Sgravio contributivo totale per i lavoratori svantaggiati impiegati nelle cooperative sociali

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Riferimenti normativi:

Legge 381/1991

Vigenza dal:

1991

 

 

Ambito territoriale:

Intero territorio nazionale

Descrizione:

Le cooperative sociali si distinguono in due tipologie:

a) quelle che svolgono attività di gestione di servizi socio-sanitari ed educativi;

b) quelle che attraverso le più diverse tipologie di attività (agricole, industriali, commerciali o di servizi) sono finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate (le persone svantaggiate devono costituire almeno il 30% del totale dei lavoratori della cooperativa ed essere socie della cooperativa stessa).

Entrambi i tipi godono di particolari agevolazioni fiscali, che vanno ad aggiungersi a quelle previste in relazione alla specifica attività svolta dalla cooperativa.

Le cooperative di tipo b) godono di uno sgravio contributivo totale in relazione ai lavoratori svantaggiati.

Incentivi:

Le cooperative sociali di lavoratori svantaggiati beneficiano, limitatamente ai lavoratori svantaggiati, dello sgravio totale dei contributi per l’assicurazione obbligatoria previdenziale ed assistenziale.

Istituzione responsabile:

Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale

Soggetti interessati:

Invalidi fisici, psichici e sensoriali, gli ex degenti di istituti psichiatrici, i soggetti in trattamento psichiatrico, i tossicodipendenti, gli alcolisti, i minori in età lavorativa in situazioni di difficoltà familiare, i condannati ammessi alle misure alternative alla detenzione.

       
Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: