Napoli: mancata refezione e scuse superflue – di Gennaro Capodanno