Glossario giornalistico

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Alto: maiuscola

Articolo di apertura: la notizia più importante, che occupa una posizionecentrale di taglio alto

Articolo di cronaca: riporta un avvenimento nella successione cronologica dei fatti. Ci sono vari tipi di cronaca:

• CRONACA NERA (rapine, rapimenti, risse,

omicidi)

• CRONACA ROSA (fatti di costume, gossip,

spettacoli, curiosità)

•CRONACA GIUDIZIARIA (indagini,

processi.)

• CRONACA BIANCA (avvenimenti politici,

sindacali

Articolo di fondo o editoriale: articolo posto a sinistra della prima pagina, scritto dal direttore del giornale o da un personaggio di spicco del mondo della politica o dellacultura. Si tratta del commento di un fatto importante

oppure di costume e società.

Basso: minuscola

Battuta: Spazio bianco, segno o lettera. Serve come unità di misura di uno scritto.

Cappello: introduzione di un articolo

Cartella: Foglio standard su cui scrivere, usato come unità di misura per indicare,generalmente, una pagina di 30 righe da 60 battute ciascuna.

Corsivo: un articolo polemicamente ironico.

Didascalia: Breve nota che affianca una fotografia.

Fanzine: Riviste giovanili realizzate dedicate a un tema specifico

Fogliettone: altro modo per indicare larticolo di taglio basso in prima pagina

Free-lance: Giornalista che lavora in proprio, gestendo i propri contatti con varie riviste.

Impaginazione: inserimento armonico di titolo, foto, testi in una pagina

Manchetta di pubblicità: piccolo riquadro pubblicitario, che si trova nella prima pagina in alto a sinistra e a destra

Notizia contornata: altro modo per indicare lo strillo”

Occhiello: scritta, con caratteri meno evidenti rispetto al titolo, che serve ad introdurre il titolo e si trova sopra di esso

Pezzo: altro modo per indicare lo scritto di un giornalista, cioè un articolo

Pubblicista: giornalista non professionista

Recensione: Piccolo scritto di critica e analisi riguardo un libro, o un film, o una mostra.

Refuso: errore di stampa.

Regola delle 5w: ogni giornalista deve tener presente le 5 domande fondamentali a cui rispondere affinché larticolo sia esauriente.

WHO? = chi?

WHAT? = che cosa?

WHERE? = dove?

WHEN? = quando?

WHY? = perché?

Sezione: parte interna del giornale che può comprendere una o più pagine. Può essere di:

• politica interna

• politica estera

• economia e finanza

• sport

• attualità

• spettacoli e cultura

• cronaca locale

Sommario: una scritta sotto al titolo che è un brevissimo riassunto del

pezzo.

Spalla: articolo che si trova alla destra dellarticolo di apertura

Strilli: brevi articoli in mezzo alla prima pagina, messi in una cornice per darvi risalto, con foto e rimandi alla pagine successive.

Stroncatura: recensione estremamente negativa.

Tagli alto, medio e basso: parti di una pagina dove limportanza delle notizie si abbassa man mano che si scende.

Testata: nome del quotidiano

Tiratura: numero di copie stampate.

Titolo: scritta con caratteri più grandi ed evidenti rispetto al resto del testo, che serve ad introdurre un articolo colpendo il lettore con affermazioni attraenti ed originali. Spesso il titolista non coincide con il giornalista che ha scritto il pezzo.

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: