Internet tesina terza media

I.C. SANT’EUFEMIA-SINOPOLI-MELICUCCA’
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “GIUSEPPE CAPUA” MELICUCCA’
ALUNNO: GIUSEPPE CARTISANO
CLASSE: TERZA F
TESINA ESAME CONCLUSIVO PRIMO CICLO, TITOLO:
INTERNET
A.S. 2019/2020

Introduzione
Il mio argomento centrale è internet ho scelto questo argomento perché in questi anni è diventato essenziale per l’uomo e si è diffuso molto velocemente , si è diffuso per i social di messaggistica istantanea come Whatsapp, per i social che permettono di pubblicare foto come Instagram dove si possono aggiungere filtri alle foto e le altre persone che le vedono possono mettere like.
Alcune persone lavorano su questi social e vengono pagati per sponsorizzare dei brand famosi, si possono comprare oggetti, vestiti, cibo e tant’altro.
Internet è come una barca più ci si allontana con la consapevolezza che la possibilità di affondare è maggiore perché i pirati della rete possono inquinare le nostre “acque” con le fake news e altro materiale impuro, che disturba il nostro cammino, da parte nostra bisogna che ci sia la responsabilità nell’usare questo strumento che appunto utilizzato nei giusti modi, può essere valido aiuto per la nostra crescita sociale e culturale.
La nostra navigazione è protetta dalla polizia postale che con la sua attività cerca di rendere più sicuro il nostro viaggio.
A disturbare le nostre acque ci sono i leoni da tastiera, queste persone vengono chiamate così perché il loro “compito” è quello di praticare il cyberbullismo che consiste nell’ insultare una persona attraverso lo schermo in maniera anonima o personale.
Il social dove si verifica più frequentemente questo fenomeno è Instagram, e non solo, le persone si imbattono anche in truffe.

Di storia ho scelto di parlare della guerra fredda perché è il periodo nel quale ci sono state tante scoperte e tante invenzioni tra cui il computer.
In letteratura italiana affronterò Uno, nessuno e centomila, di Luigi Pirandello, che spiega come le persone su internet e anche nella realtà possano indossare una maschera, su internet le persone “indossano la maschera”, creando profili fake.
Di geografia ho scelto gli USA che è il territorio nel quale è stato inventato il primo computer che oggi mi ha permesso di scrivere questa tesina e ci permette ogni giorno di navigare su internet.
Di scienze ho scelto la rete dei neuroni perché è simile al collegamento grazie al quale oggi abbiamo internet.
Di tecnica ho scelto La Didattica a Distanza (DaD) che in questo momento ha permesso a noi studenti di fare lezione in un’aula virtuale e di non perdere il lavoro fatto a scuola.
Per quanto riguarda Scienze motorie e sportive, ho scelto metodi alternativi per fare sport perché in questo momento internet attraverso app e video sta permettendo ugualmente di praticare sport.
Di inglese ho scelto i social network che ci permettono di messaggiare istantaneamente, di postare foto, di mettere like alle foto, di commentare le foto e di creare discussioni.
Di francese ho scelto La Génération “C” perché parla dei giovani sempre connessi a internet e dei giovani che utilizzano i social.
Di arte ho scelto la digital art che dà la possibilità di disegnare su un dispositivo come il cellulare, tablet , computer ecc…
Di musica ho scelto la musica e il computer perché oggi la musica si realizza attraverso programmi e viene messa online nei siti tra cui Spotify e le persone la possono ascoltare.

Storia
Dal punto di vista storico i mass-media hanno avuto e hanno un ruolo centrale nella vita di ciascuno di noi.
Nella guerra fredda invece di combattere a colpi di armi si combattevano a colpi di scoperte, gli stati che si combattevano erano: gli USA che rappresentavano l’ovest e l’Urss che rappresentava l’est .
Essi grazie alla cultura e alla tecnologia si sfidarono alla conquista dello spazio che probabilmente avrebbe assicurato vantaggi dal punto di vista militare.
Nell’Ottobre 1957 l’Urss riuscì a mettere in orbita lo Sputnik 1 che fu il primo satellite artificiale nello spazio
Prima di mandare l’uomo nello spazio i due continenti mandarono diversi animali.
Nel Novembre 1957 Laika una cagnolina randagia, fu inviata nello spazio a bordo dello Sputnik 2.
Questo fu un altro trionfo per l’Urss.
Gli USA di fronte ai trionfi dell’Urss, si sentirono tecnologicamente superati.
Il presidente Eisenhower, preoccupato da eventuali attacchi della superpotenza russa, dichiarò che gli Stati Uniti non si sarebbero mai più fatti precedere dall’Unione Sovietica.
In poco tempo creò un centro di ricerca per lo sviluppo delle tecnologie militari e di comunicazioni per la difesa del paese.
In diciotto mesi fu costruito il satellite Explorer che venne mandato nello spazio nel 1958.
Eisenhower lo stesso anno ebbe il consenso del governo per istituire due agenzie: la prima fu l’A.R.P.A che aveva come obiettivo la costruzione di una rete per comunicare in caso di guerra e la seconda fu la N.A.S.A, un ente governativo che doveva essere responsabile del programma di ricerca aerospaziale degli USA.
La mancanza di fondi portò l’ARPA a diventare l’ organo centrale di gruppi di ricerca delle università statunitensi.
Nel 1962 l’ARPA fu completamente reinventata .
C.R. Licklider era a capo dell’ufficio per le tecniche di elaborazione dell’informazioni( IPTO).
Lui durante la sua esperienza al M.T.I aveva spostato il suo interesse verso l’interazione tra l’uomo e il computer.
Pochi studiosi rimasero per lungo tempo all’ARPA; Licklider fu uno di loro.
In quel poco tempo riuscì a spostare l’attenzione dell’agenzia alla ricerca di nuove tecniche di calcolo avanzato .
Dopo l’abbandono di Lecklider prese il suo posto Ivan Sutherland.
Licklider sebbene non avesse ancora avviato una rete di computer, lavorò per indirizzare le cose in quella direzione.
Un sostenitore delle idee di Licklider fu Bob Taylor che entrò nell’ARPA nel 1955 e fu il suo terzo successore.
L’idea di Taylor era che ogni dipartimento avesse il proprio computer, ma che tutti dovessero condividere le stesse risorse informatiche e per questo Taylor non perse tempo e convinse il direttore dell’ARPA a fornirgli un milione di dollari però non servivano solo i soldi ma anche un manager.
La figura professionale che cercava la trovò in Larry Roberts.
L’IPTO aveva partecipato ad un progetto per collegare il computer TX-2 del MIT con un’altra macchina alla System Development Corporation (SDC) in California, attraverso una linea telefonica.
Il TX-2 fu il successore del TX-0 che fu il primo computer digitale a transistor che fu costruito da Ken Olsen.
L’esperimento piacque all’ARPA che affidò il progetto a Lincoln e volle Roberts come responsabile.
Roberts era contento del suo lavoro e non voleva diventare manager a Washington.
Taylor non si arrese e quando si rese conto che la metà dei finanziamenti dei laboratori Lincoln provenivano dall’ARPA , trovò il modo per attrarre Roberts.
Prima della fine dell’anno Roberts stava preparando l’ARPA Computer Network che poi diventò ARPANET.

Italiano
Dal punto di vista letterario abbiamo Luigi Pirandello che ci fa capire che l’uomo può assumere diverse facce.
Luigi Pirandello

Nasce a Girgenti (Agrigento) nel 1867, compie studi classici, si laurea a Bonn e diventa professore universitario.
Nel 1894 sposa Antonietta Portulano con cui ebbe 3 figli.
Nel 1903, un tracollo finanziario genera in famiglia una crisi profonda, non soltanto economica.
La moglie, infatti, inizia a soffrire di disturbi psichici e verrà curata in casa per 15 anni prima di essere affidata ad una casa di cura.
Pirandello naturalmente soffrì per questa situazione, a tal punto da meditare il suicidio.
Non lo fece, anzi, decise di “rinascere” affrontando la vita e accettando la realtà per quello che è: un flusso continuo, un cambiamento, una trasformazione inarrestabile che non può essere spiegata in maniera razionale ne’ comunicata con le parole.
In linea con la sua rinascita e dopo essersi avvicinato a Freud e alla psicologia, Pirandello lascia l’università e si mette a girare l’Europa con una compagnia teatrale da lui fondata.
Nel 1934 gli viene riconosciuto il premio Nobel per la letteratura.
Muore a Roma nel 1936.

Poetica
Il male di vivere
Tutta la sua produzione letteraria risente di quel male di vivere, così caro agli autori di fine 800/primi 900.
Egli era dentro alla crisi di un secolo (il 900) che aveva perduto molte certezze scientifiche (crollo del positivismo) ed era dentro ad una profonda crisi nazionale ( L’Italia stava vivendo un difficile momento storico (età giolittiana, questione meridionale, arretratezza del sud).
Oltre a questa crisi più “esterna” lo accompagna anche una crisi più intima, quella dell’uomo e dell’intellettuale del 900 un uomo che non sa più chi è, che non si riconosce nel mondo esterno e deve trovare da solo le ragioni e la forza di affermarsi, vivere, esistere.
(decadentismo).

La frantumazione dell’io.
Questa crisi genera quel relativismo da cui Pirandello trarrà grande ispirazione per le sue opere l’uomo e le cose cambiano a seconda di chi le percepisce (dalla sua educazione, dalla provenienza sociale, dall’istruzione, dall’età etc. etc).
Quindi l’uomo non è uno solo, ma ha tante forme a seconda di quanti lo percepiscono crediamo dunque di essere unici, ma invece siamo tanti (centomila) a seconda di chi ci guarda e finiamo per essere “nessuno”.
Frantumazione dell’io.

La maschera.
Per relazionarsi con la società l’uomo-nessuno è costretto ad indossare una maschera (sia con se’ stesso sia con gli altri) che nasconde la sua vera personalità.
L’unico modo per sfuggire a questa finzione quotidiana è la follia.
Il ruolo della follia.
La pazzia per Pirandello è liberarsi dalla maschera, toglierla dal volto o non accorgersi di portarla: solo in questo modo l’uomo riuscirà a mostrarsi per quello che veramente è.
La follia è lo strumento di contestazione di una vita sociale sostanzialmente finta, fasulla; è l’arma che fa esplodere convenzioni e rituali, riducendoli allassurdo e rivelandone l’incoscienza e l’inconsistenza.

Uno, nessuno e centomila
Il naso
Il dettaglio che dà il via al romanzo La storia raccontata nel romanzo Uno, nessuno e centomila inizia con un evento fortuito e apparentemente insignificante. Vitangelo Mostarda, il protagonista, scopre dalla moglie di avere il naso storto, un dettaglio di sé stesso che egli non aveva mai notato. Questa piccola coincidenza innesca un vortice di ragionamenti che lo portano, attraverso vari esperimenti, alla consapevolezza di non essere per gli altri come egli è per sé stesso.
L’usuraio
Figlio dell’usuraio: il marchio che lo perseguita ragionamenti continuano ad affollarsi nella sua testa fino ad un altro momento di rottura. Vitangelo pensa al padre, un padre distante e arcigno che, secondo lui, di professione faceva il banchiere. Ma all’improvviso ecco l’illuminazione: il padre non era un banchiere, ma un usuraio! Questo intensifica la sua frustrazione. Dunque per gli altri lui è il figlio dell’usuraio e, dal momento che ha ereditato la banca del padre, usuraio egli stesso, un ruolo nel quale non si era mai visto. Decide allora di iniziare a scompigliare le carte, distruggendo le immagini di lui che gli altri si erano fatti, gli altri “lui” che vivono negli occhi delle persone che lo conoscono.

Follie
La prima azione folle: lo sfratto di due clienti e la donazione di una nuova casa Vitangelo comincia a compiere delle azioni che ai suoi occhi hanno un senso e uno scopo preciso, ma che agli occhi degli altri appaiono come segni di follia. Il primo esperimento è quello con Marco di Dio e sua moglie Diamante, due poveri sognatori, vecchi clienti del padre usuraio, che vivono in una catapecchia di Vitangelo. Il protagonista decide di inscenare lo sfratto dei due, salvo poi, a sorpresa, donargli una casa. Di fronte a questo gesto, col quale Vitangelo vorrebbe allontanare la fama di usuraio che egli ha in paese, la gente reagisce gridandogli: «Pazzo! Pazzo! Pazzo!».
La seconda azione folle: il ritiro del proprio capitale dalla banca La seconda azione folle che Vitangelo compie, questa volta in preda alla rabbia, è di ritirare il proprio capitale dalla sua banca, mandandola fallita.
Le reazioni degli altri questa volta sono più violente. La moglie va via di casa e lui litiga col suocero. Tutti, in primis gli amministratori della sua banca, ormai lo credono impazzito.
Ma interviene qui un nuovo personaggio, Anna Rosa, amica della moglie, che lo fa chiamare e lo avverte che tutti stanno cospirando contro di lui per farlo dichiarare insano di mente. Per fare ciò lo fanno parlare con il vescovo, ma Vitangelo lo riesce a sviare motivando le sue scelte con la bontà e la carità. Con Anna Rosa Vitangelo si apre, cerca di spiegargli i suoi pensieri, lei li capisce e, sconvolta e con un gesto inaspettato, cerca di ucciderlo con una pistola.

Il nulla
Il processo contro Anna Rosa.
Dopo il tentato omicidio di Vitangelo, c’è il processo contro Anna Rosa. La versione che Vitangelo dà al giudice è che si sia trattato di un incidente, ma Anna Rosa ha già confessato. Nel finale, Vitangelo ci dice che ora vive in un ospizio e che ormai ha accettato la propria condizione attraverso l’accettazione del nulla, del fatto che la vita “non conclude”. Egli è ormai fuori dal mondo e lontano dalle persone e il libro si chiude con queste parole: «muoio ogni attimo, io, e rinasco nuovo e senza ricordi: vivo e intero, non più in me, ma in ogni cosa fuori».
Avrei potuto, è vero, consolarmi con la riflessione che, alla fin fine, era ovvio e comune il mio caso, il quale provava ancora un’altra volta un fatto risaputissimo, cioè che notiamo facilmente i difetti altrui e non ci accorgiamo dei nostri.

Geografia
Dal punto di vista geografico gli USA sono la nazione in cui è nato ciò che ha cambiato la nostra vita (internet) .
Gli USA hanno una superficie di 9371219 km² con una popolazione di 313914040 abitanti (stima 2012),le lingue parlate sono :l’inglese che è la lingua ufficiale e lo spagnolo, la capitale è Washington, la forma di governo è la Repubblica federale e la religione più diffusa è il cristianesimo.
Gli USA hanno diversi climi e ambienti, fatta eccezione per l’Alaska, le regioni atlantiche hanno un clima fresco e temperato qui vi si trovano aree paludose.
Le regioni delle grandi pianure interne hanno un clima temperato, più freddo a nord e più caldo a sud.
Le regioni del sud-ovest sono caratterizzate dal clima caldo e secco.
Le regioni del Pacifico hanno un clima temperato mite.
Gli USA sono attraversati da grandi fiumi, il Mississippi insieme con il Missouri formano il corso d’acqua più lungo al mondo, ricevono grandi affluenti come l’Ohio e il Tennessee.
Altri fiumi sono il Colorado e il Rio Grande.
Gli USA hanno una popolazione maggiore sulla costa atlantica e quella del Pacifico, sono popolate perché offrono centri urbani di varie dimensioni.
La caratteristica principale della popolazione degli USA è la sua multietnicità.
Ci sono enormi megalopoli come: Washington, Boston, New York, Detroit , Chicago, Los Angeles, Miami ecc…
New York è il simbolo degli USA, la metropoli è formata da 5 nuclei urbani: Manhattan, Brooklyn, Queens, Bronx Richmond.
L’economia è molto sviluppata e per questo gli USA vantano di una supremazia mondiale anche se le diseguaglianze sociali ed economiche tra i cittadini sono molto forti, il 15% delle persone vive al di sotto della soia di povertà.
La produttività dei campi è altissima ,le regioni costiere di Florida e California sono la patria dei frutteti e dei vigneti.
I settori industriali più avanzati sono: il settore siderurgico, automobilistico, elettronico, dell’informatica. Dell’industria spaziale e militare.
Il turismo è fiorente grazie alle spiagge della Florida e California e ai centri di divertimento per tutte le età come Disneyland o Las Vegas.
Il settore dello spettacolo vanta il luogo simbolo della cinematografia mondiale: Hollywood,

Il settore dei trasporti è molto efficiente

Scienze
Dal punto di vista scientifico il collegamento dei neuroni è molto simile a quello della rete che ci permette ogni giorno di collegarci a Internet.
Il sistema nervoso si avvale di una particolare cellula, il neurone; esso è costituito infatti da un particolare tessuto, il tessuto nervoso, formato dai neuroni.
Il neurone è formato dal corpo cellulare, la cellula che contiene il nucleo e gli altri organuli cellulari, e da un certo numero di prolungamenti .
Il più lungo di questi è il neurone, quello più corto è rappresentato dai dendriti.
Il neurite è protetto da due guaine: una esterna di tessuto connettivo e l’altra detta guaina di Schwann, formata da speciali cellule, le cellule di Schwann.
Talvolta è presente una terza guaina, la guaina mielinica, costituita da mielina, interrotta a tratti dai nodi di Ranvier.
Ciascun neurite termina con delle ramificazioni nervose su ognuna delle quali si trova un rigonfiamento detto bottone sinaptico.
I neuroni hanno due caratteristiche fondamentali: l’eccitabilità e la conducibilità.
L’impulso nervoso viaggia a 120 m/s, nei neuriti rivestiti di mielina gli impulsi viaggiano velocemente, in quelli privi 0di mielina gli impulsi viaggiano con velocità molto minore.
I neuroni non sono tutti uguali , ma si differiscono per la forma del corpo delle cellule, per il numero di detriti e per la lunghezza dei neuriti.
In base alla loro funzione possono essere ricondotti a tre tipi principali, sensitivi, di collegamento e motori.
I neuroni sensitivi sono quelli che trasmettono gli stimoli provenienti dall’esterno al sistema nervoso.
I neuroni di collegamento sono quelli che fanno da collegamento tra i neuroni sensoriali e i neuroni motori.
I neuroni motori sono quelli che trasmettono gli impulsi provenienti dal sistema nervoso ai vari organi periferici del corpo.
La recezione degli stimoli e l’elaborazione delle risposte.
Queste funzioni possono avvenire in modo volontario e oppure in modo involontario.
Sono atti coscienti quelli che si fanno volutamente, sono atti involontari quelli che si fanno senza l’intervento della nostra volontà.
Il cervello è la sede degli atti coscienti o volontari, lo stimolo infatti arriva al cervello che elabora la risposta e la invia all’organo interessato permettendoci di eseguire ciò che avevamo deciso di fare.
Se la risposta a uno stimolo avviene senza l’intervento della nostra volontà, si parla allora di atti, in questo caso, stimoli e risposta vengono elaborati nel midollo spinale che provoca reazioni automatiche e rapidissime.
Gli stimoli arrivano ai dendriti sotto forma di impulsi elettrici.
Questi impulsi elettrici, infatti, determinano al loro passaggio una modificazione della distribuzione delle cariche elettriche e avanzano “elettricamente” lungo i neuriti.
Quando gli impulsi elettrici arrivano a un bottone sinaptico di un neurite, per raggiungere il neurone successivo attraversano chimicamente la fessura sinaptica.
In corrispondenza del bottone sinaptico di un neurone si ha, il rilascio di sostanze chimiche dette mediatori.

Tecnologia
Dal punto di vista tecnico abbiamo la didattica a distanza (DaD) che in questo momento sta aiutando noi studenti.
Per didattica a distanza si intende una modalità di didattica che permette a studenti e insegnanti di continuare a fare lezione anche se non fisicamente in classe.
Questa modalità ha lo scopo di integrare il lavoro fatto in aula e non interrompere la didattica in situazione come quella che stiamo vivendo in Italia.
Il Miur è sceso in prima linea con l’hashtag #LaScuolaNonSiFerma
La didattica si mette in atto usando una delle tanti app che permettono la videochiamata di gruppo , un docente cioè un organizzatore avvia una chiamata e la classe può collegarsi alla lezione.

Tra le app più usate che la permettono abbiamo:
 Google Classroom che permette ad un insegnante di dare informazioni sulla lezione del giorno, fornendo il materiale di riferimento grazie a un Drive.
 WeSchool è una delle piattaforme che abbiamo usato nella nostra scuola ,che permette di pubblicare annunci (programmando dei momenti di formazione), caricare materiale e comunicare, c’è una lavagna virtuale, un’area in cui creare dei quiz e si può tracciare le attività e le assenze.
 Moodle esso è un open source ed è sempre in aggiornamento e aperto a modifiche e miglioramenti, che permette ai professori di dar vita a una classe virtuale e di comunicare facilmente con gli studenti, è possibile caricare e inviare il materiale didattico.
 Edmodo anche questa è una delle app che abbiamo usato nella nostra scuola, è come un Facebook però scolastico in cui è possibile creare classi, assegnare compiti, creare sondaggi, somministrare test e condividere risorse.
 Microsoft Teams che permette ad un insegnante di creare canali nei quali si possono caricare degli appunti, dei link a cui fare riferimento e dei file di vari formati.
 Skype anche questa è una delle app che abbiamo usato nella nostra scuola. è come un WhatsApp però scolastico, permette di fare videolezioni , permette ai professori di mandare materiale per le lezioni.
 Gotomeeting anche questa è una delle app che abbiamo usato nella nostra scuola, che permette ai professori di avviare una chiamata e agli alunni di partecipare attraverso un link.

Scienze motorie e sportive
La rete ci aiuta a sperimentare nuove metodologie per praticare lo sport a casa.
La rete, internet, i vari siti non sono solo mezzi di trasmissione di notizie false, distorte , insulti inutili dove tutti si sentono autorizzati a dire ed esporre il proprio pensiero giusto o sbagliato che sia, senza l’accortezza di controllare se ciò che si dice può essere offensivo per chi ascolta o piacevole per chi legge, ma spessissime volte , per nostra fortuna, possiamo considerare la rete come un amico che ti può aiutare anche nei momenti più difficili, un aiuto anche se dato da un “strumento” e non da un” essere umano “ al quale ti rivolgi per un parere, un confronto o la risoluzione anche se momentanea di un problema.
Proprio in questo periodo così particolare che stiamo vivendo tutti noi, causa coronavirus , sicuramente il “contatto” è stato per tanti di noi una “salvezza”. Lo è stato perché ci ha fatto compagnia in momenti bui o di solitudine e di difficoltà , lo è stato semplicemente per scherzare con i compagni ed amici rimanendo ognuno forzatamente a casa , lo è stato per svolgere con una certa tranquillità e sopperire un periodo difficile della scuola con la didattica a distanza con i nostri insegnanti , è stato d’aiuto anche a tanti ragazzi che come me ,prima di questo periodo, riusciva a farsi una passeggiata, un giro con la bici, o una partita di calcio con gli amici.
In questo periodo in cui tutto è cambiato, anche l’approccio con la ginnastica, lo sport ha avuto delle difficoltà oggettive ,un aiuto particolare ci viene dato dalla rete che ci propone di sperimentare nuove metodologie per praticare lo sport a casa. Sicuramente i nostri metodi di allenamento sono dovuti cambiare radicalmente e, mentre prima che arrivasse il covid-19 ognuno di noi poteva avere la possibilità di scelta se fare sport in palestra, nei campetti, in piscina , parchi, e in luoghi di aggregazioni sportive, adesso con la pandemia ognuno di noi non può praticare gli stessi luoghi di prima e quindi si deve organizzare ed ingegnare situazioni sostitutive alle prime.
Praticare sport a casa non è molto semplice, ci sono miriadi svantaggi come avere poco spazio, non avere le attrezzature adatte , non poter fare movimenti ampi, non essere a contatto con altre persone che condividono la stessa passione.
Queste nuove situazioni ci hanno fatto cambiare formalmente abitudini , adeguando il modo di praticare sport a casa .
Per fortuna in rete troviamo tantissimi siti e app, istruttori che ci guidano e ci consigliano percorsi da fare in base alle nostre esigenze.
Le più seguite sono quelle in cui ci spiegano per esempio passo dopo passo gli esercizi di fitness per rafforzare cosce, braccia , glutei e addominali, altri come Nike training Club che fornisce esercizi con dimostrazioni di esempi per migliorare la forza e la resistenza. Alcuni siti come sweat i sono dedicate alle sole donne e propongono circuiti cardio e delle guide nutrizionali. Il sito Keep invece fornisce vari tipi di esercizi per il rafforzamento muscolare, con esempi di esercizi di tonificazione, di forza ed esercizi dimagranti, ma tanti e tanti altri ne possiamo trovare , vi è una grande scelta anche balli di gruppo o di ginnastica aerobica che potrebbe di fatto essere un buon allenamento da seguire tranquillamente a casa.
In questo caso, la tecnologia , ci ha aiutato molto a superare un brutto periodo , dove tutti speriamo vivamente passi in fretta per poter ritornare in qualche modo a quella che era la vita di prima.

Inglese
Dal punto di vista inglese abbiamo i social che hanno cambiato la vita di tutti i giorni.
Social network: advantages and disadvantages
A social network is a virtual community very useful in social sciences in order to study relationships between individuals, groups and organizations. The term is used to describe a social structure determined by many interactions. This community works as a place where people can meet, talk and compare with others. The reasons why individuals and companies join a social network can be so different: socialization, research of information, sharing of interests, job hunt, development of business.
The nature of social networks varies from one site to another, for example a social network with generic social aims such as Facebook give you the opportunity to interact with others to share various types of information, which is different from social network with a specific purposes. Social networks involve any sector: from culture to politics, from the language and interpersonal relationships.
Advantages: they are cheap, communication and information occur in real time and these are global; they maintain and increase interpersonal relations, in fact, the most popular social network in the world is succeeded by working to reconnect people who lost touch and also they are considered an excellent tool to make new friends.
Disadvantages: there is the loss of contact with the real world, the creation of a new identity because the physical separation has also led many people to want it and be able to build a new identity not reflecting what is really in reality. One important thing is that internet has many hidden dangers and its use must be checked by adults; moreover, it is addictive, because this dependence, called in English “Social Network Addiction”, is affecting more and more people especially the young who spend most of their time on the web losing all touch with reality. Finally, the loss of privacy because the sites are organized so that they can share all of people lives, from a simple photo to a intimate and private thought, read by anyone who has the opportunity to access the contact.

Francese
Dal punto di vista francese abbiamo La Generation C
La Génération “ C”
Les ados répresent la génération “C” c’est- à – dire génération toujours “connéctée” . En effet ils passent 14 heures environ par semaine sur le Web. Les garçons fréquentent les reseaux sociaux ( social network) et ils écoutent de la musique, regardent des vidéos surtout sur You Tube, des tutoriels pour apprendre à jouer quelques instruments. Ils apprennent aussi les passages de jeux vidéos les plus difficiles.
Les filles, au contraire, préfèrent des tutoriels de dessin, de coiffure , de mode et de maquillage. Elles écoutent aussi les meilleures chansons du moment sur You Tube.
Les ados font grand usage de Facebook ,Twitter, Instagram pour tout: discuter en ligne, partager des photos et des vidéos, les commenter. Les reseaux sociaux sont , en bref, une nouvelle forme de communication électronique qui utilise surtout l’ordinateur et permet d’avoir des contacts instantanément .On peut dire que Internet est très utile mais il est aussi vrai qu’il éloigne les personnes de leur entourage.

Arte
Dal punto di vista artistico abbiamo una corrente artistica che si è diffusa negli ultimi anni cioè la digital art.
La digital art è una pratica artistica che utilizza la tecnologia digitale come parte del processore di creazione.
Le tecniche di digital art sono utilizzate soprattutto in campi pubblicitari o per creare effetti visivi.
L’artista famoso in tutto il mondo Andy Warhol ha creato opere digital art utilizzando uno dei primi computer in circolazione a New York, manipolò l’immagine catturata da Debbie Harry in bianco e nero e aggiunse colori usando la tecnica del riempimento.
Ci sono due tipi di grafiche: la grafica computerizzata 2d che può essere realizzata anche in un foglio e la grafica 3D nella quale il monitor del computer diventa una finestra in un ambiente virtuale.
Questa è la forma più primitiva di arte digitale.
Fa sempre parte di quella che si considera anche l’arte dell’istallazione digitale che comprende molte forme.
Possono essere usate istallazioni video, proiezioni e acquisizione di video in diretta.
Screen è un’opera di Noah Wardrp-Fruin ed è un esempio di istallazione digitale.
Oggi con le istallazioni digitali si possono creare dei musei virtuali.
Alcune app per visitare le opere dei musei online sono: Google Arts & Culture è l’app migliore per fare un tour a 360° nei principali musei, MoMA è l’app del museo di arte moderna a New York, ,Museo del Louvre con il quale si può vedere da vicino la Monna Lisa, Museo Americano di Storia Naturale è un’app che include tutte le attrazioni del museo.
Alcuni degli artisti moderni di digital art sono:David MCLeaod è un’artista specializzato in GCI ( usato dai cineasti per creare effetti speciali realistici nei film),Stephen MCmennamy unisce le fotografie di oggetti non sensatamente collegati fra loro e realizza i combofoto ,Alberto Seveso famoso per la di fotografie ad alta velocità, a due colori. Sean Charmatz è uno scrittore, artista e regista dei cartoni animati di Spongebob Squarepants e ha poi lavorato con la Dreamworks e Disney,Jason Naylor è caratterizzato dal suo uso di colori vivaci contro neri intensi,Aiste Stancikaite che trasforma i sui disegni in animazione usando Photoshop,Sara Ludy con le sue opere cerca di trovare la relazione tra il mondo virtuale e quello fisico ,Erik Johansson è un fotografo che usa la fotocamera per catturare immagini surreali ,Hal Lasko è noto come The Pixel Painter esso è stato per tutta la vita un artista, invecchiando ha iniziato ad aver problemi alla vista e al suo ottantacinquesimo compleanno gli fu regalato una PC con istallato Microsoft Paint e gli ha permesso di continuare a fare arte.

Musica
Oggi il computer e Internet ci danno la possibilità di fruire la musica e di crearne attraverso innumerevoli app.
La musica è sempre stata una delle forme di espressione artistica più nobili: ha seguito mode, modelli ed è stata travolta dalle evoluzione della società, modificandosi e adattandosi delle esigenze degli utenti.
La musica del nuovo secolo è caratterizzato dalla rivoluzione digitale, dall’affermazione di Internet e dell’MP3(Moving Picture Experts Group audio layer 3) e da un declino: quello del supporto tradizionale.
Questa rivoluzione, quest’affermazione e questo declino hanno finito per cambiare profondamente lo scenario conosciuto, la percezione della musica e del mercato musicale, nonché la produzione e la creatività.
Il computer è un potente calcolatore, in grado di eseguire miliardi di operazioni; tutti i materiali che elaboriamo al computer sono gestiti dalla macchina nella forma di sequenze di numeri. Per audio digitale si intende dunque la rappresentazione dei suoni in forma di sequenze numeriche.
Per trasformare un suono in una serie di numeri si utilizzano i convertitori
Ci sono due tipi di convertitori: il convertitore ADC che ha il compito di prendere un suono in ingresso e tradurlo in valori numerici (operazione chiamata campionamento) e il convertitore DAC che effettua l’operazione inversa.
Nel computer, i componenti elettronici alla gestione del suono sono raggruppati in appositi microchip.
Questi circuiti possono essere: inseriti nella scheda madre del computer, collegati su una scheda audio nella quale vi sono i connettori per i diversi collegamenti.
Il suono è entrato a far parte del lavoro quotidiano con il computer nella forma di segnali sonori.
Questi sono emessi in molte situazioni, come ad esempio: all’avvio e alla chiusura del sistema operativo :alla comparsa di un messaggio di errore; alla richiesta di confermare un’operazione e al completamento riuscito di un’operazione.
Tutti i sistemi operativi installati sui computer comprendono anche programmi per ascoltare musica.
Tra i più noti vi sono Windows Media Player e iTunes.
I sistemi operativi forniscono inoltre semplici programmi di registrazione.
Sul web sono disponibili innumerevoli applicazioni dedicate allo scaricamento di musica.
Per operazioni di gestione audio complesse esistono numerosi software che forniscono funzionalità elaborate.
Con questi software è possibile: intervenire su tutti i parametri sonori, aggiungere effetti e creare file in diversi formati.
Alcuni programmi, detti sequencer software, si possono registrare e gestire contemporaneamente diverse tracie audio.
Esistono diversi software di notazione musicale.
Questi programmi si comportano come i software di videoscrittura, ma i caratteri sono sostituiti da simboli musicali.
Per trasformare i suoni in numeri e garantire una buona qualità di ascolto occorre una grande quantità di dati.I file audio digitali di alta definizione occupano molto spazio ovunque essi vengano memorizzati.; caricare scaricare questi file attraverso internet richiede molto tempo.
Per risolvere questi problemi, la tecnologia ha messo a punto un procedimento chiamato compressione; i vantaggi sono: la dimensione più piccola dei file permette la memorizzazione di molti brani musicali .
Esistono diversi formati di file audio compressi, in relazione alla modalità di compressione utilizzata.
Tra i più noti vi è il compresso MP3
Il modello di compressione MP3 si è sviluppato a partire dagli anni Ottanta.
Si può ascoltare musica da essi attraverso delle cuffie.
Le compressione dei file MP3 può ridurre da 4 a 12 volte la quantità completa dei dati.
Minore è la compressione, maggiore è la qualità del suono.
L’avvento di Internet e del digitale ha caratterizzato il primo decennio del XXI secolo e ha avuto un impatto forte sui fatturati delle principali etichette discografiche.