was reasonably concerned about the weight of the power, which actually felt the responsibility and risks.

Begin under his empire in fact the rivalries and political machinations . Of one of these plots was the protagonist Agrippina the Elder , nephew of Tiberius and wife of Germanicus , an ambitious general who died under mysterious circumstances on 19 AD She was accused of treason, exiled , killed himself in exile.

Sejanus was the powerful praetorian prefect , who moved directly to Rome Praetorian troops , thus increasing his power. When Tiberius retired to Capri for a few years , he became the undisputed master of Rome, and devised a plot to destabilize Tiberius, but the plot was foiled and he was sentenced to death .

The successor of Tiberius, Caligula, son of Germanicus , was proclaimed emperor by the troops and the benevolent initially by the Senate. He, like Nero, embodies the eastern model of sovereign , self-proclaimed God , and that feels very far from the Senate and close to the people and the army. The populace and the soldiers indeed did many donations, which put in serious difficulty , however, the state coffers , healed by Tiberius . He did not appoint a senator horse crazy because , as he wanted the senatorial historiography , but because he wanted to prove that the perfect uselessness of the republican magistrates . With its excesses and its despotism succeeded only in uniting all , in Rome and in the provinces , against him, and was killed by a conspiracy .

Senators glimpsed for a moment , with the death of Caligula, the possibility of a restoration of the republic, but the Praetorians , conscious that their power would be gone if there had not been an emperor , tracked down , almost frightened and hidden, the only of the Julio-Claudian dynasty available at the time , Claudius, and appointed him as emperor with the favour of the people. At this point, the Senate could only ratify his appointment.

He actually proved to be a great king : it was caught and moderate , active and industrious .

Under Claudius on completion of the conquest of Britain , was granted Roman citizenship to the Gauls , and some freedmen became imperial officials . In fact, he adopted the criterion that the power was not to go to a person belonging to a certain family , but on its own merits .

Claudius was a bit ‘ too weak against women .

His two wives were in fact the protagonists under his reign . The first , Messalina , for the scandals and multiple relationships and not hidden with most men , so that Claudius was forced to kill her publicly when she married another man who wanted to become emperor instead of Claudius.

The second wife , Agrippina , was his uncle Claudius as her third husband . In fact, his goal was to get more and more power for himself and for his son born from his first marriage , Nero. To do this, persuaded her husband to adopt Nero, who became his successor in place of Britannicus, son of Claudius. Then probably poisoned Claudius, Nero and placed on the throne , who influenced and led until the same Nero , exasperated, had her killed .

Nero , however, in the first four years of the empire , there was advice from the praetorian prefect Butter and especially from su66 or tutor , the philosopher Seneca, in perfect agreement and harmony with the senate .

Just the assassination of his mother, in 59 AD , brought a sudden turn . By the time he was killed and replaced by Butter Tigellino , his wife was killed and replaced him with Poppea , Seneca and was gradually moved away from the court .

In 64 a fire broke that devastated an entire neighborhood of Rome , where Nero will then build his Domus aurea , but in reality it was he who started the fire . To deflect the allegations, Nero blamed the Christians , thus launching the first large-scale persecution of them.

Then debased silver coins , mostly owned by senators, reassessing those of bronze , especially in the possession of the people. So you broke the conspiracy of the 65 Pisoni , that the aristocratic families , which also joined Seneca , although not in the front row . But the conspiracy was discovered , and the conspirators , who often followed the Stoic doctrines , committed suicide , including the Seneca . In 66 Nero made a trip to Greece , then made great festivities and games in Rome , where he performed , as was usual, as a musician , poet and dancer.

Discontent , however, for more and more ways filo-Hellenics and oriental emperor , who claimed to be worshiped as a god, and alienated the consent meant that the soldiers of the legions raised in Spain proclaim the emperor ‘s senior senator and austere Galba , who marched to Rome.

In 68 A.D. Nero, now finding himself alone, he ordered a slave to kill him, and became the new emperor Galba in his place, but not for long.

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: